Stai leggendo: La Vita è Bella, Roberto Benigni: i record e i premi vinti

Letto: {{progress}}

La Vita è Bella, Roberto Benigni: i record e i premi vinti

26 condivisioni 0 commenti

Indice: Pagina 2 La Vita è Bella, Roberto Benigni: i record e i premi vinti

Sette candidature e ben tre statuette portate a casa: miglior colonna sonora a Nicola Piovani, miglior attore protagonista a Roberto Benigni e miglior film straniero. Ma La vita è bella riceve anche un'altra sfilza di prestigiosissimi premi: nove David di Donatello, il Grand Prix Speciale della Giuria a Cannes, il Premio César per il miglior film straniero, cinque Golden Globes e cinque Nastri d’Argento.

La storia di Guido Orefice - che per nascondere agli occhi del figlioletto l'orrore dell'Olocausto, gli fa credere che tutto ciò che accade nel lager nazista in cui sono stati deportati faccia parte di un grande gioco a premi - commuove e rapisce il pianeta intero. La vita è bella diventa il film italiano che ha incassato di più al mondo, quello di maggior incasso in Italia (fino al 2011) ed il film nostrano più premiato agli Oscar. Non solo, Roberto Benigni è il primo italiano (ma anche il primo non anglofono) ad ottenere l'Oscar come miglior attore in un film straniero.

La vita è bella viene proiettato per le scuole e scuote chiunque. Le sale italiane sono sempre piene, si piange e si ride allo stesso tempo - tutti insieme - e ci si chiede come abbia fatto Roberto Benigni a narrare con tale delicatezza una delle pagine più nere della storia dell'umanità, uno dei crimini più efferati e orrendi che l'uomo abbia mai commesso.

Eppure La vita è bella è proprio questo, è il racconto di come si cerca di sopravvivere all'inferno e nonostante la storia del cinema sia piena di tante, notevoli pellicole che hanno affrontato il tema dell'Olocausto, la forza sprigionata dal film di Benigni, il perfetto equilibrio tra lacrime e risate che ti stringe lo stomaco in un pugno, sarà difficilmente equiparabile. 

Sono dunque passati vent'anni dalla quella magnifica notte degli Oscar: tra i tanti che hanno seguito la diretta su Telepiù, qualcuno avrà tremato di emozione, qualcun altro pianto, oppure riso. Ma una cosa è certa: l'urlo di Sophia Loren e l'improbabile camminata di Roberto Benigni sulle spalle del cinema hollywoodiano sono storia. La nostra storia

Roberto Benigni e il discorso di ringraziamento agli OscarHDGetty Images
Precedente Successivo La Vita è Bella, Roberto Benigni: i record e i premi vinti
Indice:

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.