Stai leggendo: The LEGO Movie 2: Una nuova avventura tra distopia e glitter

Letto: {{progress}}

The LEGO Movie 2: Una nuova avventura tra distopia e glitter

A 5 anni dal primo The LEGO Movie, “il cittadino qualunque” Emmet e la sua squadra di amici e super amici tornano al cinema per una colorata epopea. Dal 21 febbraio nelle sale.

Una scena di The LEGO Movie 2 Warner Bros.

0 condivisioni 0 commenti

Ci sono pochi prodotti d’animazione, oltre a quelli Disney e Studio Ghibli, che possono vantare la nomea di “classico” ma The LEGO Movie, il primo lungometraggio dell’omonimo franchise Warner Bros., è da annoverare sicuramente tra questi in quanto ha creato un nuovo “canone” in un momento storico in cui tutto, principalmente nell’ambito dell’intrattenimento, sa sempre di più di già visto.

The LEGO Movie inoltre ha anche realizzato il piccolo sogno “multigenerazionale” di vedere un’avventura ambientata nell’universo dei LEGO grazie alla pellicola sceneggiata e diretta Phil Lord e Christopher Miller. Registi e autori di grande immaginazione e allo stesso tempo contemporanei nel linguaggio e capaci di una scrittura in grado, esattamente come i famosi mattoncini, di essere apprezzata a più livelli da tutti e satura il giusto di battute, personaggi e gag che strizzano l’occhio ai bambini di ieri e di oggi.

 The LEGO Movie 2HDWarner Bros.

A 5 anni dalla prima scommessa (vinta) di The LEGO Movie (e a 2 dallo splendido LEGO Batman), Emmet, Lucy e gli altri protagonisti che nel primo lungometraggio made in Warner Bros. sono riusciti a domare il perfido Lord Business tornano al cinema con “una nuova avventura”.

Racconto inedito ma che ha come incipit il finale dello scorso capitolo della “saga” ed è ambientato inizialmente in un mondo distopico che prende spunto con orgoglio da quello di Mad Max per poi proseguire nel super colorato e gritterato Sistema Sorellare in cui regna sovrana l’apparentemente perfida Regina Wello Ke Wuoglio e dove la cifra stilistica del regista di Trolls, Mike Mitchell, che ha sostituto Lord e Miller è palese.

Brothers and Sisters

Pur essendo più farneticante e meno lineare nella trama rispetto al primo lungometraggio, sfiorando anche la complessità dei paradossi temporali, The LEGO Movie 2: Una nuova avventura è un’epopea che fa da metafora al rapporto tra fratello e sorella.

Il fatto che al centro del film non vi sia più un confronto generazionale (padre/figlio), rende The LEGO Movie 2 una pellicola forse meno accattivante per gli adulti rispetto alla precedente ma, nonostante questo, la verve priva di regole e completamente anarchica di Phil Lord e Christopher Miller (ancora una volta per nostra fortuna almeno sceneggiatori) fa sì che il lungometraggio possa essere comunque (quantomeno!) apprezzato a qualsiasi età.

Una scena di The LEGO Movie 2HDWarner Bros.

D’altronde, al di là dell’ormai nuovamente famosissimo LEGO astronauta anni ’80 con tanto di immancabile casco rotto, di strizzatine d’occhio ai grandi e alla recente cultura nerd-pop anche in questo nuovo bislacco viaggio nell’universo degli iconici mattoncini colorati ce ne sono tante e il cameo di Bruce Willis (rigorosamente in versione LEGO) che ogni tanto si scontra letteralmente con i protagonisti vale da solo tutto il film che in fondo altro non è che un secondo frizzante inno alla fantasia volto a ricordarci che crescere non vuol dire rinunciare a praticare l’arte dell’immaginazione.

The LEGO Movie 2 sarà nelle sale italiane dal prossimo 21 febbraio.

Voto6,5/10

Meno accattivante e innovativo del primo, The LEGO Movie 2 è comunque un frizzante inno alla fantasia che ci ricorda che crescere non vuol dire rinunciare a praticare l’arte dell’immaginazione.

Sandra Martone

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.