Stai leggendo: Il meglio di The Good Wife in 10 episodi indimenticabili (e 10 orribili)

Letto: {{progress}}

Il meglio di The Good Wife in 10 episodi indimenticabili (e 10 orribili)

Tirando le somme di questa gran bella serie tv durata 7 stagioni, sono tanti i momenti rimasti impressi nella nostra memoria, alcuni certamente di più e altri… meno!

3 condivisioni 0 commenti

The Good Wife è ricordata come una delle migliori serie legal di sempre. Vincitrice di 1 Golden Globe e 4 Emmy Awards, la serie ha esplorato per sette stagioni il valore della legge, dei diritti e della legalità.

Andata in onda per la prima volta in Italia il 9 ottobre 2010, narra le vicende di Alicia Florrick (Julianna Margulies) che si ritrova coinvolta nello scandalo sessuale provocato dal marito, il procuratore Peter Florrick (Chris Noth). Senza lavoro e con una famiglia alle spalle, la donna decide di rimettersi in gioco iniziando a svolgere la professione che, a causa del matrimonio, aveva abbandonato: quella di avvocato.

The Good Wife, andata in onda fino al 2016, ha ottenuto un forte successo di pubblico. Tuttavia, come può capitare, anche in questa serie TV è possibile scovare 10 episodi indimenticabili e 10, invece, da dimenticare. Quali? Ripercorriamoli insieme!

The Good Wife: 10 episodi indimenticabili e 10 da dimenticare

Il meglio di The Good Wife in 10 episodi indimenticabili

1 - "Pilot", stagione 1, episodio 1

È difficile realizzare un pilot solido e coinvolgente e The Good Wife è da prendere come esempio. Nonostante la complessità delle informazioni e della storia, il primo episodio ha tenuto i telespettatori incollati allo schermo riuscendo a creare il giusto equilibrio tra ritmo e tensione narrativa. È stata un'impresa impressionante, la grande capacità di delineare e sviluppare i personaggi in poco meno di un'ora ha fatto centro, lasciando il segno. Non per niente i parallelismi tra la prima e l'ultima scena di The Good Wife sono diventati un cult.

2 - “Scegliere”, stagione 1, episodio 23

Così come il pilot, anche l'ultimo episodio della prima (e memorabile) stagione di The Good Wife è stato impeccabile sotto diversi punti di vista. A suggellare la particolarità di questo episodio è il sapiente intreccio dei tre elementi base di ogni serie TV che si rispetti che, in questo caso, sono stati mirabilmente delineati l'uno con l'altro: sceneggiatura, montaggio e intreccio. E, se da un lato il bandolo della matassa sembra sciogliersi, dall'altro lato qualcosa va storto di nuovo, perché Peter è tornato a casa ma il telefono di Alicia squilla, ed è Will. La prima stagione si conclude con un cliffhanger da maestro.

3 - “Difensore di sostegno”, stagione 2,  episodio 1

Nel primo episodio della seconda stagione di The Good Wife, Eli Gold cancella il messaggio di Will dal telefono di Alicia, ovviamente all'insaputa di entrambi. Ciò ha delle conseguenze mostruose e non solo sui protagonisti ma anche, e soprattutto, sui telespettatori che sempre più turbati dalla spietatezza di Eli si sono ritrovati coinvolti nella vicenda in maniera inaspettata, dal momento che, fino alla fine della serie TV, saranno informati di un particolare importante di cui i protagonisti non potevano sapere niente.

Più di ogni altra serie TV, The Good Wife si è distinta per la naturale capacità di piantare semi di storytelling, coltivandoli fino al momento giusto.

The Good Wife: una prima stagione indimenticabileHD

4 - “Lo stratagemma” Stagione 2, Episodio 6

"Lo stratagemma" potrebbe non essere un episodio degno di nota se non fosse per la messa in scena del personaggio interpretato da Michael J. Fox, Louis Canning, uno dei characters più forti pur non avendo un ruolo fisso all'interno della serie TV.

The Good Wife ha un'incredibile abilità nel legare questa tipologia di personaggi alla trama, facendoli sentire familiari e parte integrante dell'intreccio anche se non si vedono spesso in scena. E anche se in questo episodio non è successo nulla di particolare, la prima apparizione di Canning è la prova di quanto la sceneggiatura della serie TV fosse davvero di altissimo livello.

