Stai leggendo: Bratislava: cosa visitare, dove dormire e mangiare nella perla del Danubio

Letto: {{progress}}

Bratislava: cosa visitare, dove dormire e mangiare nella perla del Danubio

Dalle chiese alle statue, dagli scorci medievali ai palazzi asburgici, dall'enogastronomia allo shopping, Bratislava è una continua e piacevole scoperta, una perla rara dell'area danubiana, assolutamente meritevole di una visita approfondita.

Il castello di Bratislava iStock

5 condivisioni 0 commenti

Antica e ricca capitale dell'asburgico Regno d'Ungheria e sofferente centro strategico attaccato da nazismo e comunismo durante il XX secolo, Bratislava è una città magica, dove si respirano storia e contrasti ad ogni angolo. Cuore della Slovacchia, oggi è una meta spettacolare dell'area danubiana e offre ai viaggiatori indimenticabili attrazioni e monumenti, coinvolgenti tradizioni e squisita enogastronomia. Partiamo insieme alla volta di una destinazione splendida, relativamente lontana dal turismo di massa e, forse proprio per questo, particolarmente bella ed economica, scoprendo le cose da fare assolutamente in città.

Shop a BratislavaHDiStock
Un negozio di souvenir, dal gusto vintage, a Bratislava

Ammirare un panorama mozzafiato dal Castello di Bratislava

Il Castello è il centro, romantico e squadrato, di Bratislava e uno dei simboli più importanti di tutta la Slovacchia, tanto da essere raffigurato anche sulle monete nazionali da 10, 20 e 50 centesimi di euro. Elegante fusione di architettura gotica, rinascimentale e barocca, è un possente edificio rettangolare, dai colori candidi e il tetto rosso, con quattro torri laterali. L'edificio ospita il Parlamento e, dall'alto di una collina, domina incontrastato il Danubio e la città. Sorta in un luogo già fortificato da Celti, Romani e Slavi, la struttura primigenia da cui si sviluppò il castello vero e proprio risale al X secolo.

Vista del Castello di Bratislava e del DanubioHDiStock
Il Castello di Bratislava, abbracciato dal Danubio, al tramonto

Dopo centinaia di anni e profonde modifiche, già intorno al XVI-XVII secolo, divenne uno dei palazzi reali più belli e ricchi d'Europa, dimora dei re d'Ungheria prima e centro strategico della politica asburgica poi. La regina Maria Teresa d'Austria amò molto il castello e promosse ulteriori e sfarzosi cambiamenti, per renderlo ancora più maestoso: tra il 1740 e il 1780, infatti, furono aggiunti dei rigogliosi giardini, ingrandite e abbellite in stile rococò molte sale, costruite dependance e gallerie d'arte, perfezionati servizi e così via. Nel 1811, purtroppo, un incendio, distrusse completamente questo "hrad" (castello in slovacco) e si dovette aspettare il 1953 per la sua ricostruzione, che, però, ha magistralmente riportato l'edificio al suo antico splendore.

Oggi, come sicuramente centinaia di anni fa, il panorama che si gode dal castello è fiabesco e, nelle giornate più limpide, il vostro sguardo potrebbe addirittura arrivare fino ad un'altra meravigliosa meta: la raffinata e impeccabile Vienna. Trascorrete almeno un pomeriggio intero al castello, scopritene le stradine nascoste e gli scorci più belli e aspettate il tramonto, che vi toglierà il fiato con la sua bellezza.

Lasciarsi stupire dalle architetture religiose 

Bratislava è costellata da splendide chiese. L'edificio religioso più importante della città è la squisitamente gotica Cattedrale di San Martino, consacrata nel 1453 e edificata sui resti di una chiesa romanica. Al suo interno, soffermatevi ad osservare le sue tre ampie navate, sormontate da volte a crociera e illuminate dalla luce che passa soffusamente attraverso le pregiate vetrate policrome, trasportando i visitatori in un'atmosfera quasi estatica.

Bratislava e la Cattedrale di San MartinoHDiStock
Vista di Bratislava, con la splendida Cattedrale di San Martino sulla sinistra

Particolarmente bello, poi, è il campanile di San Martino, alto ben 85 metri: dopo essere essere stato danneggiato da un fulmine nel 1760 e da un incendio nel 1830, è stato ristrutturato nel 1847 e, sulla sua sommità, è stata aggiunta una copia della preziosa Corona di Santo Stefano, regalia tra i più importanti del paese, usata per incoronare i sovrani ungheresi fin dal XIII secolo. Il perché di questa scelta insolita è molto semplice: nella cattedrale, dal 1563 al 1830, sono stati incoronati ben undici re e regine d'Ungheria, compresa la celebre Maria Teresa d'Austria nel 1741. Qui sono sepolte, inoltre, anche alcune delle personalità più illustri e nobili della città, tra cui arcivescovi e marescialli imperiali.

