Anna Foglietta: la rivelazione fashion di Sanremo 2019

Anna Foglietta

Fra completi monocolore e vestiti di glitter accecanti, Anna Foglietta si dimostra la vera fashion icon di questo Sanremo 2019.

La moda dell'Ariston può essere affascinate, come gli abiti fiabeschi di Antonella Clerici, scandalosa, come la farfalla di Belèn, o provocatoria come Loredana Bertè con il finto pancione. Ma rimane la protagonista, insieme alla musica, di uno degli eventi televisivi più attesi all'anno.

E se la primadonna di questo Sanremo 2019 Virginia Raffaele non ha saputo farci sognare, a pensarci è stata - in modo del tutto inaspettato - Anna Foglietta. È lei la vera scoperta fashion di questa edizione - la conduttrice del Dopofestival - che sul palco dell'Ariston indossa luminosi abiti argentati e eleganti smoking maschili, firmati Alberta Ferretti.

GettyAnna Foglietta Sanremo 2019
Anna Foglietta, l'abito della finale

A sorprendere tutti è stato in modo particolare l'abito nero con gonna ampia e vaporosa e scollatura a cuore cut out. Bellissima anche la collana in rubini and diamanti di Pasquale Bruni. Anna ha incantato tutti con la sua raffinatezza e la vitalità, dimostrando cosa vuol dire essere chic su un palco come l'Ariston.

GettyAnna Foglietta
Anna Foglietta

Anna Foglietta come secondo look della quarta serata ha indossato un total look white, composto da un completo dal taglio maschile e una camicia con rouches.

Per la terza serata sceglie un tailleur nero Alberta Ferretti.

Tornando indietro all seconda serata, invece, la vediamo in una jumpsuit bianca ricamata con paillettes d'argento e polsini di perline.

Ancora della seconda serata è l'abito con frange bianco e nero sempre di Alberta Ferretti.

Sono una donna molto attenta alla moda, mi piace moltissimo pur non essendone una vittima. Penso che per un’attrice sia importantissimo sfruttare la moda invece che esserne sfruttata.

Chi è Anna Foglietta

Anna Foglietta fa il suo esordio come attrice nel 2005 con la serie tv La squadra, nella quale interpreta l'agente Anna De Luca. Poi passa al cinema con 4-4-2 - Il gioco più bello del mondo, Se chiudi gli occhi e Solo un padre. Ma è soprattutto nella commedia Nessuno mi può giudicare, con Paola Cortellesi, che rivela le sue doti di attrice brillante: la parte - interpretava da escort - le vale una candidatura al David di Donatello e al Nastro d'argento. 

Nel 2008 entra a far parte del cast di Distretto di Polizia, poi ecco il ruolo da protagonista: prima nel film Colpi di fulmine, poi in Perfetti Sconosciuti eCosa vuoi che sia. Recentemente ha anche fatto parte del cast di La mafia uccide solo d’estate.

Il Dopofestival non è la sua prima esperienza come conduttrice: nel 2014 infatti ha affiancato Paolo Ruffini nella serata dedicata ai David di Donatello.

Leggi anche

      Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.