5 - “Nove ore” Stagione 2, Episodio 9

La seconda stagione di The Good Wife è stata incredibilmente (e talvolta troppo) complessa, il che alle volte ha dato l'impressione che la storia fosse come rallentata. Per questo la suspence creata dall'episodio in cui Alicia e i suoi colleghi dovevano salvare un uomo nel braccio della morte ha reso l'episodio un toccasana. Le capacità oratorie di Alicia sono fiorite: è stata una delle prime volte in cui il caso trattato nella serie TV è riuscito a trasmettere una storia vera di etica e moralità. Da lì in poi lo spettacolo ha continuato a eccellere.

6 - "Squadra rossa, squadra blu" Stagione 4, Episodio 14

The Good Wife è resa così incredibile anche per merito della sua protagonista, Alicia, una donna affascinante e complessa, piena di sfaccettature. Non è simpatica e non è una "donna forte". È una persona interessante e il fatto che la serie TV le abbia permesso di essere proprio così per sette stagioni sembra quasi rivoluzionario. Soprattutto in questo episodio in cui la potenziale partnership di Alicia è minacciata, lo spettacolo si addentra profondamente nei sentimenti della protagonista, esplorando il suo rapporto con il potere, il conflitto che scaturisce e che va di pari passo con la crescita della sua carriera e con la sua relazione, sempre più complessa e sempre più avvincente, con Will.

The Good Wife: Alicia, protagonista indimenticabileHD

7 - “Rivelazione” Stagione 5, Episodio 5

Questo episodio è la prova evidente di una delle qualità assolute di The Good Wife: la capacità di costruire forti relazioni tra i personaggi prima, e la capacità di mettere alla prova tali relazioni poi. Esplorando la scelta di Alicia di creare la sua società con Cary, lo spettacolo è riuscito a testare la verità del legame tra Alicia e Will, quello che succede quando gli amici diventano nemici, i limiti e l'etica delle ambizioni. La serie qui ha compiuto una prodezza narrativa che nemmeno alcuni lungometraggi riescono a vantare.

8 - “Colpo di scena” Stagione 5, Episodio 15

Nell'epoca delle perdite e della cultura dello spoiler, le vere sorprese televisive sono rare. Il fatto che la morte di Will Gardner sia stata una vera sorpresa è notevole. Ma ciò che è ancora più straordinario è quanto il testo della scrittura sia stato in grado di descrivere e rendere tangibile la violenza, l'ingiustizia e il terrore che hanno caratterizzato il momento della sua morte. Incredibilmente difficile da guardare e soprattutto da digerire perché Will era un personaggio molto amato. Ma questa è un’ulteriore conferma che The Good Wife non ha mai cercato soluzioni facili per conquistare il pubblico, piuttosto ha avuto il coraggio di mettere in discussione tutto pur di raccontare la sua storia.

9 - "Un mondo materiale" Stagione 5, Episodio 17

Will e Alicia sono considerati la coppia protagonista di The Good Wife, la loro romantica chimica è stata impareggiabile per tutta la durata della serie. Ma come interpreti nessuno lavora bene come Julianna Margulies e Chris Noth. È un fatto che la dinamica tra Peter e Alicia sia così complessa e in continua evoluzione, ma gran parte del merito va a Margulies e Noth stessi. In questo episodio, a causa della morte violenta di Will, Peter e Alicia riescono ad avere la loro prima conversazione a cuore aperto dopo anni. Questo è stato un momento incredibile, una prova attoriale di altissimo valore.

10 - "All'ultimo istante" Stagione 6, Episodio 11

Un episodio costruito in modo complesso e con il giusto ritmo e la perfetta tensione narrativa. In più è davvero divertente da guardare. C'è qualcosa in The Good Wife che è intangibile e difficile da descrivere, ma si esprime soprattutto nel racconto corale quando tutti i personaggi lavorano insieme per risolvere un problema apparentemente impossibile, e la posta in gioco è alta e non si riesce proprio a immaginare come potrà finire.

Il peggio di The Good Wife in 10 episodi da dimenticare

 

1 - "Manuale per genitori" Stagione 3, Episodio 10

Ricordate quando Grace Florrick venne rapita scatenando il panico di tutti e poi Kalinda la salvò in gran segreto? Probabilmente no, perché ci sono state alcune storie in The Good Wife che è stato meglio dimenticare. Questa, purtroppo è una di quelle.

The Good Wife: gli episodi più bruttiHD

2 - "Girotondo" Stagione 3, Episodio 13

Quando The Good Wife ha bisogno di "educare" gli spettatori per far comprendere loro un determinato caso lo fa in modo diretto ed efficace. Ma questo episodio è stato fin troppo noioso e didascalico, forse a causa della scelta di un soggetto troppo complicato e non adatto alla serie TV.

