Stai leggendo: Death Valley: manuale di sopravvivenza e guida al viaggio on the road in America

Letto: {{progress}}

Death Valley: manuale di sopravvivenza e guida al viaggio on the road in America

Il deserto della Death Valley, negli USA, è una meta affascinante e incredibile, un'esperienza che almeno una volta nella vita va vissuta pienamente. Scopri i consigli su dove alloggiare e come prepararsi fisicamente e psicologicamente a questo viaggio.

death valley desert view Pexels License Free

7 condivisioni 0 commenti

Il Deserto della Death Valley è una tappa fondamentale per chi decide di intraprendere un tour della California, e benché possa sembrare “solo un deserto”, la famigerata Valle Della Morte racchiude in sé degli spettacoli naturalistici mozzafiato.

Tra i parchi nazionali americani più apprezzati e battuti da milioni di turisti ogni anno, il deserto della Valley può davvero mettere in difficoltà se non si è pronti a viaggiare con qualche accortezza, basilare per non incorrere in spiacevoli episodi.

Decidere di sostare nella Death Valley è una scelta coraggiosa, ma che vi ripagherà con ricordi straordinari per tutta la vita. È un luogo unico al mondo, in cui il vostro coraggio verrà messo alla prova ma, al contempo, vi gratificherà per attrazioni, curiosità e fascino.

Scoprite cosa vedere nel deserto della Death Valley, tutti i punti di interesse da raggiungere autonomamente in macchina e, soprattutto, come organizzare dettagliatamente la partenza con tutto il necessario per… sopravvivere!

Che tipo di automobile affittare (e dove affittarla)

affitto auto per death valleyHDPixabay License Free
I tipici "Joshua Tree" del deserto

C’è chi decide unicamente di “passare attraverso” il deserto arido e inospitale della Death Valley senza sostarvi troppo, magari optando per un viaggio organizzato in pullman. Per respirare a pieni polmoni il brivido della Valley, però, il consiglio è quello di noleggiare un'automobile nei tantissimi centri adibiti in California.

Chi parte da San Francisco o da Los Angeles può rivolgersi alle compagnie Avis o Hertz: compilando il form online potrete già prenotare il punto di ritiro e di riconsegna dell’automobile ed esprimere la preferenza per il veicolo.

Mai come in questo caso vale la frase “più grande è, meglio è”. Ricordate che nella Valle Della Morte le temperature arrivano tranquillamente ai 50°C: avrete quindi bisogno di un mezzo che sia affidabile e, ovviamente, dotato di aria condizionata! Se desiderate godere dell’esperienza “on the road” a 360°, non fatevi scappare la possibilità di noleggiare una Mustang originale o una Camaro applicando un sovrapprezzo direttamente in agenzia.

  • Noleggio Hertz e Avis Car Rental Aeroporto Internazionale di San Francisco: 780 N McDonnell Rd, aperti 24h su 24
  • Noleggio Hertz e Avis Car Rental Aeroporto di Los Angeles LAX: Intl Airport, 9217 Airport Blvd

Come affrontare la Death Valley in sicurezza

insegna della death valley national parkHDPixabay License Free
Ingresso al Death Valley National Park

Il deserto della Death Valley è sicuramente una meta turistica, ma non per questo necessita di minor attenzione. Intraprendere un viaggio di questo tipo in uno dei luoghi più inospitali del pianeta non è da sottovalutare, soprattutto a causa delle temperature infernali e dell’impossibilità di trovare un riparo all’ombra.

Vi basti pensare infatti che il deserto si estende per chilometri e chilometri di nulla assoluto: gli alberi sono un miraggio, così come la possibilità di acquistare una bottiglia d’acqua prima di raggiungere alcuni “punti franchi” della valle.

Prima di mettersi alla guida e di impostare il navigatore verso la Valley, fate attenzione a rispettare questi semplici punti:

  • Partite con il pieno di carburante (non ci sono stazioni di rifornimento prima di Furnace Creek, nel cuore del parco nazionale)
  • Controllate gli pneumatici e il funzionamento dell’aria condizionata
  • Se non in dotazione con l’auto, noleggiate un navigatore (il deserto è privo di copertura di rete per i cellulari)
  • Caricate in macchina almeno 10 litri d’acqua (nelle stazioni di servizio troverete bottiglie da 1 gallone, circa 4 litri)
  • Munitevi tassativamente di cappello, occhiali da sole e protezione solare 50+
  • Non passeggiate nel deserto per più di dieci minuti
  • Evitate di arrivare nelle ore più calde, preferendo il tardo pomeriggio e la sera

La condizione ideale per visitare tutti i luoghi d’interesse della Death Valley è in modalità “stop & go”: sostate con l’automobile sui fianchi della strada principale, scendete per qualche foto e una brevissima passeggiata, e continuate il giro turistico in auto ricordando di idratarvi almeno ogni quarto d’ora.

