Stai leggendo: 'C'è Angela?': anche in Italia il messaggio in codice contro le molestie

Letto: {{progress}}

'C'è Angela?': anche in Italia il messaggio in codice contro le molestie

In Inghilterra è 'Ask for Angela', in Italia diventa 'C'è Angela?': il messaggio in codice per chiedere aiuto nei locali della movida sbarca anche a Roma

Locale notturno free image

542 condivisioni 0 commenti

'Ask for Angela': provate a pronunciare queste tre semplici paroline al bancone di un bar in una discoteca britannica. Il personale capirebbe al volo e inizierebbe ad avviare istantaneamente tutte le procedure necessarie per farvi sentire al sicuro, per esempio chiamandovi un taxi che possa scortarvi a casa. 

Ask for Angela, infatti, è il messaggio in codice che in Gran Bretagna le donne che si sentono in pericolo pronunciano nei locali, per allertare il personale e chiedere aiuto. Un rimedio che sta per arrivare anche nel Lazio: si comincerà a Roma per proseguire poi in tutta la regione. La novità viene introdotta dall'emendamento presentato da Marta Leonori, consigliera regionale del PD, sul regolamento della movida approvato in settimana. E si ispira proprio all'esperienza inglese.

"Ho voluto inserire un comma dedicato a contrastare in particolare molestie e violenza di genere", ha commentato la consigliera su Twitter. Per questo, chi si sente in pericolo, sessualmente minacciato o per qualche ragione preoccupato per la propria incolumità fisica, adesso potrà chiedere di Angela.  

Nel testo approvato all'unanimità nella commissione consiliare Attività Produttive, viene dichiarata l'intenzione, da parte della Regione, di promuovere iniziative volte a prevenire le molestie sessuali e gli episodi di violenza. Da Ask for Angela, dunque, a 'C'è Angela?'. Così suonerebbe in italiano, ma la sostanza non cambia: i locali che aderiscono alla campagna si impegnerebbero a offrire supporto e via di fuga a chiunque volesse sottrarsi a situazioni indesiderate. 

"Spero che questo provvedimento possa essere adottato dai Comuni e anche dai Municipi per mettere in campo, insieme agli operatori, vari protocolli e iniziative come quella inglese Ask for Angela. Spero che altre Regioni seguano l'esempio avviato dal Lazio", ha dichiarato Leonori all'Ansa.

Il municipio ha accolto con entusiasmo l'iniziativa: "Può essere uno strumento utile per combattere la violenza di genere, soprattutto sulle giovani donne che frequentano i locali notturni. Un’ottima iniziativa della consigliera regionale Marta Leonori, un’iniziativa concreta per la libertà delle donne", ha commentato la presidente Sabrina Alfonsi. 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO