Stai leggendo: Sesso: i punti hot che regalano alla donna un piacere inaspettato e tutto da scoprire

Letto: {{progress}}

Sesso: i punti hot che regalano alla donna un piacere inaspettato e tutto da scoprire

Alla scoperta di zone sconsociute: ecco 6 punti hot che (forse) non tutti conoscono ancora.

Zone erogene femminili: ecco 6 punti inaspettati iStock

0 condivisioni 0 commenti

Quando si parla di zone erogene femminili, automaticamente, nella nostra mente appaiono le solite immagini: il seno, il collo, il clitoride e così via. Eppure non tutti sanno che esistono alcuni posti, all'apparenza nascosti, che possono in realtà rivelarsi una fonte di piacere inaspettato.

Il corpo umano è una macchina davvero sorprendente, percorsa da una fitta rete di innervazioni. Basta stimolare una zona come il ginocchio per ottenere, immediatamente, effetti benefici anche sui genitali. Questo grazie a dei collegamenti speciali non solo tra zone del corpo. Ma anche con la mente. Non dimentichiamoci, infatti, che è il cervello lì il vero 'starting point' del nostro piacere.

Ma quali sono questi punti sconosciuti? E come è possibile stimolarli? Noi ne abbiamo individuati 6. Ovviamente, come per ogni zona erogena, non è detto che funzionino su tutte. Il piacere, infatti, differisce da persona a persona. Vi invitiamo comunque a testarli e, perché no, magari a sperimentare per trovarne ancora di nuovi.

Ecco sei zone erogene femminili tutte da scoprire con il (o la) partner.

1 - L'ombelico: zona erogena da rivalutare 

Zone erogene inaspettate: l'ombelicoHDiStock

Vero cult degli anni '90 grazie a Jovanotti e alla moda del navel (è il nome del piercing che si fa in questa zona), l'ombelico dopo il 2000 è entrato nel dimenticatoio. Una probabile causa? L'avvento della vita alta. Eppure non tutti sanno che si tratta di una delle fonti di piacere più inaspettate. L'ombelico è infatti connesso neurologicamente al clitoride: massaggiare o baciare delicatamente questo punto può rilasciare una sensazione di piacere davvero soddisfacente.

2 - La scalata del Monte Venere, delicata zona erogena

Zone erogene: il Monte di VenereHDiStock

Niente corde, imbragature, o moschettoni: non serve essere dei provetti alpinisti per questa impresa. Percorrere le vie del Monte Venere è più come una vera e propria scalata al piacere. Da compiere a mani nude. Si tratta di una zona spesso – erroneamente – trascurata, data la vicinanza al clitoride e alla presenza dei peli pubici. Ma sono proprio questi a generare piacere: i follicoli sono sensibili al tocco e possono regalare momenti di estasi.

3 - Il cuoio capelluto, quando il piacere parte dalla testa

Zone erogene inaspettate: il cuoio capellutoHDiStock

Avete presente quell'aggeggio – simile a un ombrello senza rivestimento – che si compra sulle bancarelle per massaggiarsi la testa? Oppure quella sensazione di piacere quando il parrucchiere vi fa lo shampoo massaggiando i capelli? Ecco, allora non vi sembrerà assurdo quello che stiamo per dirvi: anche il cuoio capelluto è un punto hot del nostro corpo. Massaggiare la testa aiuta a rilassarsi, alleviare lo stress e permette – come ogni massaggio – il rilascio di endorfine e serotonina che favoriscono il buon umore. Per questo può essere un utile preludio al rapporto sessuale.

4 - L'alluce: il punto G dei piedi

Zone erogene sottovalutate: i piediHDiStock

Vale la stessa cosa che abbiamo appena detto per il cuoio: anche i piedi, se massaggiati delicatamente, contribuiscono a scaricare la tensione. Non solo quella fisica, provocata dai ritmi frenetici, da calzature scomode e strette o da scarpe con i tacchi: anche quella mentale accumulata durante la giornata. Arrivate a casa e chiedete al vostro partner un massaggio mentre vi raccontate le ultime vicende. Vedrete: potrebbe rivelarsi un'ottima anticamera del sesso. P.S. Ovviamente ci sono dei punti che rispondono più di altri, ma se il vostro uomo non è un esperto di riflessologia ci sentiamo di consigliarvi l'alluce: pare sia il “punto G” del piede.

5 - Il retro delle ginocchia, luogo segreto della sensualità

Zone erogene: dietro le ginocchiaHDistock
Zone erogene: dietro le ginocchia

Una cavità nascosta che può funzionare da bottone segreto per accendere il desiderio. L'incavo del ginocchio è una zona sensibile che accomuna entrambi i sessi. L'assenza di peli e la pelle sottile (specie nel retro, per l'appunto), rendono questa zona perfetta per baci hot che provocano sensazioni uniche.

6 - Il naso, zona erogena insospettabile

Il naso è il punto più hot del visoHDiStock

L'ultimo della nostra lista e, probabilmente, anche quello che vi farà maggiormente “storcere il naso” per l'incredulità. Sì, a quanto pare anche il viso ha un altro lato nascosto e poco conosciuto che contribuisce al piacere (e non è la bocca, né le orecchie). Rispetto alle altre parti della faccia il naso ha il maggior numero di terminazioni nervose: per questo funziona da zona erogena se baciato, accarezzato o morso, e non solo per le donne. Anche gli uomini, infatti, non resistono allo sfregamento di questo punto. E arrivati a questo possiamo dire: altro che bacio alla francese! Con il loro tenero (ma a quanto pare non solo) bacio in punta di naso, gli eschimesi ci avevano visto ancora più lungo!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.