Streetmania: 5 brand street che non puoi non conoscere su Instagram (e seguire)

Look GCDS

Hypebeast, Instagram mica è un passatempo!

Gattini, nipoti acquisiti, cappuccini, tramonti, due ragazzi che si baciano, un calice di vino vuoto, brutte scarpe: no grazie. Instagram in questo momento è il nostro occhio sul mondo e ci meritiamo di vedere cose belle, colorate ed interessanti. E allora perché non iniziare a seguire chi di cose belle, colorate ed interessanti ne crea tutti i giorni?

Il pop street di GCDS

God can't destroy streetwear, una dolce ed apocalittica sentenza che ci promette che la gente per strada si girerà a guardarci per studiare la nostra tee o il nostro zip dress, pur fingendo disinteresse. Sì perché Giuliano Calza, il creative director di GCDS, non si limita a portare la moda in strada, ce la fa direttamente indossare: segnaletica verticale, coni stradali, street art, griglie, tende vivaci e un po' azzardate che sfuggono dalla finestra, i fiori al davanzale, guanti da cucina; ma anche le code davanti al club, i bagni affollati, le luci stroboscopiche. La nuova strada italiana in tutta la sua magnifica frivolezza e tendenza inclusiva.

Il gender street di Namilia

Per quanto delicato e soave possa sembrare il nome di Namilia, le geniali menti dietro a questo concept sono andate ben oltre gli stereotipi: li hanno stanati, stracciati e cuciti tasconati aggressivi, incastrati in fibbie, avvolti in sacche militaresche e usati come fodere di tute motociclistiche. L'opulenza della couture si piega al volere dello sportwear, le pinces diventano protesta, i volant urla e la donna o l'uomo che indossano si mascherano di volta in volta da cyborg o da sacrilega divinità induista. Poi tutto tace, il ritmo si distende e ritorna la delicatezza sartoriale, la purezza della silhouette, l'orgoglio del tenero femmineo.

La vena political di ADISH

Questo brand merita il nostro follow perché l'apatia è un'ombra che tutti noi ogni giorno scacciamo e ADISH (appunto apatico in ebraico) ci suggerisce che non si sa se domani potrà andare meglio, ma sicuramente oggi bisogna essere cool. Tramite il filtro di ADISH i capi d'abbigliamento street si adattano perfettamente alle esigenze climatiche (e temperamento) mediorientale: le lande brulle, il deserto ed il caldo impongono tessuti morbidi e confortevoli. Quegli stessi tessuti che delineano il profilo degli abiti della trazione mediorientale, connotati nazionalmente o religiosamente. Contro ogni conflitto e divisione le felpe vanno a sostituire il kaftano, le sciarpe il tallit, rendendo lo stile di questo brand più profondo di quanto non voglia ammettere.

Il futurewear di Marine Serre

Avete mai immaginato un mondo in cui il cielo non è blu, le persone non sono reali e gli oggetti prendono vita? Marine Serre sì, ecco perché dovete seguirla. Indossare la notte, stringersi sogni alla vita, calzare inquietudini grazie a lei diviene possibile. Il confine tra ciò che sta accadendo realmente e ciò che accade virtualmente è labile e malizioso come le trasparenze ed i vezzi delle sue creazioni. L'ansia di sapere cosa c'è oltre si fa incalzante e lo stile di Marinne Serre sembra continuare a sorriderci sibillino. Siamo nella vita vera, nella fantasia o nel futuro? Cliccando follow forse riusciremo a scoprirlo. 

Il ribaltamento visual di HLZBLZ

È nato prima HLZBLZ o Instagram? Ovviamente HLZBLZ, ma a ben vedere questo brand squisitamente street, sembra che la sua direzione creativa abbia capito meglio degli altri - e anche prima, le estreme potenzialità visual della piattaforma. Voltando le spalle al mondo elitario dell'alta moda, HLZBLZ ha portato Instagram nel mondo reale, pensando più a quanto potessero essere instagrammabili i suoi capi piuttosto che realmente vendibili. Le creazioni di Misslawn si comportano come delle aspirapolvere che forsennatamente catturano immagini, loghi, partiture, sfumature e fotogrammi che rimangono intrappolati nell'irriverente filato dei suoi crop top, t-shirt e felpe.

Leggi anche

      Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

      SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE