Stai leggendo: Whoopi Goldberg non si è mai sentita un sex symbol, e dichiara: 'Da giovane non mi trovavano attraente perché nera'

Letto: {{progress}}

Whoopi Goldberg non si è mai sentita un sex symbol, e dichiara: 'Da giovane non mi trovavano attraente perché nera'

In una recente intervista, Whoopi Goldberg ha rilasciato alcune dichiarazioni circa i canoni estetici che vigevano a Hollywood quando era poco più che un'esordiente.

Whoopi Goldberg Getty Images

4 condivisioni 0 commenti

Il tema dell'inclusione è particolarmente sentito al giorno d'oggi. Che sia a Hollywood o in qualunque altro ambiente lavorativo, i riflettori sono puntati sulla diversificazione e sull'accettazione di quanto sembri non incanalarsi nei canoni standard che la nostra società impone. Di certo, però, non è cosa nuova. Tornando allo showbiz, per esempio, si parla da tempo di come cinema, moda e TV impongano delle limitazioni: c'è chi è stato discriminato per la propria taglia, chi per il proprio orientamento sessuale, chi sente di aver subito delle ingiustizie perché ormai di "una certa età" e chi, ancora, sposta l'asse della discussione su questioni di etnia.

Non tutte le minoranze sono rappresentate sul grande schermo e, ancora oggi, purtroppo si parla troppo spesso di razzismo. Una recente intervista rilasciata da Whoopi GoldbergOttessa Moshfegh per Garage Magazine riporta alla luce il tanto dibattuto tema della discriminazione.

La Moshfegh, saggista e giornalista, ha interrogato l'attrice di Ghost e Sister Act in merito ai suoi esordi e al suo accesso all'Olimpo di Hollywood. L'intervista parte da un presupposto: pur avendo lei una fisicità notevole, negli anni '80 e '90 - periodo in cui l'attrice ha visto esplodere la propria carriera -  nessuno ha mai affibbiato a Whoopi Goldberg l'etichetta di icona sexy. Ecco cosa ha dichiarato in merito:

Nel 1987 ho lavorato a Fatal Beauty. Nessuno tra quelli che hanno partecipato alla realizzazione di quel film mi ha mai reputato sexy. Non hanno neppure mai pensato a me come a una donna, perché sono nera.

Parole forti che, secondo l'intervistatrice di Whoopi Goldberg, celano più di un fondo di verità, se non altro per il loro inquadramento storico. Negli anni '80 non esistevano nel mondo dello spettacolo molte donne di colore realmente di successo. Chi è riuscito a conquistare il pubblico bianco, dice la Moshfegh, ce l'ha fatta perché ne ha imitato gli standard estetici o perché, in qualche modo, ci si avvicinava. Potrebbe essere il caso di Iman o di Naomi Campbell, bellezze dalla pelle d'ebano ma con tratti somatici poco caratterizzanti.

Basti pensare, poi, al fatto che per vedere una donna di colore vincere l'Oscar si è dovuto aspettare fino al 2002, anno in cui a vincere la tanto agognata statuetta è stata Halle Berry.

Whoopi GoldbergHDGetty Images
Whoopi Goldberg è sempre stata una donna anticonvenzionale

Prescindendo da ciò, c'è sempre stato qualcosa che ha reso Whoopi Goldberg "diversa" dalle altre attrici, a partire dal suo senso dello stile sopra le righe. Circa la moda e le sue scelte anticonvenzionali in termini di look, la Goldberg - che sta lanciando anche una propria linea di abbigliamento, DUBGEE - ha dichiarato:

Adoro i tacchi alti, ma li ho sempre messi con i calzini. E la moda mi sta finalmente raggiungendo. Quando vai alle sfilate ora vedi modelle in passerella con tacchi e calzini.

Che ne pensate di quello che ha dichiarato Whoopi Goldberg?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.