Stai leggendo: Da House a Derek: ti faresti mai curare dai dottori dei medical drama?

Letto: {{progress}}

Da House a Derek: ti faresti mai curare dai dottori dei medical drama?

Dr. House potrebbe mai esercitare in ospedale? Vi fareste curare da Shaun Murphy di Good Doctor? Vi sareste fidati se in sala operatoria ci fosse stato uno specializzando del Seattle Grace Hospital?

22 condivisioni 0 commenti

Amiamo i medical drama, amiamo gli attori che in camice bianco si muovono per i corridoi di grandi ospedali, amiamo il modo in cui si occupano del dolore e del disagio che li circonda. Dagli anni '90, con il successo di ER, il medical drama è diventato il genere più apprezzato dal pubblico.

Grandi centri ospedalieri attrezzati per ogni tipo di catastrofe e crisi sanitaria, dove la sorte di ogni personaggio è sempre in bilico pericolosamente tra la vita e la morte. Ovviamente ogni dottore ha la sua storia, il suo carattere, è animato dai propri drammi personali, dalle lotte di potere interne alla struttura, dall’amore e dalla gelosia nei confronti dei colleghi. Ogni sceneggiatore sa come tenere in equilibrio il fattore umano dei protagonisti e il realismo delle situazioni. Grey’s Anatomy ne è il più grande esempio: interventi a cuore aperto in sala operatoria, misti a drammi familiari, ma soprattutto tragicommedie romantiche. The Good Doctor e Dr.House, invece, puntano sulla personalità dei protagonisti, disabituati al contatto umano, ma abili a rintracciare in piccolissimi dettagli patologie difficili da decifrare. Onguno ha la sua storia.

Quali sono, quindi, i medical drama più aderenti alla realtà, più vicini a ciò che ogni spettatore vede quotidianamente trovandosi a contatto con la sanità nel mondo reale? L’aderenza non potrà mai essere completa, ma alcuni sono decisamente più accurati di altri.

Ecco le 9 serie tv che abbiamo analizzato:

  1. Grey's Anatomy
  2. Private Practice
  3. House
  4. The Resident
  5. The Good Doctor
  6. ER
  7. Code Black
  8. Chicago Med
  9. Scrubs

Grey's Anatomy (2005-in onda)

La longeva serie creata da Shonda Rhimes è da un decennio la più popolare in tv, ma potrebbe essere la meno accurata quando si parla di realismo. Le frequenti scene di sesso, i tirocinanti che eseguono interventi chirurgici scavalcando i superiori, gli errori commessi a cui mai seguono ripercussioni rendono la vita al Seattle Grace Hospital irreale da un punto di vista medico ma incredibilmente affascinante per un'altra serie di grandi intuizioni. Ad esempio il rinnovo costante del cast, la voce narrante di Meredith Grey che fa da collante fondamentale a tutte le storie che vengono raccontate, i problemi che animano ogni personaggio accrescendo costantemente la tensione e la capacità incredibile di commuovere intere platee di spettatori.

Grey's Anatomy è da sempre in Prima TV su FoxLife, e torna con il nono episodio della quindicesima stagione il 25 Febbraio in Prima TV assoluta.

Private Practice (2007-2013)

Questo spinoff di Grey’s è costruito altrettanto bene, ma di nuovo evidenzia mancanze da un punto di vista realistico perché maggiormente concentrato su i drammi e le relazioni che animano i protagonisti. Spesso i medici si trovano in situazioni folli e a concentrarsi su casi davvero straordinari

House (2004-2012)

Il difetto da un punto di vista realistico è evidente in House, nonostante la sua ovvia dipendenza da oppioidi Dr. House è in grado di praticare all’interno di un ospedale. Purtroppo, la dipendenza non può essere una realtà e il costante consumo di pillole altera il suo stato emotivo, per quanto il suo comportamento inappropriato sia la parte più divertente dello show.

Inoltre l’idea che un piccolo gruppo di medici si concentri su un paziente alla volta e affronti un caso su un milione durante ogni episodio sarebbe improbabile. 

The Resident (2018-in onda)

The Resident è una serie che prende una strada diversa, mette in scena i crudeli ingranaggi del sistema sanitario americano, la somministrazione di medicine a pazienti sani per ricavare più soldi o la corsa per accaparrarsi il malato più benestante. È realistica quando si mostra spietata, quando sottolinea il fatto che il medico ideale non esista, ma ci suggerisce che proprio come in ogni lavoro non ci sono solo dottori eccelsi ma meschini, venali e boriosi. Sul lato delle cure mediche ha i suoi eccessi, un paziente che si fa un selfie in sala operatoria è inverosimile quanto che un paziente indigente e moribondo venga curato nella sua stanza d’ospedale.

 The Resident torna su Foxlife il 5 Marzo con l'episodio nove della seconda stagione.

The Good Doctor (2017-in onda)

Questo show ABC che ha in comune lo stesso produttore di House detiene la sua giusta dose di errori medici come entrare in una sala operatoria senza mascherina o rimuovere inutilmente alcuni organi che potevano restare al loro posto, ma rispetto ad altri è indubbiamente accurato quando i dottori parlano in gergo medico di diagnosi e trattamenti.

 The Good Doctor in Prima visione su Foxlife da Domenica 17 Febbraio alle ore 21.00 con due episodi.

ER (1994-2009)

ER dimostra con precisione quanto sia difficile per un medico affrontare continue emergenze, anche se il dramma NBC ha commesso alcuni errori comuni. Hanno mostrato con particolare attenzione il ​​lavoro degli infermieri ma spesso hanno esagerato sull'effettiva efficacia della Rianimazione Cardio Polmonare. Il defibrillatore in questa serie è lo strumento con poteri straordinari che tutto può quanto la penicillina all'inizio del secolo scorso. 

Code Black (2015-2018)

Uno dei problemi potrebbe essere il titolo stesso. CBS usa "codice nero" come termine per definire un pronto soccorso sovraffollato e sotto organico. Tuttavia, questo termine può significare cose molto diverse, comprese le minacce di bombe e le intimidazioni personali. Detto questo, molti infermieri hanno parlato dell'accuratezza dello show che a questo punto guadagna in realismo. 

Chicago Med (2015-in onda)

Il Chicago Med di Dick Wolf è uno degli spettacoli ospedalieri più realistici in TV. Il consulente medico della serie, Andrew Dennis, stima che lo show sia accurato all'85%. Gli sceneggiatori seguono la regola secondo cui possono essere usati solo casi pubblicati. 

Scrubs (2001-2010)

Sorprendentemente, la commedia televisiva Scrubs si classifica come lo spettacolo medico più realistico. Anche se non perfetto - nessun medical drama lo è - Scrubs riesce a catturare il processo di formazione degli specializzandi e le dinamiche interne di un ospedale. Inoltre, ha casi realistici e possibili.

Quanto è importante il realismo in un medical drama?

Voi cosa ne pensate?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.