Stai leggendo: Kim Rossi Stuart su vita, carriera e amori: l'intervista per il libro Le guarigioni

Letto: {{progress}}

Kim Rossi Stuart su vita, carriera e amori: l'intervista per il libro Le guarigioni

L'attore e regista romano esordisce in libreria con Le Guarigioni, un libro di racconti non autobiografici, e intanto si prepara alle nozze con la compagna Ilaria Spada e al prossimo film diretto da Gabriele Muccino.

Primo piano di Kim Rossi Stuart Getty Images

10 condivisioni 0 commenti

"Non è un libro autobiografico, non metto al centro me stesso. Ci sono ovviamente i miei pensieri e i ricordi che sono stati totalmente trasfigurati per raggiungere la rotondità di un racconto che abbia un senso universale". Parola di Kim Rossi Stuart al suo esordio letterario con Le Guarigioni (La nave di Teseo). Cinque racconti, cinque microcosmi con protagonisti personaggi irrisolti, fragili e inafferrabili che si muovono alla ricerca di se.

Un po’ come è successo all’attore di Romanzo Criminale, che abbatte quel muro di distacco e si lascia andare a importanti considerazioni: dalla scrittura, alle nozze nel 2019 con la compagna Ilaria Spada ("volevamo tenerlo segreto, invece"), fino al nuovo film che girerà in estate, diretto da Gabriele Muccino.

Come è nata la voglia di scrivere un libro?
Quando Elisabetta Sgarbi mi ha proposto di pubblicare qualcosa, pensavo che non fosse il mio mestiere. Poi mi sono trovato seduto alla scrivania a scrivere in assoluta libertà e a gioire di questa possibilità. E mi sono detto: Perché no?

Cosa troveranno i lettori nelle trame dei racconti?
Tante tematiche che mi sono parse urgenti. Ma soprattutto il desiderio di tradurre e trasformare tutto ciò che è autoreferenziale in un racconto che abbia la capacità di essere paradigmatico.

Il debutto da scrittore di Kim Rossi Stuart

Romanzo

Libro Le Guarigioni
Il debutto da scrittore di Kim Rossi Stuart

Romanzo

Libro Le Guarigioni

13,60 €

Cinque racconti ricchi di dettagli che nascondono una loro tematica simbolica…
Ne “Alla fine del Male” cerco di raccontare la difficoltà del uomo di trovare una giusta collocazione per il male. Mi domando se sia giusto desiderare di amputare il male che riconosciamo in noi o se invece si tratta di accoglierlo, comprenderlo e codificarlo. Mentre “L’altra metà” è abbastanza rappresentativo di un qualcosa che esiste in tutti gli uomini: l’atavica paura di un femminile fagocitante.

Tra le pagine emerge prepotentemente il rapporto anche autoritario padre - figlio, come lo hai affrontato?
Il rapporto con il padre era un tema centrale in "Anche libero va bene", il mio primo film. Entro nelle pieghe di questa relazione particolare ed estrema che riguarda l'amore e come raggiungerlo.

E affiora anche un’idea di religiosità e assoluto…
La tematica spirituale è presente in tutto il libro. Per la prima volta nella mia vita ne parlo e l’affronto di petto. Sto esplorando la materia. Rifletto. Per me è un’esigenza. Anche nell'ateo più estremo c’è il bisogno di un confronto con Dio e il senso dell'esistenza che rimane una domanda ineludibile.

Kim Rossi Stuart al Festival di Venezia per presentare il film TommasoHDGetty Images

A quale illustre penna si è ispirato?
A nessuna. Ho una grande fortuna: sono ignorante. Ho una cultura piena di lacune, a mordi e fuggi, e questo garantisce una certa autenticità, un qualcosa di sincero. In questo processo ho scritto senza riferimenti a livello consapevole.

Prenderai spunto da uno di questi racconti per fare il tuo prossimo film?
Si, sto lavorando con uno co-sceneggiatore ad una costola tratta da uno dei racconti del libro. Uno l'ho già fatto ed è il secondo da cui ho tratto Tommaso. Tutti gli altri possono diventare dei film e mi piacerebbe.

Se un collega regista dovesse chiederti i diritti?
Direi di no, me li terrei. Certo che se me li dovesse chiedere un regista per il quale impazzisco…

Hai toccato diversi temi il male e la fede, cosa vuoi comunicare oggi? C'è una provocazione?
Il titolo del libro è Le guarigioni. C'è sempre qualcosa da cui guarire, l'importante è non spaventarsi troppo dalle nostre malattie. Il libro è attraversato da due tematiche forti: il senso di colpa e il perfezionismo, una ricerca continua che ci rovina la vita.

Nella vita da cosa sei guarito?
Da tante cose. L'importante è rendersi conto sempre più dei propri limiti. Accoglierli e accettarli. Quando ci scopriamo malati di qualcosa, spesso andiamo nel panico, soffriamo. Invece in questo processo di guarigione si può acquisire anche una serenità.

Ha raggiunto una maturità espressiva nel lavoro e nel privato, è diventato molto saggio…
Ho quasi 50 anni (ride, ndr).

L'attore Kim Rossi Stuart con la compagna Ilaria SpadaHDGetty Images

La lettura è un viaggio dentro se stessi, dopo Le Guarigioni è casuale il fatto che ha deciso di sposarsi?
Si, mi sposerò. Volevamo tenerlo segreto, invece. In vari fasi della vita il matrimonio è sentito come qualcosa di terrorizzante, invece può essere visto come qualcosa di divertente e di bello.

All’inizio eri terrorizzato all’idea del grande passo?
No, avevo una visione piuttosto romantica. Ho sempre pensato che sposarsi non potesse essere quella banalità con la quale spesso ci si confronta. Quel passo così conformista. Ho sempre pensato che ci potesse essere qualcosa di veramente prezioso e importante.

Si parla di Maltese, Caravaggio diretto da Placido e Muccino con Micaela Ramazzotti, quali sono i prossimi progetti?
Maltese è stato un unicum e condivido questa scelta. La prossima estate inizierò a girare I migliori anni, il nuovo film di Gabriele Muccino. Mentre Caravaggio è un progetto ancora in divenire. Pensi già al prossimo libro? Non ho idea. Vediamo. Sicuramente è stata un'esperienza bellissima e mentre scrivevo ho anche pensato di fare solo questo e basta.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE