Stai leggendo: Batwoman: tutto sull'eroina LGBT di Ruby Rose

Letto: {{progress}}

Batwoman: tutto sull'eroina LGBT di Ruby Rose

Nel 2019 approderà su The CW la serie stand alone tutta incentrata su Batwoman. Ecco quello che c’è da sapere sulla supereroina interpretata da Ruby Rose.

L'attrice Ruby Rose Getty Images

3 condivisioni 0 commenti

A inizio dicembre scorso nell’episodio crossover di Arrow, The Flash, Supergirl e DC's Legends of Tomorrow - dal titolo Elseworlds - ha esordito nel cosiddetto Arrowerse targato The CW l’attesa Batwoman di Ruby Rose che nel 2019 potrebbe diventare la protagonista di una nuova serie TV standalone prodotta dal network americano e le cui riprese del pilot dovrebbero iniziare a marzo prossimo.

La notizia che sarebbe stata Ruby Rose a interpretare l’iconica eroina ha fin da subito infastidito alcuni fan della DC tra quali, i più belligeranti, hanno attaccato di petto l’attrice sui social costringendola con i loro commenti a chiudere il suo account che ha abbandonato dopo aver scritto un ultimo risentito post:

Come si può dire che non sono omosessuale e che quindi non posso essere Batwoman? È la cosa più ridicola e divertente che abbia mai letto, ho fatto coming out a dodici anni e negli ultimi cinque mi sono sempre sentita dire che sono 'troppo gay' e ho dovuto sopportare le critiche. Come si fa ora a girare la situazione? State parlando sempre di me, la stessa persona. Concentrerò tutte le energie sui miei prossimi due progetti. Se avete bisogno di me mi trovate sul mio Bat Phone.

Il motivo per il quale i più “duri e puri” tra cultori dei fumetti non sono affatto contenti che l’ex protagonista di Orange is the New Black diventi la prima Batwoman della serialità è per l’appunto legato al fatto che in molti pensano che la Rose non sia realmente omosessuale e altri - meno diffidenti - non sono d'accordo che per interpretare il personaggio sia stata scelta un’attrice che non è di religione ebraica.

View this post on Instagram

❤️🦇🧪

A post shared by Ruby Rose (@rubyrose) on

Nei fumetti, infatti, Batwoman (aka Kate Kane) è una donna omosessuale e fieramente ebrea e queste sue peculiarità sono fondamentali e sottolineate con gran forza nella sua recente storia editoriale.

Batwoman: le origini dell’eroina

Batwoman compare per la prima volta all’interno di un albo a fumetti nell’estate del 1956 e, in particolare, durante la Silver Age nel numero 233 di Detective Comics. All’inizio il vero nome di Batwoman era Kathy Kane e fu inserita nelle storyline di Batman e Robin onde evitare di dare adito alla teoria del folle e omofobo psichiatra Fredric Wertham secondo la quale i due supereroi, che vivevano e combattevano sempre il crimine fianco a fianco, avrebbero potuto “trasformare i bambini in uomini gay e violenti”.

Il personaggio di Batwoman quindi viene inizialmente creato da Bob Kane e da Sheldon Moldoff come interesse amoroso di Batman e in quanto tale ottenne un ottimo successo anche se, dopo la sua prima apparizione, è stata messa da parte per quasi un decennio ovvero fino a quando, nel 1964, ritornò ancora una volta nel Detective Comics #485.

Batwoman, la recente storia editoriale: il ritorno nelle vesti di Kate Kane

Dopo alcune apparizioni sporadiche negli anni ’80, Batwoman diventa una delle eroine femminili più amate dei fumetti quando, nel 2006, DC dà nuova vita al personaggio nell’albo 11 della saga 52 e, dopo la morte di Batman avvenuta in Batman R.I.P., diventa la protagonista di Detective Comics con il nuovo nome di Kate Kane. 

La Kane, come la sua controparte maschile Bruce Wayne (di cui in alcune versioni è addirittura la cugina) è una miliardaria e viene descritta come palesemente lesbica, tanto da aver avuto una storia con l’agente di polizia di Gotham City Renee Montoya oltre ad essere la protagonista - nella serie a lei dedicata del 2011 - di uno dei baci più belli e discussi della storia dei comics: quello tra Batwoman e il capo della polizia Maggie Sawyer “immortalato” nel numero 17 di Batwoman.

 Batwoman e Maggie SawyerDC Comics

Le due fidanzate avrebbero dovuto sposarsi dopo la proposta fatta da Batwoman a Maggie (e suggellata dal famoso bacio) ma la DC ha impedito agli autori del fumetto, J.H. Williams e W. Haden Blackman, di portare avanti questa storyline amorosa costringendoli a lasciare la casa editrice, suscitando molto scalpore anche all'interno della stessa.

I fumetti di J.H. Williams e W. Haden Blackman, e il loro triste epilogo, hanno reso Batwoman un’icona LGBT a tutti gli effetti ma è stata la collana Bombshells, le cui storie sono state scritte da Marguerite Bennett e disegnate da disegnatrici del calibro di Mirka Andolfo, Laura Braga ed Emanuela Lupacchino, a incoronarla anche come icona di religione ebraica.

Bombshells, non a caso, è ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale di una Terra parallela, dove contro gli orrori del nazismo si scaglia un gruppo di inarrestabili e irresistibili supereroine, tra le quali appunto spicca Batwoman, che palesa la sua fede e ne tiene alta la bandiera. Inoltre la religione di Batwoman è sottolineata anche dalla prevalenza di rosso del suo costume che simboleggia la kabbalah.

Batwoman: tutto quello che sappiamo sulla serie The CW

Futili polemiche a parte, è ormai ufficiale che Ruby Rose potrebbe essere la prima Batwoman “in carne ed ossa” della TV, qualora il pilota dello show a lei dedicato convinca The CW a ordinarne un’intera stagione, e l’interprete del primo TV comic con una protagonista omosessuale. TV comic che a quanto pare avrebbe toni dark alla Arrow e non di certo scanzonati come The Flash.

La produttrice esecutiva della (probabile) serie sarà Caroline Dries, autrice della puntata crossover dell’Arrowerse dove la Batwoman di Ruby Rose è comparsa come “guest star”, e lo show seguirà il tentativo di Kate Kane di uscire dall’ombra di suo cugino Bruce Wayne, scomparso ormai da tre anni da Gotham.

Batwoman, qualora il progetto andasse in porto, sarebbe ambientato nella stessa terra di Arrow e The Flash e ciò implica che i protagonisti di queste tre serie sarebbero in grado di interagire facilmente tra loro. Anche se, il rapporto instauratosi tra Batwoman e Supergirl durante l'ormai famoso episodio crossover Elseworlds non esclude la possibilità che tra le due eroine possa nascere un’amicizia importante, soprattutto in virtù del fatto che Supergirl è a conoscenza della vera identità di Batwoman e viceversa, anche se la cugina di Superman proviene da un universo differente rispetto a quello dei suoi colleghi cosa che di certo nel mondo dei supereroi della TV non è mai stata un limite.

Voi che ne pensate di Ruby Rose come prima Batwoman della TV? 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO