Stai leggendo: Treni con vagoni riservati alle famiglie? In Cina potrebbe diventare realtà

Letto: {{progress}}

Treni con vagoni riservati alle famiglie? In Cina potrebbe diventare realtà

In concomitanza con il Capodanno 2019, in Cina si apre il dibattito sulla possibilità di creare, a bordo treno, delle carrozze destinate alle famiglie con bambini.

Le ferrovie cinesi pensano di dedicare alcune carrozze alle famiglie Pixabay

1 condivisione 0 commenti

Fino a 10 anni fa nessuno avrebbe mai immaginato che avremmo viaggiato in carrozze “silenzio” dove – in un'ipotesi spesso poco conforme alla realtà, a causa del continuo squillare dei telefoni – l'unico suono dovrebbe essere quello della pagina di un libro. Non avremmo nemmeno mai immaginato che avremmo guardato film nelle carrozze Cinema o tramite schermi estraibili dalle poltrone. E ancora, quasi di sicuro, non avremmo ipotizzato che sarebbero esistiti scomparti con poltrone più larghe e più comode o carrozze Business dominate da un unico suono: il ticchettare delle dita sulla tastiera.

Eppure tutto ciò è diventato una realtà più che plausibile: presente. L'Alta Velocità, infatti, oltre ad accorciare le distanze, ha ridefinito gli stessi canoni del viaggio. Non più vagoni singoli come nei regionali o gli scompartimenti per 6 persone degli Intercity. Non più un'unica distinzione economica tra prima e seconda classe, ma carrozze diversificate per ogni tipo di esigenza.

Ora dalla Cina arriva una proposta per creare un'ulteriore distinzione: ovvero l'ipotesi di istituire degli appositi vagoni child-free e altri destinati unicamente alle famiglie con figli. Una questione che si sta 'accendendo' particolarmente in questo periodo, in vista del Capodanno Cinese (quest'anno cade il 5 febbraio), durante il quale milioni di persone viaggiano in treno per raggiungere i propri parenti nei vari angoli della nazione.

Come potrebbe essere, insomma, un viaggio senza gli schiamazzi e i pianti dei bambini? Senza il loro correre avanti e indietro o il volume assordante dei video su Youtube che i genitori usano per creare un diversivo e distrarli dalla noia?

Il dibattito sull'idea di creare dei vagoni dedicati per le famiglie con bambiniHDPixabay

Ovviamente in molti applaudirebbero all'idea. Altri, invece, potrebbero sentirsi contrariati e offesi che i propri figli rumorosi siano considerati un fastidio. Il tema attualmente sta suscitando un dibattito molto animato tanto che, riporta la BBC, tra trasmissioni radio e Weibo – il social network più utilizzato nella Repubblica popolare cinese – le discussioni a riguardo raggiungono quasi un miliardo. Anche Huang Xi, uno dei responsabili delle ferrovie nazionali cinesi, ha espresso il proprio parere:

Tutti i mezzi pubblici si troveranno ad affrontare una situazione simile. Le proposte per il trasporto pubblico ci sono, come ci sono un sacco di ispirazioni per migliorare il lavoro. Per creare un buon ambiente di viaggio abbiamo bisogno di lavorare insieme.

L'idea, ovviamente – come si evince dai numerosi post e commenti pubblicati sotto l'hashtag #ChineseNewYearTravel2019 – non è quella di discriminare i bambini o le giovani famiglie. Ma di fornire loro delle carrozze dedicate, magari con tutti i comfort di cui possono avere bisogno come fasciatoi, giochi e culle.

Bambini a bordo: in Cina si valuta l'idea di destinare carrozze speciali per famiglieHDPixabay

I treni con vagoni per famiglie in Europa

Anche l'Europa, dal suo canto, non sta a guardare e alcune nazioni, da diversi anni, hanno già adottato soluzioni al riguardo. In Germania, ad esempio, sui treni della Deutsche Bahn esistono già scompartimenti dedicati ai genitori con bambini da 0 a 5 anni. Si chiamano Mutter/Klein Kind e per ora si trovano solo a bordo dei treni più nuovi, ma garantiscono appositi spazi per giocare, gattonare, sistemare carrozzine e usufruire di fasciatoi pieghevoli e prese elettriche per riscaldare i biberon.

Il prezzo? Un extra di 9 euro rispetto al costo normale del biglietto. Sempre in Germania esistono anche le carrozze destinate alle famiglie con bambini più grandi: si tratta di scomparti ad hoc da 8 a 24 posti. Pure la Svizzera si dimostra sensibile al tema con aree destinate ai bambini – in caso di treni piccoli – o intere carrozze allestite come un parco giochi per i treni più grandi.

La corona va ovviamente alle ferrovie della Finlandia che già da diverso tempo hanno sperimentato appositi vagoni per bambini. Addirittura, in questo caso, il piano superiore è destinato all'area giochi, mentre negli scompartimenti per famiglie si possono trovare seggiolini per i piccoli, prese per riscaldare la pappa e addirittura biblioteche a bordo e toilette dedicate, con tanto di fasciatoio e mini-wc.

Purtroppo, per ora, in Italia una realtà simile appare pura fantascienza. Non solo non esistono, ad oggi, proposte per miglioramenti strutturali delle carrozze, ma nemmeno un serio dibattito al riguardo. L'unica consolazione per chi deve viaggiare in treno con bambini, è la possibilità di ottenere sconti e tariffe agevolate.

Un po' poco, non pensate?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE