Stai leggendo: Armie Hammer: 'Chiamami col tuo nome è troppo speciale per avere un sequel'

Letto: {{progress}}

Armie Hammer: 'Chiamami col tuo nome è troppo speciale per avere un sequel'

Nonostante da molti mesi si parli con fiducia di un sequel di Chiamami col tuo nome, Armie Hammer ha espresso dei seri dubbi sull'eventualità di una sua realizzazione, anche perché secondo lui sarebbe difficile eguagliare il risultato del primo film.

Armie Hammer Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

Da quando, oltre un anno fa, Chiamami col tuo nome è uscito al cinema, i fan del film hanno cominciato a sperare subito in un sequel, sulla cui effettiva realizzazione Armie Hammer, uno dei protagonisti, nutre qualche dubbio.

Il film, che racconta della storia d’amore tra il 17enne Elio (Timothée Chalamet) e uno studente del padre, Oliver (Hammer), nel corso di una pigra e indimenticabile estate nei pressi di Crema. Il film vinto un Oscar per la sceneggiatura (a James Ivory), adattata dal best-seller di André Aciman, nel quale si racconta anche il prosieguo della vicenda.

Fino ad oggi, la realizzazione di un sequel era una certezza: più volte il regista Luca Guadagnino, il protagonista Chalamet e anche l’autore André Aciman si erano espressi con fiducia riguardo la produzione del film, che sarebbe però iniziata tra qualche anno, per dare il tempo ai due interpreti principali d'invecchiare un po’ - e si parlava anche della presenza di Dakota Johnson nel cast.

Una nuova intervista che Armie Hammer ha rilasciato a Vulture, però, sembra eliminare ogni speranza in tal senso. Inizialmente, l’attore ha scherzato dicendo: “Timmy se n’è andato, e non sono certo del perché. Timmy ha detto che l’unico scenario possibile sarebbe se lo pagassero 15 milioni di dollari”.

View this post on Instagram

Happy #PrideMonth 🌈 #CMBYN

A post shared by Call Me By Your Name (@cmbynfilm) on

Poi, però, l’attore ha discusso più seriamente della faccenda, rivelando che ci sono state delle conversazioni al riguardo, ma che sono state “molto superficiali”: “Mi sto rendendo conto del fatto che il primo film è stato così speciale per tutti quelli che ci hanno lavorato, e così tante persone che l’hanno visto, sembra che abbia davvero lasciato un segno, che abbia avuto un gran significato per loro. E sembrava davvero la perfetta coincidenza di così tanti elementi diversi che se ne facessimo un altro, credo che ci prepareremmo a una delusione.

Non credo che si possa realizzare qualcosa che sia all’altezza del primo film.

Quando però gli è stato chiesto se anche il regista e Chalamet la pensino allo stesso modo, Hammer ha risposto: “Non ne abbiamo parlato esplicitamente”. Ancora, l’attore ha aggiunto: “Se dovessimo finire con l’avere un copione magnifico, e Timmy sale a bordo, e Luca sale a bordo, sarei un vero st****o a dire di no”.

Ma allo stesso tempo mi dico: ‘Era qualcosa di così speciale, perché non lo lasciamo in pace?’.

Speriamo che questo copione incredibile, alla cui stesura si starebbe dedicando già da qualche tempo lo stesso André Aciman, arrivi e faccia cambiare idea a Armie Hammer!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.