Stai leggendo: Vacanza a Malaga: le attrazioni più suggestive e i consigli per organizzare il viaggio

Letto: {{progress}}

Vacanza a Malaga: le attrazioni più suggestive e i consigli per organizzare il viaggio

Le principali attrazioni di Malaga, la bellissima città andalusa che si affaccia sulla costa del Sol, da cui nelle giornate limpide è possibile ammirare le coste del Marocco.

0 condivisioni 0 commenti

Malaga non è solo una vivace città situata in Andalusia lungo la Costa del Sol, il litorale spagnolo caratterizzato da belle spiagge di sabbia bianca e intensa vita notturna, ma anche un luogo dove vedere fantastiche attrazioni che testimoniano la sua lunghissima storia.

Questa città, fondata al tempo dei fenici e come Siviglia occupata dagli arabi e poi riconquistata dai cristiani, offre ai propri visitatori suggestivi monumenti come la Cattedrale di Nuestra Señora de la Encarnación o Manquita, in quanto la sua costruzione non fu mai terminata, e l'Alcazaba dove calarsi in atmosfere arabeggianti e godere della bellezza di rigogliosi giardini e cortili realizzati in stile moresco.

Altre imperdibili attrazioni di Malaga sono il Castello di Gibralfaro che veglia sulla città e da cui, nelle giornate, limpide è possibile scorgere, addirittura, le coste del Marocco e il Giardino Botanico La Concepciòn, dove regalarsi una sorta di giro del mondo tra migliaia di specie di piante provenienti da tutti i continenti.

Se, inoltre, amate le avventure ad alto tasso adrenalinico il Caminito del Rey, con le sue passerelle di vetro sospese può regalarvi indimenticabili emozioni.

Ecco, allora, cosa vedere a Malaga in un weekend e tutti i consigli per pianificare il vostro break:

  1. La Cattedrale di Nuestra Señora de la Encarnación
  2. L'Alcazaba
  3. Il Castello di Gibralfaro
  4. Il Giardino Botanico La Concepciòn
  5. Il Caminito del Rey
  6. Come organizzare il viaggio a Malaga

1 - La Cattedrale di Nuestra Señora de la Encarnación

Tra le principali attrazioni da vedere a Malaga vi è la meravigliosa Cattedrale di Nuestra Señora de la Encarnación, sorta sui resti di un'antica moschea di cui oggi è ancora visibile il Patio de los Naranjos, un cortile interno abbellito da piante di agrumi.

La costruzione della Cattedrale di Malaga è avvenuta in oltre duecento anni, dal 1528 al 1783, ma la sua facciata  è rimasta incompiuta e per tale ragione i cittadini di questa città la chiamano affettuosamente la Manquita, ovvero la monca.

Questa meravigliosa Cattedrale si caratterizza per la presenza armonica di diversi stili architettonici come il neogotico, il tardo-gotico, il neoclassico e il barocco, per meravigliose cappelle laterali che ospitano preziosi dipinti e un campanile alto quasi 50 metri da cui ammirare un panorama mozzafiato sulla città.

  • Informazioni utili: per accedere alla Cattedrale di Malaga è necessario pagare un ticket d'ingresso che non da accesso al campanile a meno che non si paghi un supplemento. Il consiglio, quindi, è di specificare al momento dell'acquisto del biglietto che si intende salire, anche, sul tetto della chiesa.
Cattedrale di Nuestra Señora de la EncarnaciónHDiStockphoto
Una vista dall'alto della Cattedrale di Nuestra Señora de la Encarnación.

2 - L'Alcazaba

Un'altra attrazione da vedere a Malaga è l'Alcazaba una fortezza costruita tra il 1057 e il 1063, durante il periodo del dominio arabo, su una struttura fortificata di origine fenicia. Questo meraviglioso edificio, che rappresenta una sorta di miniatura dell'Alhambra di Granada è una delle più importanti testimonianze ancora visibili del periodo arabo di Malaga.

