La sfilata di Moschino è un inno ai quiz televisivi anni ‘80

La sfilata di Moschino è un inno giocoso e geniale al mondo governato dai quiz televisivi anni '80, spesso unici compagni delle casalinghe. I look, come sempre pop e colorati, ripropongono banconote di dollari, minidress da Barbie o laminature dorate.

Pranzo, caffè, Beautiful, Agenzia matrimoniale, Ti amo…parliamone e poi arrivava, proprio prima di cena, Ok, il prezzo è giusto. La sfilata di Moschino sembra rievocare proprio questo immaginario, da casalinga superkitsch che si tuffa nel proprio pomeriggio in technicolor affidandosi ai giochi televisivi, alle automobili fiammanti in palio, alle vallette con il compito di illustrare i montepremi. Abiti sgargianti e chiome oversize compongono la nostalgia per un’epoca scivolata via, tanto che ripensare al piccolo schermo come compagno del pomeriggio in casa guida il bagno nella nostalgia. Jeremy Scott sceglie di riportare indietro le lancette al decennio del consumismo, del machismo, dell’individualismo, del giocoso, del ludico, del parossismo di forme e colori. Nulla è troppo kitsch o campy, dai gioielli ai tessuti, e le donne di Moschino sembrano, ancora una volta, delle fashion doll in un mondo governato dalle bolle di sapone e dai montepremi televisivi.

Le supermodelle Irina Shayk, Stella Maxwell, Bella Hadid e Kaia Gerber sono a loro agio nei ruoli di donne bellissime, annoiate e truccate pronte ad affidare la propria solitudine al sogno del quiz: era un'epoca arrogante e accelerata, esagerata e furiosa, bastava indovinare il prezzo giusto per portarsi a casa una Ferrari o un set di porcellane.

Soldi

Non è solo la canzone vincitrice di Sanremo 2019 ma anche il tema concettuale che lega le modelle di Moschino sulla passerella del quiz televisivo. Il designer propone tubini, minidress, abitini stampati con l’immagine dei dollari, banconote sartoriali pronte a diventare completi, ruche, balze, volant, maniche, colletti, minicinture. Gli anni trumpisti dei businessman e delle casalinghe ricche, nullafacenti e annoiate, amiche del cuore dei programmi pomeridiani, si accentrano intorno al tema delle banconote, l’aggregatore sociale che compone i tasselli dei programmi pomeridiani e la fortuna dei mariti che hanno costruito grandi ville piene di schermi e stanze.

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Un abito-dollaro

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
L'abito banconota

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Tanti soldi da usare come vestiti

Oro

L’oro, che rievoca gli Eighties di Dynasty e delle pop star, trabocca nella collezione di Moschino. Le modelle sembrano Barbie con abiti, completi, ciondoli, charm, cinture, rifiniture, polsini total gold. Non mancano tubini costellati da maxi-fiocchi e brillantini, pronti a luccicare senza nessuna paura di essere “too much”. L’oro torna come una costante anche negli accessori, dai guanti agli stivali fino alle pochette, e si lega alle pietre, ai collier e al nero matelassè.

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Abito total gold per Moschino

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Lungo abito luccicante

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Abito superbo da fashion doll

ImaxTreeLook della Sfilata Moschino
Tubino dorato con fiocco

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Minitubino luccicante

Vestiti di Barbie

L’ossessione di Jeremy Scott per il binomio donna-bambola torna con outfit dai colori accesissimi, come l’azzurro o il rosa fucsiato, nella forma di minidress, tubini, guanti che sembrano appena usciti da un episodio di Dynasty o Quando si ama. La Barbie, simbolo del consumismo e della bellezza-ricchezza sfrenata anni ’80, torna in abitini da diva di plastica, con cut-out che spuntano ovunque, I look sono da abbinare a chiome cotonate e make up disinvolto.

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Miniabito anni '80

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Abito viola da diva anni '80

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Abito color corallo con cut-out

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Abito bicolor e sgargiante

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Abito con apertura centrale e plissettature

Bibite

Anche le bibite gassate, epici simboli pop degli anni ’80 e ’90, sono state un’ispirazione per Jeremy Scott, che ha progettato abiti “con anidride carbonica”, dalle stampe fresche e dissetanti come una lattina di Coca Cola e i brand colorati scritti in trasversale. Abiti-chinotto o abiti-aranciata hanno accompagnato la passerella delle modelle, ammobiliando un microcosmo che sembra lontanissimo ma che si riaffaccia prepotentemente con tutte le proprie specificità.

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
L'abito frizzante

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Completo in mood bibite analcoliche

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Il look in mood aranciata

Borse a forma di oggetti domestici

Anche gli accessori riprendono la forma degli spazi della casa, che negli anni ’80 era il regno della donna tra prodotti per l’igiene domestica, cosmetici, telecomando e snack da consumare davanti al televisore. Le borse di Moschino assumono le sembianze di detersivi, phon, tubetti di dentifricio, ferri da stiro, incorniciando questa visione pop di un’epoca ormai definitivamente tramontata.

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
La borsa-dentifricio

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
La borsa-detersivo

Pasti veloci

Nell’immaginario di Jeremy Scott, la donna anni ‘80 è truccata, bellissima, vestita in modo eccessivo (ce la immaginiamo in una grande casa del Midwest, con le unghie laccate, la sigaretta in una mano e una bibita nell’altra) ma soprattutto ha perso di vista il rito familiare della cena, spazzato via dalle nuove abitudini dettate dai tempi televisivi. La cena diventa una cosa sola con il quiz, tanto che basta una vaschetta surgelata di piselli, carote, purè da inserire pochi minuti nel microonde per cenare senza dover cucinare o apparecchiare.

ImaxTreeUn look Sfilata Moschino
L'abito concettuale della cena surgelata

Inserti glitter

Nulla è troppo eccessivo per la old/new woman di Moschino, che ai gioielli voluminosi, alle feritoie negli abiti, ai tacchi alti e alle borsette-detersivi aggiunge anche tante lamine e applique glitterate ai propri vestiti. Lingue brillantinate interrompono lunghi spazi di viola, nero, giallo o arancio, rendendo l’impatto ancora più colorato e chiassoso.

ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Laminature glitter
ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Inserti su un minidress
ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Luccichii e asimmetrie
ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Filamenti scintillanti
ImaxTreeUn look della Sfilata Moschino
Laminature orizzontali

Che ne pensate?

Vi è piaciuta questa sfilata?

Leggi anche

      Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.