Stai leggendo: Giorgia ricorda l'ex fidanzato Alex Baroni: 'La sua morte ha lasciato in me una voragine'

Letto: {{progress}}

Giorgia ricorda l'ex fidanzato Alex Baroni: 'La sua morte ha lasciato in me una voragine'

Il dolore per la perdita di Alex Baroni è ancora vivo in Giorgia, che dalla morte dell'ex fidanzato ha imparato una grande lezione: non bisogna mai lasciare niente in sospeso né dare nulla per scontato.

Giorgia Getty Images

19 condivisioni 0 commenti

Sono passati 17 anni dalla tragica morte di Alex Baroni, prematuramente scomparso in un incidente stradale. Eppure, il ricordo che Giorgia ha di lui è più vivo che mai. I due si erano lasciati da poco, ma le cose da dire tra loro erano ancora tante, troppe per essere messe a tacere da un destino così terribile. Giorgia ha ricordato il suo grande amore per Alex Baroni e dell'altrettanto grande sofferenza che ha seguito la sua scomparsa nel salotto televisivo di Verissimo, ospite di Silvia Toffanin. La cantante, seppure con difficoltà, ha raccontato frangenti e attimi dolorosi che, tuttavia, le hanno insegnato tanto: la vita è una e va vissuta intensamente, senza rimpianti.

"La perdita di Alex Baroni è stata una voragine nella mia vita e in quella della sua famiglia", ha esordito Giorgia. Alex le aveva lasciato un messaggio sul telefono la sera prima di morire, un messaggio a cui lei non ha risposto e che ha conservato a lungo:

La sera prima di morire mi aveva lasciato un messaggio sul telefono, al quale non avevo risposto. L'ho conservato per molto tempo, poi il telefono non me l'ha più fatto trovare. Penso sia stato un segno per capire che dovevo affrontare la cosa diversamente.

La cantante ha vissuto anni molto difficili in seguito alla morte del suo ex fidanzato:

Sembra sia successo un momento fa. Ho avuto anni devastanti, ci vuole tempo per tirarsi su. Mi hanno aiutato gli amici e una ventina d'anni di psicoanalisi.

 Giorgia avrebbe voluto morire con lui, il suo Alex. Qualcosa, però, l'ha spinta a guardare avanti, una consapevolezza che si porterà dentro per sempre:

Ho imparato che non bisogna lasciare niente in sospeso, né un 'Vai a quel paese' né un 'Ti voglio bene'. Le cose vanno vissute nel momento in cui ci sono.

Oggi, Giorgia è felice con Emanuel Lo, ballerino e coreografo al suo fianco da 15 anni e da cui ha avuto Samuel:

Dopo sette anni che ci provavamo è arrivato. Vivevo questa mancanza con grande tristezza, poi quando ho rinunciato mentalmente all'idea di diventare madre lui è arrivato. Ho perso due bambini prima di avere Samuel.

Anche dopo un dolore così pungente, il cuore può riaprirsi e accogliere l'amore.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.