Varcando la Puerta de la Bóveda che rappresenta l'ingresso dell' Alcazaba è, quindi, possibile addentrarsi nei suoi meravigliosi giardini caratterizzati da fontane zampillanti e rigogliose piante e raggiungere il Palazzo Nazari dove sono presenti tre suggestivi cortili.

Dall'Alcazaba è, inoltre, possibile godere di una fantastica vista sulla città.

  • Informazioni utili: per accedere all'Alcazaba di Malaga è necessario pagare un ticket d'ingresso, per risparmiare è possibile acquistare un biglietto cumulativo che includa, anche, l'accesso al Castello di Gibralfaro. La domenica dopo le 14.00 l'accesso all'Alcazaba è, invece, gratuito.
AlcazabaHDiStockphoto
La rigogliosa natura che avvolge l'Alcazaba.

3 - Il Castello di Gibralfaro

Durante un weekend a Malaga è imperdibile una visita al Castello di Gibralfaro che sorgendo in cima all'omonima collina ad un'altezza di 130 metri, offre un meraviglioso panorama sulla città e sul mare. Da qui, nelle giornate particolarmente limpide è possibile scorgere Torremolinos, una famosa località balneare della Costa del Sol e, addirittura, lo stretto di Gibilterra e le coste del Marocco.

Il Castello di Gibralfaro di Malaga è un'altra fortezza risalente al periodo arabo costruita per proteggere l'Alcazaba che si trova, infatti, vicinissimo e grazie alla sua imponenza e alla sua particolare struttura caratterizzata da 2 muraglie è stato l'ultimo avamposto arabo della città a essere rinconquistato dalle truppe cristiane.

Passeggiando per i resti di questa fortezza, simbolo di Malaga, è possibile ammirare l'imponenza della sue mura, la rigogliosa vegetazione mediterranea che cresce nei suoi giardini e il famoso pozzo di Airòn, avente una profondità di 40 metri.

  • Informazioni utili: l'accesso al Castello di Gibralfaro è gratuito la domenica dopo le 14, mentre gli altri giorni della settimana è necessario pagare un ticket d'ingresso.
Castello di GibralfaroHDiStockphoto
La vista dal Castello di Gibralfaro.

4 - Il Giardino Botanico La Concepciòn

Se siete appassionati di fiori, un'attrazione da vedere a Malaga è il Giardino Botanico La Concepciòn, un'incredibile oasi verde considerata uno dei più bei giardini d'Europa, che offre la possibilità di ammirare oltre 2.000 specie diverse di piante provenienti da Europa, America, Asia, Africa e Oceania.

Questo giardino che si estende su un'area di circa 23 ettari è stato creato a fine Ottocento dal Marchese di Casa Loring e poi ampliato nei decenni successivi dai suoi nuovi proprietari, ovvero la famiglia Echevarria-Echevarrieta con lo scopo di creare un paradiso terrestre dove passeggiare tra piante e fiori rari ascoltando il delicato zampillo dell’acqua delle fontane e dei ruscelli che lo abbelliscono.

All'interno di questo giardino sono presenti diverse collezioni di piante grasse, acquatiche, da frutto, insettivore e palme, queste ultime presenti in circa 90 specie diverse.

Una visita al Giardino Botanico La Concepciòn è, quindi, un'ottima occasione per regalarsi una sorta di giro del mondo attraverso la scoperta di moltissime specie vegetali diverse.

  • Informazioni utili: il Giardino Botanico La Conception di Malaga è aperto da aprile a settembre dalle 9.30 alle 19.30, da ottobre a marzo dalle 9.30 alle 16.30. Il biglietto d'ingresso al giardino costa 5.20 euro e la domenica pomeriggio l'accesso è gratuito.
Giardino Botanico La ConcepciònHDPixabay
Un suggestivo scorcio del Giardino Botanico La Concepciòn.

5 - Il Caminito del Rey

Un weekend a Malaga per gli appassionati di trekking può rappresentare un'ottima occasione per scoprire il Caminito del Rey un percorso di circa 8 km che fino a pochi anni fa era considerato uno dei sentieri più pericolosi del mondo.

