Stai leggendo: WhatsApp limita l’inoltro di messaggi per contrastare le fake news

Letto: {{progress}}

WhatsApp limita l’inoltro di messaggi per contrastare le fake news

Nuovo aggiornamento in arrivo per WhatssApp che limiterà ulteriormente l’inoltro di messaggi. L’obiettivo? Contrastare la diffusione di fake news

Tutte le applicazioni su smartphone iStock

0 condivisioni 0 commenti

WhatsApp continua la sua battaglia per arginare la diffusione delle fake news, ossia notizie false e non verificate. L’app di messaggistica istantanea di proprietà di Facebook ha annunciato che vi sarà presto un nuovo aggiornamento nel sistema, che porrà un limite al numero di persone con cui scambiare e condividere i messaggi.

Quindi, notizie, foto e video potranno essere inviati e inoltrati soltanto a un massimo di 5 persone contemporaneamente. L’obiettivo di questo provvedimento è mettere un freno alla diffusione delle “bufale” e porre fine alle cosiddette “catene di Sant’Antonio”, che spesso sono la principale causa di violenza e tragedie.

"Abbiamo deciso il limite di cinque perché crediamo che sia un numero ragionevole per prevenire gli abusi" ha detto invece Carl Woog al quotidiano inglese The Guardian.

Già lo scorso luglio l’azienda aveva messo in atto una limitazione simile, imponendo il limite di condivisione a 20 persone; questa decisione venne presa dopo i fatti accaduti in India, dove a causa di fake news circolate proprio sull’app ben venticinque persone furono vittima di violenza e linciaggio perché accusate di traffico di minori. Notizia che solo successivamente si rivelò essere non veritiera.

La battaglia di Whatsapp contro le fake newsHDistock
La battaglia di Whatsapp contro le fake news

Questo aggiornamento, secondo quanto riportato dal Capo della Comunicazione di WhatsApp, Carl Woog, è già attivo per tutti i dispositivi Android e disponibile andando sul Play Store; mentre, per quanto riguarda iOS i lavori sono ancora in corso e per l’aggiornamento ci vorrà qualche giorno in più.

C’è da dire che questa novità in casa Facebook giunge proprio in un momento cruciale, durante il quale tutti i social di proprietà di Mark Zuckerberg si trovano sotto la lente di ingrandimento perché ricoprono un ruolo davvero importante nella diffusione di notizie false.

Infatti restando in tema, la scorsa settimana Facebook ha annunciato di aver rimosso 500 pagine e account coinvolte nella vendita di notizie false in Europa. Ma non è tutto, perché è stato messo in atto anche un un servizio di controllo nel Regno Unito per segnalare le notizie che circolano sulla piattaforma social.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO