Stai leggendo: Brie Larson di Captain Marvel: 'L'idea di guadagnare tanti soldi mi ha sempre spaventata'

Letto: {{progress}}

Brie Larson di Captain Marvel: 'L'idea di guadagnare tanti soldi mi ha sempre spaventata'

Brie Larson, che sta per debuttare nel MCU nel ruolo della formidabile Captain Marvel, racconta come sia stato "spaventoso" ritrovarsi improvvisamente con più soldi di quanti le servano: si sente ancora una persona del tutto normale e senza pretese.

L'attrice Brie Larson Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Brie Larson sta per debuttare al cinema in Captain Marvel, il primo film del MCU con una donna come protagonista, ma la fama è arrivata nel 2016 con la vittoria agli Oscar per il dramma Room.

In una recente intervista con il magazine inglese Marie Claire, l’attrice 29enne ha raccontato come è stato diventare famosa, soprattutto dopo aver vissuto una vita parsimoniosa, sottolineando come si senta ancora una persona del tutto normale e piena di difetti: “La gente pensa che io sia diversa, che al mio risveglio non abbia le stesse mattinate degli altri p che sia immune a difetti e non mi venga l’acne”.

Tutte quelle cose capitano anche a me, è solo che per la gente è più difficile notarle, quando tutto ciò che vedi è red carpet o un film montato ad arte.

Quando ha vinto l’Oscar, Brie Larson aveva 26 anni: in quel momento la sua vita è cambiata, anche dal punto di vista finanziario, e nell’intervista la star dice che avere più soldi di quanti le servissero è stata “un’esperienza nuova”.

Mi ha sempre spaventato.

E ha spiegato: “Quando finalmente potevo andare fuori a comprarmi una T-shirt mi dicevo: ‘Come può costare 100 dollari? Ne potrei comprare 50 al negozio dell’usato”. Brie Larson era abituata a una vita parsimoniosa: “Non mi serve tutta quella roba, ho quella giacca di jeans che uso da tre anni. Sto a posto, non me ne serve un’altra”.

View this post on Instagram

I threw a cake like a frisbee but it was a cake.

A post shared by Brie (@brielarson) on

L’attrice ha raccontato di essere cresciuta in un monolocale con la madre e la sorella, e ha presto imparato a dare più valore alla sua felicità interiore che non alle cose materiali: “So per esperienza che gli oggetti materiali non mi fanno sentire nulla. Quello che mi dà piacere è poter aiutare gli altri”.

Sono felice di essere cresciuta con così poco perché so per certo che non ho bisogno di nulla.

C’è da aspettarsi che dopo Captain Marvel, che sarà seguito a breve da Avengers: Endgame, la vita di Brie Larson stia per essere travolta da un livello di notorietà che le è ancora sconosciuto. Intanto, l’attrice sa che aver interpretato questo ruolo le ha cambiato la vita a livello personale: “Per me, già solo il fatto di aver accettato la parte e il processo di trasformazione per diventare fisicamente forte mi ha cambiato molto e mi ha resa molto più forte mentalmente”.

Mi auguro che possa ricordare agli altri che, qualsiasi sia il loro percorso, hanno forza dentro di sé.

Captain Marvel uscirà in sala il 6 marzo.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE