Stai leggendo: Allergia ai gatti: i test da fare, come curarla e le razze di felini con cui convivere

Letto: {{progress}}

Allergia ai gatti: i test da fare, come curarla e le razze di felini con cui convivere

Cos'è l'allergia al gatto, come si manifesta, test e terapie per contrastarla: cosa sapere sui rimedi e le razze di gatti anallergici.

Cos'è l'allergia ai gatti: test, terapie cosa sapere istock

1 condivisione 0 commenti

Indice: Pagina 1 Allergia ai gatti: i test da fare, come curarla e le razze di felini con cui convivere

Avere in casa un piccolo amico a quattro zampe è sempre un piacere immenso. I gatti, ad esempio, sono animali docili che possono adattarsi benissimo anche alla vita di appartamento. Purtroppo però non tutti possono godere della compagnia di questi piccoli amici. Sempre più persone soffrono infatti dell'allergia al gatto che diventa un vero e proprio incubo qualora si voglia adottare proprio un micio come partner casalingo.

Ma cos'è l'allergia al gatto? Quali sono i test da fare per capire se si soffre di questa patologia e soprattutto: esistono dei rimedi o delle razze di gatti anallergici? Per rispondere a tutte queste domande occorre approfondire l'argomento e la prima cosa da capire è proprio cos'è l'allergia al gatto e in cosa consiste. 

Cos'è l'allergia al gatto e come si manifesta

gatti-allergia-cosa-è-sintomi-terapie-rimediHDiStock
allergia al gatto

Può capitare che, da un giorno all'altro, senza mai aver avuto dei sintomi prima, se siete in compagnia di un gatto si inizi a starnutire o a sentire un fastidioso prurito agli occhi. Si tratta di allergia anche se definirla allergia al gatto, o al pelo di gatto non è corretto.

Le persone che soffrono di questa condizione, infatti, non sono allergiche al gatto in sé, ma all'allergene Fel d1 che si trova nella saliva del micio, ma anche nella pelle e nelle urine. Quando l'animale si lecca per lavarsi, ad esempio, trasferisce questo allergene sul pelo che va poi a spandersi nella casa e sui vestiti, al di là della pulizia e della cura che possiate avere del vostro amico a quattro zampe.

L'allergia al gatto si manifesta in svariati modi, più o meno gravi. Generalmente i sintomi sono:

  • rinite allergica
  • starnuti
  • occhi rossi e prurito
  • orticaria da contatto
  • asma
  • difficoltà respiratorie

In alcuni casi i soggetti sensibili all'allergene Fel d1, possono sviluppare uno stato di tolleranza immunologica quindi sembrano non "soffrire" più di questa allergia. L'esposizione costante a questo tipo di allergene, infatti potrebbe portare alla tolleranza, ma non è una condizione definitiva o duratura, anzi.

Basta poco per tornare a soffrire di rinite allergica, pruriti o tosse quando ci si trova a contatto con altri gatti. Potrebbe infatti capitare che un soggetto allergico, dopo essere stato lungamente a contatto con il proprio gatto sia "immune" all'allergia, ma questo può valere solo con il proprio esemplare. Può bastare quindi che si frequenti una casa con un nuovo gatto per tornare a soffrire di questi fastidiosi sintomi. 

Precedente Successivo Allergia ai gatti: i test da fare, come curarla e le razze di felini con cui convivere
Indice:

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.