Il Camminito del Rey, oggi messo totalmente in sicurezza, regala l'emozione di camminare su passerelle sospese nel vuoto ad un’altezza di circa 100 metri per ammirare la gola dei Gaitanes, scavata dal fiume Guadalhorce.

Questo sentiero inizia nei comuni di Ardales o di Álora, situati a pochi chilometri da Malaga, e percorrendolo si possono ammirare, inoltre, numerose specie di piante e alcuni animali come stambecchi, volpi, ghiri e acquile reali.

  • Informazioni utili: per accedere al Camminito del Rey è necessario pagare un ticket d'ingresso e in genere il suo tempo di percorrenza è di 4/5 ore.
Caminito del ReyHDiStockphoto
Una delle passerelle da brividi del Caminito del Rey.

Consigli utili per organizzare un weekend a Malaga

Scoprite interessanti informazioni e consigli per organizzare al meglio il vostro weekend a Malaga.

Il clima di Malaga

Il clima di Malaga è tipicamente mediterraneo, gli inverni sono molto miti e poco piovosi e le estati calde.

Durante l'inverno le minime si attestano sui 7-10 gradi e le massime tra i 17 e 20 gradi, in estate si hanno temperature minime di 20 gradi e massime di 30.

Il clima di Malaga si caratterizza, inoltre, per una ridotta piovosità mentre spesso la città è spazzata dal vento, caratteristica che rende il caldo estivo meno opprimente.

I periodi, comunque, migliori per regalarsi un weekend a Malaga sono la primavera e l'autunno, in quanto si è sicuri di trovare le condizioni meteorologiche migliori per passeggiare alla scoperta della città.

Cosa mangiare a Malaga

La cucina tipica di Malaga si caratterizza per la presenza di diversi piatti a base di pesce, tra le pietanze imperdibili vi sono, quindi, l'espeto de sardinas ovvero deliziosi spiedini di sardine particolarmente salati e il pescaito frito, il pesce fritto. Ogni locale cucina questo piatto in maniera diversa ma, di solito, non mancano mai i calamari, il polipo, i gamberi e le seppie tagliate a striscioline.

Altre pietanze tipiche della cucina malagueña sono le minestre fredde, come il famosissimo gazpacho a base di pomodori, peperoni, cetrioli e cipolle o il salmorejo preparato con pane raffermo, pomodoro, aglio, olio, sale, pezzettini di prosciutto crudo e uovo sodo spezzettato.

Ovviamente, durante un weekend a Malaga non possono mancare lunghi aperitivi a base di tapas sia nella loro variante fredda e, quindi, preparate con salumi, formaggi, alici, olive e insalata sia nella versione calda con pollo, calamari, polipi, patate, uova e verdure.

Dove mangiare a Malaga

Per un break veloce fermatevi all'Antica Casa de Guardia lungo l'Alameda Principal, una bodega fondata nel 1840 che ha visto tra i suoi celebri avventori, addirittura, Picasso. Entrando in questa enoteca vi sembrerà di fare un viaggio a ritroso nel tempo e potete degustare ottimo vino accompagnato da tapas a base di prosciutto iberico e pesce.

Un ristorante di Malaga perfetto, invece, per serate rilassanti e dedicate alla buona cucina è El Mesón de Cervantes. In questo locale accogliente e semplice potete, infatti, assaggiare deliziosi piatti tipici del luogo, consigliatissime sono le pietanze a base di pesce.

Dove dormire a Malaga

Se volete alloggiare in una zona strategica di Malaga per raggiungere le principali attrazioni di questa città prenotate al Soho Boutique Malaga, una bella struttura situata a 500 mt. dalla cattedrale. Questo hotel offre moderne e spaziose camere, alcune dotate di terrazzo, una reception aperta 24h su 24 e il noleggio di auto e biciclette.

Se desiderate, invece, regalarvi un weekend a Malaga alloggiando in una location d'eccezione, scegliete il Parador Hotel situato accanto al Castello di Gibralfaro. Da questo resort si gode di un’eccezionale vista sulla città e sul mare e sul suo tetto è presente una fantastica piscina.

Vota anche tu!

Quale attrazione di Malaga ti attrae di più?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE