Stai leggendo: Ed Sheeran: ‘Da piccolo ero bullizzato perché ero strano, ma esserlo è il segreto del mio successo’

Letto: {{progress}}

Ed Sheeran: ‘Da piccolo ero bullizzato perché ero strano, ma esserlo è il segreto del mio successo’

Ed Sheeran ha raccontato di essere stato vittima di bullismo per tutta l'infanzia, ma col tempo e con la scoperta del suo talento musicale ha trasformato la sua "stranezza" nel segreto del suo successo straordinario.

Ed Sheeran Getty Images

25 condivisioni 0 commenti

Ed Sheeran è uno degli artisti di maggior successo al mondo, ma probabilmente nemmeno lui stesso da piccolo avrebbe mai immaginato di diventare una tale celebrità a livello internazionale.

In una recente intervista rilasciata al rapper Dave e DJ Nihal in occasione della campagna Love Music Hate Racism, il cantautore inglese ha infatti ricordato i grandi problemi subiti durante l’infanzia per via del bullismo, ma ha ammesso che tutto ciò che lo rendeva vittima di tante angherie da piccolo è diventato poi il segreto del suo successo

Sheeran ha infatti raccontato che a scuola si sentiva diverso: “Ero rosso di capelli, quindi sono stato un bersaglio fin dal primissimo giorno di scuola”.

Rosso di capelli, balbettavo, indossavo occhiali enormi, ero un po’ strano ma man mano che sono cresciuto ho finito per amare tutto ciò.

La star di Perfect, che ha sposato in gran segreto la compagna di liceo, Cherry Seaborn, in un’intima cerimonia poco prima dello scorso Natale, ha ammesso anche di “non aver mai avuto molta fortuna con le ragazze”.

Ho sempre avuto un aspetto un po’ bizzarro, e non ho mai avuto molta fortuna con le ragazze. Sembravo sempre strano.

Il periodo più difficile per Sheeran è stata la scuola elementare, che dice di aver “odiato” moltissimo e che piangeva ogni singolo giorno. Solo al liceo, quando ha cominciato a suonare, è entrato in una band e le cose sono cambiate: “È stata una di quelle cose che ti danno fiducia in te stesso, e all’improvviso ti trovi a pensare ‘Ehi, c’è qualcosa che riesco a fare davvero bene!’”.

L’arma vincente, in ogni ambito della sua vita, è stata dunque la musica: “Poi ho cominciato a suonare, e ad ogni esibizione tutti dicevano ‘Oh è il roscio con la chitarra piccola’, e hanno cominciato a ricordarmi per quello”.

All’improvviso cominci ad essere notato perché sei memorabile. Ora dico sempre ai bambini che è fantastico essere strani.

Quello di Ed Sheeran è un messaggio semplice e molto importante, e speriamo che riesca a raggiungere quante più persone possibili.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.