Stai leggendo: Le nazioni del mondo dove c'è parità di diritti tra uomini e donne

Letto: {{progress}}

Le nazioni del mondo dove c'è parità di diritti tra uomini e donne

Belgio, Danimarca, Francia, Lettonia, Lussemburgo e Svezia sono i sei paesi al mondo in cui l'uguaglianza legale di maschi e femmina si è pienamente realizzata.

Manifestazione delle donne in Scozia Getty Images

9 condivisioni 0 commenti

Il mondo sta andando nella direzione dell'uguaglianza tra uomini e donne, ma il cambiamento è molto lento. A oggi sono vi sono solo sei paesi al mondo in cui a uomini e donne hanno pari diritti di fronte alla legge. La notizia arriva da un report della Banca Mondiale.

La crescita del numero di tali paesi, rispetto a un decennio fa, è pari allo zero. Proprio 10 anni fa la banca mondiale ha cominciato a tenere il conto delle nazioni in cui è garantita uguaglianza legale ed economica a entrambi i sessi. Di questo passo le donne non raggiungeranno la piena uguaglianza nelle aree prese in esame dalla Banca Mondiale fino al 2073.

Un'immagine della Marcia delle Donne in AmericaHDGetty Imagines

Secondo ill report "Women, Business and the Law 2019" hanno ottenuto il punteggio massimo di 100 sono solo sei paesi 

Ecco le nazioni europee dove uomini e donne hanno pari diritti:

  • Belgio
  • Danimarca
  • Francia
  • Lettonia
  • Lussemburgo
  • Svezia

Di queste nazioni, la Francia ha visto il maggior miglioramento nello scorso decennio implementando una legge sulla violenza domestica, aumentando le pene per le molestie sessuali sul luogo di lavoro e introducendo il congedo parentale retribuito.

Ma i paesi del Medio Oriente e dell'Africa subsahariana hanno ottenuto un punteggio medio di 47,37, tipico di quelle nazioni in cui le donne hanno la metà dei diritti legali degli uomini nelle zone misurate.

Meeting di lavoro al femminileHDGetty Imagines

Lo scopo dello studio è sviluppare una miglior comprensione di come l'occupazione femminile e l'imprenditoria siano influenzate dalle discriminazioni legali sottolineando come le donne debbano barcamenarsi tra leggi e regolamenti discriminanti in ogni fase della loro carriera, limitando l'opportunità di uguaglianza. 

I criteri analizzati sono: andare nei posti, iniziare a lavorare, essere pagata, sposarsi, avere figli, gestire un business, gestire i propri beni e andare in pensione. Queste attività sono state declinate in domande quali: "Può una donna uscire di casa o viaggiare nello stesso modo di un uomo?" o "Esiste una legislazione rivolta nello specifico alla violenza domestica?"

La media globale è risultata di 74,71, aumento di oltre quattro punti e mezzo paragonato a un decennio fa. Ma il punteggio indica che in media le donne hanno solo i tre quarti dei diritti legali degli uomini.

Nazionale femminile di calcioHDGetty Imagines

Gli Stati Uniti hanno ottenuto un punteggio di 83,75, piazzandosi fuori dai primi 50 paesi. Il Regno Unito ha ottenuto un punteggio di 97,50, la Germania ha totalizzato 91,88 e l'Australia 96,88.

Italia e diritti tra uomini e donne: il nostro paese è solo 22°

E l'Italia? Il nostro paese si piazza al 22° posto con un punteggio di 94,38: un dato non troppo distante da 100, ma fra i peggiori in Europa. Dopo di noi, oltre alla Germania, troviamo solo Ungheria, Cipro e Slovenia. Come spiega la Presidente del Gruppo Banca Mondiale Kristalina Georgieva:

Se le donne avessero pari opportunità per raggiungere il loro pieno potenziale, il mondo non solo sarebbe più equo, ma sarebbe molto più ricco. Il cambiamento sta avvenendo, ma non abbastanza rapidamente e a 2,7 miliardi di donne è ancora impedito di avere le stesse possibilità lavorative degli uomini.

Secondo un altro report del McKinsey Global Institute diffuso nel 2015, colmare il gap tra sessi nella forza lavoro potrebbe aggiungere 28 trilioni di dollari al prodotto interno lordo globale, quasi  la somma dell'economia americana e cinese. L'uguaglianza conviene!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO