Stai leggendo: Kate e William hanno vietato i tablet ai loro bambini (e secondo i pediatri è giusto così)

Letto: {{progress}}

Kate e William hanno vietato i tablet ai loro bambini (e secondo i pediatri è giusto così)

Il Duca e la Duchessa di Cambridge sono dei genitori severi ma giusti con i figli ai quali, tra le altre cose, per ora non permettono di usare i tablet.

George e Charlotte Getty Images

3 condivisioni 0 commenti

Kate e William sono dei bravissimi genitori e tengono davvero molto, come è naturale che sia, all’educazione dei loro bambini. Il Duca e la Duchessa di Cambridge, infatti, hanno regole molto precise e una delle quali in particolare vieta rigorosamente al piccolo George e alla sorellina Charlotte di usare i tablet.

Questa decisione, ha spiegato una fonte vicina alla famiglia reale a US Weekly, è stata presa da Kate e William per spronare i loro figli a giocare all’aperto o comunque con giocattoli “veri” e soprattutto in grado di incoraggiare attivamente la loro fantasia:

I tablet in quel di Kensington Palace sono visti molto come ‘i giocattoli’ di mamma Kate e papà Will e non come strumenti di diletto che anche i bambini possono utlizzare.

Se sia giusto o meno dare il permesso ai più piccoli di "smanettare" con iPad e simili si è di recente espressa anche la Società Italiana di Pediatria, in un documento pubblicato sull'Italian Journal of Pediatrics, dove si legge che i bambini fino ai 2 anni non dovrebbero mai usare smartphone e tablet; quelli tra i due e i 5 dovrebbero utilizzarli per meno di un’ora al giorno mentre ai piccoli tra i 5 e gli 8 anni sono concesse un paio d’ore ma mai durante i pasti o prima di andare a dormire (e sempre sotto la supervisione di un adulto) in quanto:

Numerose sono le evidenze sulle interazioni [dei tablet] con lo sviluppo neurocognitivo, il sonno, la vista, l’udito, le funzioni metaboliche e lo sviluppo emotivo in età evolutiva.

Considerando che George e Charlotte hanno ancora solo 5 e 3 anni, è fondamentalmente giusto  - anche secondo i pediatri - che i piccoli stiano ancora lontani da dispositivi tecnologici come i tablet. In alternativa a questi, Kate e William spronano i figli a praticare parecchi sport: George ad esempio ha imparato a sciare già all’età di due anni e ama anche giocare a tennis mentre principessa Charlotte adora ballare e aiutare la mamma a fare gli onori di casa.

William Kate e i figliHDGetty Images

Anche se all’apparenza possono sembrare severi, in realtà William e Kate lasciano i figli abbastanza liberi di godersi la propria infanzia e soprattutto - al di là degli eventi pubblici - non li obbligano a seguire in casa gli anacronistici protocolli reali ma, al contrario, fanno in modo che all’interno delle mura di Kensington Palace Geoge, Charlotte e l’ultimo arrivato Louis possano sentirsi bambini "normali".

Che ne pensate?

Fonte: CheatSheet

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE