Stai leggendo: Lo sfogo furioso di Niccolò Bettarini dopo la scarcerazione del suo aggressore: ‘È uno schifo'

Letto: {{progress}}

Lo sfogo furioso di Niccolò Bettarini dopo la scarcerazione del suo aggressore: ‘È uno schifo'

Un Niccolò Bettarini fuori di sé per la rabbia ha commentato su Instagram la scarcerazione dell'uomo che lo aveva accoltellato, condannato a 9 anni.

0 condivisioni 0 commenti

La scorsa estate Niccolò Bettarini era stato aggredito in un locale milanese: il ragazzo era stato accoltellato alla discoteca Old Fashion dal 30enne Davide Caddeo - che aveva agito insieme ad altri 6 uomini - e si era salvato per miracolo, scatenando l'angoscia e la preoccupazione dei genitori, corsi tempestivamente in ospedale. A distanza di pochi mesi, però, con rabbia e amarezza il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini ha comunicato sui social che il colpevole è stato già scarcerato per ordine del Tribunale di Milano.

L’aggressore ha ottenuto i domiciliari e dovrà presentarsi tassativamente in un centro di cura per tossicodipendenti e una comunità. Ma Bettarini Jr. non è d’accordo con la decisione del giudice e si è sfogato duramente su Instagram.

Complimenti, bravi! Mi ero ripromesso di non riparlare di questa cosa perché, raga, obiettivamente non fa piacere. Non lo faccio per pubblicità o per apparire, stronzate e ca*** varie, perché non me ne frega un c***. Faccio questa storia perché sono inc*** e a quanto pare fare le storie su Instagram è l'unico modo per arrivare alla gente.

View this post on Instagram

meglio morto che come voi

A post shared by Niccolò Bettarini (@mr_bettarini) on

Un furioso Niccolò ha attaccato la giustizia italiana, che a suo avviso non punisce adeguatamente i colpevoli, indipendentemente dalla famiglia e dalla provenienza sociale. Il ragazzo era stato attaccato da un uomo, in stato di alterazione da stupefacenti, per aver difeso una persona e per essere "il figlio di Bettarini".

Al di là del fatto che si commenta da solo quello che è successo. Io sono stato zitto in tutti questi mesi, in cui ne sono successe di cose, son state dette parole... Però a me non me ne frega un c***, dico quel che penso. E quel che penso è la giustizia italiana non esiste, è uno schifo, per chi sia figlio chi, figlio di qua, figlio di là, per tutti quanti.

Il figlio della Ventura è furioso con il giudice Salvini.

Io non studio giurisprudenza e mai la studierò, probabilmente rimarrò ignorante a vita. Però a casa mia se io do una sentenza di nove, sei, cinque anni per tentato omicidio, tentato omicidio eh, dopo un mese dalla sentenza li scarcero tutti con permesso di lavoro ai domiciliari? Qualcosa non quadra.

Bettarini se l’è presa anche col proprio ex avvocato, che sarebbe sparito dopo che il ragazzo aveva rifiutato un’ospitata a Porta a Porta.

Soprattutto volevo fare i complimenti al mio avvocato dal non ho saputo niente per mesi. Ho dovuto sapere tutto attraverso notizie e amici miei. Ci ha abbandonato dopo l'ultima sentenza. Vi spiego anche perché ci ha abbandonato, non me ne frega un c***. La signora Alessandra Calabrò voleva che a gennaio io andassi a parlare in un programma chiamato Porta a Porta per elogiarla del lavoro che ha fatto: bel lavoro ha fatto comunque, sì, sì. Io ho rifiutato perché mi ero promesso, dopo l'ultima sentenza, di non riparlare più di questa cosa. E lei ha avuto la bella idea di mollarci e chiederci 160mila euro di parcella. Sì, sì, 1600mila euro di calci in c***.

Notizie Audaci ha riportato tutto il video dello sfogo.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.