Stai leggendo: Un'altra morte ingiusta e orribile in Game of Thrones: è morto Ser Pounce

Letto: {{progress}}

Un'altra morte ingiusta e orribile in Game of Thrones: è morto Ser Pounce

Ser Pounce era il gatto del giovane Tommen Baratheon, introdotto nella quarta stagione e sparito dopo la sesta. Ora i creatori della serie hanno confermato di aver eliminato il personaggio off-screen.

EMilia Clarke e Kit Harington Helen Sloan/HBO

5 condivisioni 0 commenti

Mancano ancora due mesi all’inizio dell’ottava e ultima stagione di Game of Thrones e già abbiamo da piangere la dipartita di un personaggio.

Gli showrunners della serie, David Benioff e D.B. Weiss, infatti, hanno confermato di recente a Entertainment Weekly che un personaggio amato dai fan morirà, anche se non vedremo la terribile scena della sua morte. Si tratta di Ser Pounce, il gatto di Tommen Baratheon, che era stato introdotto nella stagione 4.

Secondo Benioff, “Cersei odiava il nome di Ser Pounce così tanto che non è riuscita a lasciarlo in vita. Quindi si è inventata l’esecuzione più diabolica. La morte di Ser Pounce è stata così orribile che non potevamo nemmeno mandarla in onda”.

In realtà il gatto si è visto in un solo episodio, ovvero quello intitolato In cerca di un colpevole (il quarto della quarta stagione, in originale Oathkeeper). Dato che però alcuni personaggi da tempo dispersi come Beric Dondarion e Gendry sono riapparsi nella settima stagione, i fan della serie, forse perché rimasti orfani di tanti volti amati, hanno cominciato a riporre le loro speranze sul felino, auspicando che almeno Ser Pounce potesse essere una figura sulla cui sopravvivenza fare affidamento. Ma questo è Game of Thrones, certe speranze sono infantili.

Attenzione! Possibili spoiler!

Tommen, se ricordate, era morto suicida dopo l’esplosione che ha distrutto il Grande Tempio di Baelor nella quinta stagione, e in un’intervista l’attore che interpreta il giovane Baratheon, Dean-Charles Chapman, aveva detto che sperava che Ser Pounce “non fosse rimasto ucciso nell’esplosione”, augurandosi anzi che potesse “proseguire con la sua vita e magari trovare una compagna”. Anche lui sarà rimasto scosso dalla notizia.

In realtà pare che il gatto in questione fosse un po’ difficile da gestire sul set. Benioff infatti ha detto: “Lavorare con quel gatto non era per niente divertente. I cani in genere fanno quello che gli chiedi se sono intelligenti e ben addestrati. I gatti fanno quello che gli pare”.

Game of Thrones tornerà nella notte tra il 14 e il 15 aprile prossimi. Siete pronti?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.