Stai leggendo: Stardust: la vita dell'Uomo che cadde sulla Terra David Bowie diventa un biopic con Johnny Flynn

Letto: {{progress}}

Stardust: la vita dell'Uomo che cadde sulla Terra David Bowie diventa un biopic con Johnny Flynn

Johnny Flynn è appena stato ingaggiato per interpretare David Bowie in un biopic che racconterà il suo primo tour in America, ma il film deve superare un enorme ostacolo: il figlio di Bowie non vuole concedere i diritti sulla musica del padre.

1 condivisione 0 commenti

Il biopic Stardust ha trovato il suo David Bowie: sarà l’attore e cantante inglese diorigini sudafricane Johnny Flynn.

L’artista 35enne si unisce dunque al cast di cui già facevano parte Jena Malone e Marc Maron per raccontare la vita di una delle star più famose e straordinarie del panorama musicale mondiale. Il film seguirà in particolare il periodo in cui la carriera di Bowie cominciò a decollare a livello internazionale, dopo il suo primo viaggio in America nel 1971: è in quel momento che creò il suo alter-ego Ziggy Stardust, da cui il titolo del film.

La notizia arriva a poco più di tre anni dalla morte dell’icona della musica, avvenuta a New York il 10 gennaio del 2016 dopo una lunga battaglia con il cancro.

Johnny Flynn al momento è a teatro a Londra con Kit Harington nella play True West di Sam Shepherd, e tra i suoi ruoli più famosi all’attivo ci sono le serie Vanity Fair, Genius (è il giovane Einstein) e Lovesick; mentre tra i film Sils Maria, al fianco di Kristen Stewart e Juliette Binoche. Da poco ha anche recitato nei panni di Felix Tholomyes nella produzione BBC de I miserabili. In Stardust, Jena Malone (Orgoglio e pregiudizio, Hunger Games, Vizio di forma) sarà Angie, la moglie di Bowie all’epoca; Marc Maron (Glow), invece, avrà il ruolo del suo addetto stampa.

Stardust sarà diretto da Gabriel Range (vincitore di un Emmy per la miniserie mockumentary Death of a President), mentre la sceneggiatura è di Christopher Bell. Le riprese dovrebbero iniziare a giugno, a meno che la notizia dell'opposizione di Duncan Jones, il regista figlio di Bowie (che è venuta fuori poche ore dopo l'annuncio del casting di Flynn), non si dimostri insormontabile.

Jones ha infatti rivelato su Twitter che nessuno ha ancora chiesto i diritti di utilizzo della musica del padre per il film. 

Sono piuttosto certo che a nessuno sono stati concessi i diritti musicali per un qualsiasi biopic… Lo saprei.

Jones ha poi chiarito: “Non sto dicendo che il film non si farà. Non potrei saperlo. Sto dicendo che al momento in questo film non ci sarà l’ombra della musica di mio padre e non riesco a immaginare come possano cambiare le cose. Se volete vedere un biopic senza la sua musica o il benestare delle famiglie, è una scelta del pubblico”.

Chissà cosa deciderà di fare la produzione di Stardust!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.