3 - "Curatore fallimentare" Stagione 4, Episodio 1

L'arrivo dell'ex marito di Kalinda, Mark, all'inizio della quarta stagione di The Good Wife è stato uno dei tanti tentativi della serie di dar vita a sottotrame per Kalinda, provando a separarla da Alicia.  In questo caso, però il tentativo è fallito. Questo perché agli spettatori è stato chiaro sin da subito che nonostante i modi di fare violenti e il temperamento instabile, Mark non avrebbe mai ucciso Kalinda. Di conseguenza, l'intero arco narrativo che ha coinvolto i due non è stato concepito in modo efficace.

The Good Wife: le storyline da dimenticareHD

4 - "Anatomia di una battuta" Stagione 4, Episodio 7

Anche se Christina Ricci è una star di grandissimo talento, in questo episodio di The Good Wife si è dimenata come una "esilarante cabarettista", ma non per colpa sua, piuttosto a causa di un materiale comico piatto in modo impressionante.

5 - "La legge non è uguale per tutti" Stagione 4, Episodio 9

Ci sono momenti in cui The Good Wife affronta problemi sociali o questioni legali spinose con sorprendente chiarezza, senza mai far perdere l'attenzione, cosa rara per uno spettacolo che dura un un'ora. Tuttavia questo episodio si è rivelato piuttosto deludente, poiché ha affrontato il tema del matrimonio gay in modo superficiale, con una sufficienza lontana da ciò a cui aveva abituato.

The Good Wife: Eli Gold, l'astuto consulente d'immagine di PeterHD

6 - "Oggetti lucenti" Stagione 6, Episodio 5

Ci sono stati momenti davvero esilaranti in The Good Wife. Ma quando la serie TV ha "cercato" di essere divertente, in realtà ha forzato la mano, ottenendo l'esatto contrario: una noia mortale. Questo è accaduto in particolare nell'episodio 5 della sesta stagione:  la personalità bizzarra di Elsbeth Tascioni più che simpatica è risultata ridicola e di cattivo gusto.

7 - "Il processo" Stagione 6, Episodio 10

The Good Wife non si è mai concentrata eccessivamente sul ruolo di Alicia come madre, ma ha sempre mantenuto il giusto equilibrio riuscendo a calibrare perfettamente episodi di vita privata con la carriera della protagonista. Tuttavia ci sono stati dei momenti un po' "fuori di testa" che hanno mostrato un lato di Alicia sconclusionato e poco credibile.

Questo episodio è un esempio, e anche se Alicia non è né una madre stupida né ingenua, ci sono stati momenti in cui la sceneggiatura l'ha fatta apparire in questo modo.

The Good Wife: Alicia e il rapporto con i figliHD

8 - "L'occhio della mente" Stagione 6, Episodio 14

Gli spettatori hanno passato la maggior parte della sesta stagione a chiedersi cosa stesse esattamente succedendo nella testa di Alicia, e la risposta della serie TV è stata quella di impostare un episodio volto ad esplorarne i pensieri. Il risultato è stato uno sforzo frenetico per cercare di cogliere tutte le sfumature della sua personalità: dalla sua sessualità ai sentimenti nei confronti dei figli, fino ai suoi scrupoli etici e morali. Il risultato è stato un'apoteosi del telling a discapito dello showing che ha lasciato negli spettatori una sensazione di insoddisfazione.

9 - "Socio cercasi" Stagione 6, Episodio 22

In sé questo non si può considerare un brutto episodio; ciò che lo rende negativo è stato lo scisma tra Kalinda e Alicia: la loro amicizia è stata una delle cose più avvincenti dello show. The Good Wife non si è mai più ripresa da questa imperdonabile perdita.

The Good Wife: Jackie e HowardHD

10 -  "L'udienza" Stagione 7, Episodio 16

Ci sono state volte in cui gli scrittori di The Good Wife sono stati sorprendentemente originali e hanno dato il meglio di sé proprio nei  punti più difficili di narrazione. E poi ci sono stati dei momenti in cui si sono persi "in un bicchier d'acqua". Questo episodio incentrato sulla volontà di Eli di intercettare il processo di Peter attraverso una presa d'aria del bagno ne è un esempio, si è rivelato privo di senso, irrealistico e incredibilmente frustrante considerate le alte aspettative riposte nella serie TV e la sua capacità di stupire il pubblico.

Dopo questa carrellata incentrata sul meglio e sul peggio di The Good Wife è venuta un po' di nostalgia. Vi lasciamo con il nostro omaggio ad Alicia Florrick e  con una nuova consapevolezza che proprio la serie ci insegna: non sono gli errori di percorso a caratterizzare qualcuno o qualcosa, ma la propria capacità di sapersi rimettere in piedi.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO