Stai leggendo: Capelli lunghi: come tenerli d'estate

Letto: {{progress}}

Capelli lunghi: come tenerli d'estate

1 condivisione 0 commenti

Indice: Pagina 9 Capelli lunghi: come tenerli d'estate

Capelli al mare, modellaHDIStock
Capelli lunghi in estate

I capelli lunghi sono bellissimi ma nella stagione più calda rischiano di diventare un corposo e umido problema, a causa delle temperature elevate e del sudore. Questo problema non si verifica al mare o nelle zone con un clima molto secco, dove si possono vedere i propri capelli asciutti in pochi minuti grazie al sole e al vento.

In ogni caso, d’estate non è obbligatorio accorciare i capelli per una maggior comodità e praticità, si possono anche raccogliere in tanti modi, dalle code di cavallo alle trecce, dai codini ai semi-raccolti con ciuffetto-fontanella al centro della testa, in mood anni ’90.

Le beachwaves sono bellissime e naturali d’estate, soprattutto su capelli con colpi di sole e di luce o balayage. Si possono utilizzare anche fasce per capelli (ce ne sono anche trendy e lussuose, in materiali pregiati) per trattenere la chioma indietro ed evitare il sudore sulla fronte. L’importante è mantenere una chioma sana e lucente e d’estate, per ottenere questo obiettivo, è consigliabile limitare l’uso di phon e piastra, di spazzole e ferri, e asciugare i capelli al naturale, senza dimenticare trattamenti protettivi per il sole (che disidrata e cuoce il capello) e per il sale. In spiaggia è consigliabile utilizzare un cappello di paglia, che protegge la pelle e la chioma. Maschere ristrutturanti (anche con ingredienti naturali) sono utili e comode per capelli sani e belli.

Chi li ha ricci è meglio che non cerchi di stirarli, sarebbe controproducente e dannoso.

Ragazza con capelli ricci in spiaggiaHDIStock
Capelli ricci d'estate

Il sale rischia di danneggiare i capelli, per cui è necessario prendersene cura con più attenzione.

Ragazza con capelli al mareHDIStock
Capelli lunghi al mare

Un cappello è l'ideale per riparare dai raggi ultravioletti.

Ragazza con capelli lunghi in spiaggiaHDIStock
Cappello per riparare i capelli d'estate

Permanente capelli lunghi

Capelli ricci con permanenteHDImaxTree
Capelli con permanente

Grande retaggio degli anni ’80 e ’90, la permanente è tornata di moda negli anni ’10 con capelli sempre più ricci e mossi. Tra il 2017 e il 2018 si è registrato un boom di questa tecnica, ma in versione diversa rispetto agli hairstyle corposi e voluminosi dei decenni passati. Il mood trendy del 2019 è costituito dalle beachwaves, onde naturali e soffici che si formano naturalmente dopo un bagno di sale e di sole. Alcuni trattamenti permettono di avere questo aspetto in modo duraturo e, in altre parole, sentirsi perennemente sul bagnasciuga.

La permanente può essere fatta su capelli lunghi o corti. Sui capelli lunghi l’effetto ondulato delle onde da spiaggia è accentuato e lascia l’attaccatura e i capelli alla radice più lisci e morbidi, lontani dalle volumetrie extreme anni ’80. I nuovi trattamenti per la permanente sono anche meno dannosi e aggressivi: alla cheratina, rinforzano il capello ondulandolo e permettono di fare a meno di piastre e ferri, che con il calore debilitano inevitabilmente la propria chioma. Chi non vuole sottoporsi a questo trattamento (e non vuole usare la piastra) può comunque ottenere un effetto wavy con le trecce umide, da fare prima di andare a dormire, avvolgendo i capelli in un asciugamano. Oppure usare i vecchi, tradizionali bigodini, o la fascia che crea onde meccaniche.

Precedente Successivo Capelli lunghi: come tenerli d'estate
Indice:

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.