I luoghi da vedere 

Dune di sabbia - Eureka Valley

dune nella death valleyHDPixabay License Free
Le uniche dune di sabbia nella Death Valley

Al contrario di quanto possa suggerire il suo nome, la parte “desertica” della Death Valley è ristretta ad una piccola zona in cui sono presenti le uniche dune di sabbia di tutto il parco, nella zona di Eureka Valley. Il resto del paesaggio è composto da rocce e terra rossa, e solo nell’Eureka Valley potrete ammirare delle vere e proprie dune collinose. Qualora vogliate vederle anche di notte per godervi lo spettacolo unico al mondo del cielo stellato, fate attenzione a non sedervi sulla sabbia: durante le ore di buio rischiate di trovare serpenti e scorpioni passeggiare in tranquillità.

Badwater

badwater basinHDPixabay License Free
Badwater Basin, 86 metri sotto il livello del mare

86 metri sotto il livello del mare e un terreno bianco come il sale: Badwater Basin è mondialmente riconosciuto come il punto più basso degli USA, l’unico posto in tutta la Valle Della Morte dove potrete vedere delle piccole pozze d’acqua. Attenzione però: il nome “Badwater” non è certo casuale. L’acqua di queste pozze è incredibilmente salata, il che la rende non potabile e non utilizzabile in nessuno modo.

Zabriskie Point

zabriskie pointHDPixabay License Free
Zabriskie Point

Zabriskie Point è uno dei luoghi più panoramici di tutta la Death Valley, dal quale è possibile ammirare un panorama unico nel suo genere. Celebre anche per il capolavoro di Michelangelo Antonioni, vale la pena affrontare il caldo lasciando l’automobile nel parcheggio sottostante per incamminarsi verso la salita che vi porterà nel punto più alto di questa montagna. Qualora ne abbiate la possibilità, godetevelo all’alba: il rosa, il blu, il celeste e il bianco accecante del cielo vi lasceranno letteralmente senza parole.

Artist's Palette

artist's paletteHDPixabay License Free
La montagna di Artist's Palette

Non è difficile capire perché abbiano rinominato questa zona della Death Valley “la tavolozza del pittore”. Artist’s Palette è un agglomerato di montagne dai colori sgargianti, quasi incredibili se si pensa alla predominanza di marrone che impera nel deserto della Valle Della Morte. Vicino alle Black Mountains, qui potrete fotografare scorci di rosa, blu, e persino giallo paglierino.

Dante's View

dante's viewHDPixabay License Free
Il punto panoramico di Dante's View

Insieme a Zabriskie Point, Dante’s View è uno dei punti più panoramici di tutta la Death Valley. Da qui è possibile vedere “l’inferno” sottostante, e il nome è un omaggio proprio a Dante Alighieri e alla sua opera. È preferibile visitare Dante’s View di mattina presto, con il sole alle spalle e con la possibilità di godere a pieno della vista spettacolare.

Dove pernottare all'interno della Valley

Furnace Creek InnHDPixabay License Free
Soluzioni di pernottamento nella Death Valley

Un’autentica esperienza nella Death Valley prevede di pernottare nel cuore del deserto, dove troverete unicamente tre strutture (tutte quante con stazione di servizio per il rifornimento dell’automobile e ristoranti interni).

  • 83 camere e uno stile rustico, quasi come se ci si trovasse in un villaggio del far west. Lo Stovepipe Wells Village propone camere basic con parcheggio antistante, un ristorante ben fornito e un grazioso bar dove poter sorseggiare moltissime tipologie di birra, e persino una piccola piscina all’aperto per fare un tuffo in orario serale.
  • Il Furbace Creek Inn si trova nei pressi di Zabriskie Point, ed è un hotel decisamente meno “selvaggio” rispetto allo Stovepipe. Qui troverete ampi salotti climatizzati, giardini esterni e camere dotate di ogni comfort.  Una soluzione più comoda, anche se meno genuina.
  • Un vero e proprio “ranch” del vecchio west: il Furnace Creek Ranch dispone persino di un bellissimo campo da tennis, per chi avesse il coraggio di giocarci con una temperatura di 48°C! Anche qui è presente una stazione di rifornimento e un ristorante interno.

Curiosità: i luoghi di Star Wars nella Death Valley

montagne death valleyHDPixabay License Free
Panorama desertico per le scene di Star Wars

Moltissime scene dei primi film di Star Wars sono state girate proprio nel deserto della Death Valley, mettendo a dura prova gli attori – soprattutto quelli muniti di costume di scena. Nell’episodio IV di Star Wars – Una Nuova Speranza e nell’episodio VI – Il Ritorno Dello Jedi, il territorio desertico del pianeta immaginario Tatooine racchiude in sé scorci della Artist’s Palette e del Dante’s View, i punti più panoramici della Valle Della Morte.

Vota anche tu!

Ve la sentireste di fare queste viaggio da soli in automobile?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.