Stai leggendo: La conseguenza, film su amore, morte, tradimento e... seconde possibilità

Letto: {{progress}}

La conseguenza, film su amore, morte, tradimento e... seconde possibilità

Keira Knightley è la protagonista di una pellicola intensa e poetica, che sarà al cinema dal 21 marzo, ambientata negli anni del Dopoguerra, i cui costumi sono disegnati da Bojana Nikitovic. L'abbiamo incontrata.

Da sinistra, Sarksgaard, Clarke e la Knightley ufficio stampa

0 condivisioni 0 commenti

Amore, morte e tradimento, ma anche speranza: questi i temi principali, sviluppati con maestria, che rendono La Conseguenza un film da non perdere assolutamente. 

In sala dal 21 marzo con 20th Century Fox, la pellicola del regista James Kent (Testament of Youth e The white Queen) racconta la storia di Rachael (Keira Knightley), una donna inglese della media borghesia che, cinque mesi dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, raggiunge il marito, il colonnello inglese Lewis Morgan (Jason Clarke) in un’Amburgo distrutta dai bombardamenti. La coppia, però, deve dividere la villa con l’enigmatico architetto tedesco Stefan Lubert (Alexander Skarsgård), che viveva lì precedentemente insieme alla figlia Freeda.

La Knightley e Clarke in una scena de La ConseguenzaHDufficio stampa
Keira Knightley e Jason Clarke, rispettivamente moglie e marito, in una scena del film

La donna, inizialmente, è fredda e ostile nei confronti dei due “coabitanti”, che sono rintanati in un freddo e buio solaio, ma poi, piano piano, gli eventi la portano a instaurare con Lubert un legame sempre più intimo e profondo, destinato a cambiare per sempre le loro vite. Intanto, i problemi e le incomunicabilità con il marito,  insensibile ai suoi desideri e ai suoi sentimenti, diventano fratture che sembrano insanabili. 

Il film tratta il tema delle “seconde possibilità” e di come possano venire interpretate dai vari protagonisti, alla continua e perenne ricerca di una pace interiore: parlare di felicità, in questo caso, sarebbe forse troppo.

Intervista alla costumista Bojana Nikitovic

A rendere realistica e credibile la società e i personaggi di quel periodo storico, ci ha pensato la costumista Bojana Nikitovic, 53 anni, che ha effettuato una ricerca certosina dei look, degli abiti e degli accessori dell’epoca grazie a libri, fotografie e documenti storici. Otto settimane di lavoro per ricreare le divise degli ufficiali e degli operai, i vestiti del popolo affamato e dei protagonisti della media borghesia, che non rinunciano a capi pregiati e finemente lavorati.

Bojana Nikitovic, costumista de La ConseguenzaHDufficio stampa
Bojana Nikitovic, la costumista del film La Conseguenza

L’abbiamo incontrata alla presentazione della pellicola, e ci ha svelato alcuni suoi segreti. Amica e assistente del quattro volte premio Oscar Milena Canonero (che lei definisce "un genio; lavorare con lei è la cosa più importante che ho fatto professionalmente"), la Nikitovic racconta l'importantissima fase della ricerca dei documenti di quel periodo, che testimoniassero con assoluta precisione l’abbigliamento degli anni tra Quaranta e Cinquanta.

Keira Knightley in una scena del film La ConseguenzaHDuff stampa
Keira Knightley con un delizioso look anni Quaranta

Ho trovato tantissime foto storiche, perché i tedeschi sono ben organizzati e, nonostante i bombardamenti, ci sono ancora moltissimi documenti. Ho notato che le donne dell’epoca sono state la vera forza della ricostruzione del Paese: i loro uomini erano morti o in prigione. Nelle foto sono sempre vestite benissimo: anche quando fanno lavori pesanti hanno foulard, capelli pettinati, guanti e accessori.

Sulla protagonista Keira Knightley, ha rivelato che "è il sogno di ogni costumista! Per il modo in cui porta un abito, la sua bellezza, la pelle, il viso, le spalle… Non è un caso che Chanel l’abbia scelta come testimonial, perché ha un’eleganza incredibile". Ed è anche una grandissima professionista.

Keira ha patito un freddo allucinante, giravamo a -15° di giorno, mentre di notte si scendeva anche a -20°. Spesso indossava solo un abito in seta, dove non puoi mettere sotto niente perché si vede tutto. Alla fine delle riprese mi ha chiesto di dirle il nome di quel tessuto, perché non voleva vederlo mai più in tutta la sua vita!.

Un bozzetto per il look della protagonista femminileufficio stampa
Il bozzetto del primo look di Keira Knightley

Per quanto riguarda i look da giorno, spiccano gonne longuette e twin set "fatti dalle maglierie migliori al mondo, ovvero quelle italiane, che producono vestiti che si potrebbero indossare anche oggi", oltre a gioielli "che abbiamo affittato sempre in Italia" e accessori, come collane, cinture e fibbie. Sugli abiti di Sarksgaard, la costumista ha raccontato che

A lui sta bene tutto: anche quando volevamo farlo sembrare dimagrito, gli abiti gli stavano perfettamente. Il mio look preferito è quando si presenta in camicia e gilet, mentre per Keira è nell’unica scena in cui indossa i pantaloni: è un look giusto per l’epoca ma moderno. Le ho fatto indossare scarponcini da montagna che ho trovato a Pompei, con deliziosi lacci rossi: si potrebbero portare anche oggi!

Un bozzetto per Alexander Skarsgårdufficio stampa
Il bozzetto del look di Alexander Skarsgård preferito dalla Nikitovic

Il personaggio che interpreta il marito, invece, indossa quasi sempre "divise fatte in Polonia, realizzate da una sartoria specializzata in divise per i film, che si sono viste in diversi film di Hollywood". Oltre alla classe sociale, anche l’evoluzione dei personaggi è evidenziata dal look: Keira all’inizio del film è "copertissima e rigida, e nel tempo si lascia andare, scoprendo finalmente i suoi sentimenti. Ma anche qualche centimetro di pelle".

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE