Stai leggendo: Meghan Markle, no al team medico della Regina per la nascita del royal baby

Letto: {{progress}}

Meghan Markle, no al team medico della Regina per la nascita del royal baby

Nuova rottura di protocollo da parte di Meghan Markle, che avrebbe detto di no al team di medici reale. La Duchessa di Sussex avrebbe espresso il desiderio di essere seguita, durante la nascita del royal baby, da una ginecoloca donna di sua fiducia.

Meghan Markle Getty Images

3 condivisioni 0 commenti

Manca ormai pochissimo alla nascita del royal baby di Meghan Markle e del Principe Harry. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, però, ancora una volta, la Duchessa di Sussex sarebbe pronta a rompere il protocollo: stando alle ultime indiscrezioni, infatti, dopo aver deciso di non posare per la classica foto con il neonato dopo il parto e aver detto di no alla tradizionale Lindo Wing del St Mary’s Hospital, Meghan avrebbe rifiutato anche il team medico della Regina Elisabetta II.

La Duchessa non vorrebbe i ginecologi reali - gli stessi che hanno seguito la nascita di George, Charlotte e Louis, figli di Kate Middleton e del Principe William - ma alcuni medici di sua fiducia, guidati da una dottoressa donna. Una fonte avrebbe fatto sapere che:

Meghan ha detto che non vuole gli uomini in giacca e cravatta: è stata irremovibile e ha espresso il desiderio di uno staff di fiducia, guidato da un medico donna.

L'identità della ginecologa di fiducia non è ancora stata rivelata. Come detto, il parto non dovrebbe avvenire presso il tradizionale St Mary's Hospital di Paddington, ma in una clinica nei pressi di Frogmore Cottage, dove il Duca e la Duchessa di Sussex vivono.

Le polemiche circa la decisione di non volere i ginecologi reali non hanno tardato ad arrivare: lo staff reale sarebbe, infatti, gratuito, mentre quello richiesto dalla Markle potrebbe costare parecchio e pesare sulle finanze pubbliche. Una fonte avrebbe spiegato:

Lavorare per la famiglia reale è considerato un onore e attrae altri profili medici di alto profilo che potrebbero, però, risultare molto esosi.

Secondo il protocollo, ad ogni modo, Alan Farthing e Guy Thorpe-Beeston - questi i nomi dei medici ginecologi ufficiali di corte - non potranno essere esclusi del tutto dal parto e resteranno, in ogni caso, a disposizione di Meghan se qualcosa dovesse andare storto: sono, infatti, tra i più preparati in caso di parto ad elevato rischio.

Meghan Markle e il Principe HarryHDGetty Images
Meghan Markle e il Principe Harry attendono la nascita del royal baby

Una fonte vicina alla Duchessa di Sussex avrebbe spiegato che le decisioni prese da Meghan sono di natura personale:

Questa è la sua nascita, il suo bambino e lei deve fare tutto ciò che è giusto per lei. Come potrebbe qualcuno giudicarla per questo?

Comunque sia, non resta che aspettare per vedere come andrà a finire. La nascita del royal baby è prevista tra fine mese e i primi di maggio. Durante il parto, dovrebbe essere presente anche la mamma di Meghan, Doria Ragland, che dovrebbe giungere da Los Angeles per assistere la figlia proprio nell'ultima fase della gravidanza.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.