Stai leggendo: 800 Words 3: la recensione del terzo episodio, I Tormenti di Shay

Letto: {{progress}}

800 Words 3: la recensione del terzo episodio, I Tormenti di Shay

Il terzo episodio della terza stagione di 800 Words, I Tormenti di Shay, George ha una missione, mentre Shay affronta in malo modo la sua rottura con Ike.

0 condivisioni 0 commenti

Indice: Pagina 1 800 Words 3: la recensione del terzo episodio, I Tormenti di Shay

Nel terzo episodio della terza stagione di 800 Words, I Tormenti di Shay, vediamo George alle prese con una missione, mentre Shay affronta le conseguenze del break up con Ike. Non lo fa nel migliore dei modi, sicuramente un cuore infranto ci mette tanto a guarire. Ma cosa ha portato a tutto questo?

Nei primi due episodi della terza stagione, i Turner sono stati travolti da una serie di eventi particolarmente pesanti dal punto di vista emotivo. Ike era scomparso, Shay ha dovuto affrontare il trauma della possibile perdita, mentre George ha avuto a che fare con la verità che riguarda i gemelli di Jan. George non è il loro papà e questo riporta tutto verso la direzione di Fiona, forse. 

Un'immagine di George da 800 WordsHDSeven Network
George in un'immagine da 800 Words

Ike per fortuna viene trovato vivo, ma l'esperienza l'ha cambiato profondamente, tanto da fargli rivalutare parecchie cose nella sua vita, a partire dalla sua relazione con Shay. Abbiamo visto Ike e Shay distanti negli ultimi episodi, anche prima dell'incidente, ma non ci aspettavamo un break up così deciso. Shay ovviamente ne esce distrutta e questo terzo episodio ne esplora le conseguenze.

George vuole tirarla su di morale, spronarla ad andare avanti. Shay puntualizza che George non ha mai dovuto affrontare una rottura del genere, perché non è mai stato mollato. Il nostro caro papà Turner tenta comunque di aiutare la figlia, chiedendole di uscire, di svagarsi la mente, di non pensare ad Ike (come se fosse possibile per Shay in questo momento). Dobbiamo dire che il rapporto tra George e Shay è molto maturato. Shay è sempre stata la più ribelle dei Turner e nelle prime due stagioni l'ha dimostrato più volte. In questa situazione, nonostante le difficoltà, prova ad ascoltare il padre. Ci prova. 

Sicuramente le cose non vanno per il meglio, almeno per ora. George, nel frattempo, aiuta Woody in una missione. Ma prima concentriamoci su Shay e il suo sfogo.

Precedente Successivo 800 Words 3: la recensione del terzo episodio, I Tormenti di Shay
Indice:

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE