Stai leggendo: Lotta contro le zanzare: secondo uno studio scientifico, il modo per tenerle lontane è la musica dubstep di Skrillex

Letto: {{progress}}

Lotta contro le zanzare: secondo uno studio scientifico, il modo per tenerle lontane è la musica dubstep di Skrillex

Dei ricercatori di università del sud-est asiatico hanno condotto un esperimento per verificare l'impatto delle frequenze sonore sulle abitudini delle zanzare, e una canzone dell'artista di musica dubstep Skrillex è risultata particolarmente efficace.

22 condivisioni 0 commenti

Con l’arrivo della bella stagione stanno per tornare anche le zanzare, ma la scienza ha trovato un rimedio improbabile: la musica dubstep.

Uno studio pubblicato recentemente sulla rivista scientifica Acta Tropica, infatti, ha dimostrato che per evitare i morsi di zanzara è bene ascoltare musica elettronica, in particolare il genere dubstep, e nello specifico, una traccia dell’artista americano Skrillex intitolata “Scary Monsters and Nice Sprites”. Visto che con l'aumento delle temperature per via del cambiamento climatico ci troveremo di fronte a un proliferare di questi insetti, lo studio condotto da ricercatori di diverse università in estremo oriente potrebbe dimostrarsi cruciale.

Il suono, spiegano gli autori dell’articolo, è “fondamentale per la riproduzione, la sopravvivenza e la conservazione di molti animali”. I ricercatori hanno dunque sottoposto degli esemplari adulti di zanzare della specie Aedes aegypti - conosciuti come le zanzare della febbre gialla - alle onde sonore della musica elettronica per scoprire se avrebbe potuto funzionare come repellente.

La canzone di Skrillex, che dà anche il titolo ad un album del 2010 premiato ai Grammy, è stata scelta perché contiene frequenze molto alte e altre molto basse.

“Negli insetti, le vibrazioni a bassa frequenza agevolano le interazioni sessuali, mentre il rumore arresta la percezione dei segnali da altri membri della stessa specie”, spiegano gli studiosi. I risultati pubblicati di recente hanno dimostrato che la musica di Skrillex riesce molto gradita alle zanzare femmine adulte, spingendole a mordere di meno rispetto a quelle che non erano esposte alla musica.

L’attività ematofaga era molto inferiore mentre c’era la musica.

Inoltre, le zanzare esposte alle frequenze sonore della canzone avevano meno rapporti sessuali di quelle che non avevano ascoltato la traccia. “L’osservazione che questa musica possa ritardare l’attacco degli ospiti, riducano l’attività ematofaga, e disturbino l’accoppiamento offre nuove strade allo sviluppo di misure personali di controllo e protettive basate sulla musica nei confronti delle malattie portate dalle zanzare”.

Insomma, tutte le estati diventeranno il regno di Skrillex e del dubstep!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.