La Chiesa di Santa ElisabettaHDiStock
La Chiesa Blu di Bratislava, dedicata a Santa Elisabetta d'Ungheria

Poco lontano dal centro storico, sorge una delle chiese più sbalorditive e fiabesche d'Europa: la Chiesa di Santa Elisabetta, chiamata anche "Modrý Kostolík", ossia "Chiesa Blu", per il tanto stravagante quanto raffinato colore che la contraddistingue. Dedicato a Santa Elisabetta d'Ungheria, principessa duecentesca, figlia di re Andrea II il Gerosolimitano e moglie di Ludovico IV di Turingia, detto il Santo, il luogo di culto è stato costruito nel 1907, su progetto dell'architetto ungherese Ödön Lechner, in un eccentrico stile Art Nouveau. L'edificio, dove il dominante blu si mescola armoniosamente con sfumature più chiare di turchese e di bianco sia all'esterno, sia all'interno, è impreziosito da dettagli romanici e bizantini, come il meraviglioso mosaico del portone centrale che raffigura un miracolo della santa. 

Tra le altre chiese degne di nota, risaltano la barocca Chiesa dei Trinitari, ispirata alla Chiesa di San Pietro di Vienna e abbellita dagli affreschi dell'artista italiano Antonio Galli da Bibbiena, e l'antica Chiesa dei Francescani, risalente al XIII secolo e usata per le incoronazioni reali prima della Cattedrale di San Martino. 

Passeggiare (e perdersi) nella Città Vecchia

Lo "Starè Mesto" di Bratislava, ovvero il suo centro storico, è uno dei luoghi più belli del paese, un piccolo mondo a sé, dove il tempo sembra essersi fermato e dove si respira un'aria serena, rilassata, quasi bohémien. Hlavné námestie è la Piazza Principale, dove gli innamorati passeggiano mano nella mano, dove gli studenti, le famiglie e le coppie escono per bere e chiacchierare, dove le amiche si danno appuntamento per fare shopping e dove locali e turisti si ritrovano per mercati, fiere e celebrazioni importanti.

La Piazza Centrale di BratislavaHDiStock
Mercato festivo a Hlavné námestie, la piazza principale di Bratislava

Questa piazza, che di notte diventa il cuore della movida, è circondata da eleganti edifici rinascimentali dai colori pastello. Bellissimi sono, poi, il Vecchio Municipio, uno dei palazzi più antichi ed eclettici di Bratislava, e la vicina fontana di Rolando, il mitico cavaliere, la cui statua, seconda la leggenda, si anima ogni Capodanno. Dalla Piazza Principale si snodano una miriade di labirintiche strade e viuzze, piene di ristoranti, club, bar, negozi, musei e teatri.

La Città Vecchia di BratislavaHDiStock
Un suggestivo scorcio della Città Vecchia di Bratislava

Andare a caccia di statue

Da qualche decennio, Bratislava è stata letteralmente invasa da decine di strani e surreali personaggi... di bronzo! In giro per la città, infatti, troverete tante simpatiche statue che appaiono nei luoghi più improbabili e che, sospese tra presente e passato, raccontano di azioni quotidiane, figure storiche, tradizioni e leggende. Quella più amata è Cumil, detto anche il Guardone, e si trova tra via Panská e via Laurinská: con la testa placidamente appoggiata sulle sue mani incrociate, è un uomo dallo sguardo tenero e l'espressione sorridente, forse un po' sorniona, che sbuca, inaspettatamente, da un tombino! La sua posizione inusuale e non propriamente visibile, gli è costata addirittura "la testa" perché è finito più volte "decapitato" da automobilisti distratti!

Il simpatico CumilHDiStock
Cumil, una delle simpatiche statue che animano Bratislava

Tra le altre statue che aspettano di essere fotografate e ammirate, ci sono lo scrittore danese H. C. Andersen, che proprio a Bratislava scrisse "La piccola fiammiferaia", una ragazzina con una mela in mano, due ragazze sedute vicino ad una buca postale, un uomo che ride spensierato e un altro che, con un passo probabilmente svelto, guarda l'orologio.

Dietro l'angolo di un palazzo, si nasconde un fotografo curioso, mentre, vicino ad una panchina, un soldato napoleonico sembra aspettare qualcuno, per molti la donna di cui si era innamorato durante la guerra e per cui aveva deciso di fermarsi in città. Non dimenticate, poi, di rispondere con un sorriso al saluto di Schöner Náci, detto il Bell'Ignazio, un signore dall'aspetto raffinato, con sciarpa e cappello. Questa statua, l'unica in argento, dovrebbe raffigurare un personaggio locale realmente esistito, il quale, impazzito a causa di un amore non ricambiato, aveva perso tutto. Anche da povero, però, l'uomo conservò la sua eleganza e la sua buona educazione, salutando sempre gentilmente le persone che incontrava per strada e inchinandosi di fronte alle signore

Informazioni utili

Quando e come andare

Bratislava è una meta perfetta per tutte le stagioni: è incantevole e allegra durante i periodi caldi, romantica e magica durante quelli più freddi. La Ryanair offre voli diretti per Bratislava da Milano Bergamo, Roma Ciampino, Bologna e Alghero a prezzi estremamente vantaggiosi: prenotando con un po' di anticipo, è possibile acquistare un biglietto di andata e ritorno a circa 30-50 euro.

Se preferite altre soluzioni, potete raggiungere Vienna, in aereo o in treno (meglio se con le offerte Smart Price), e da qui spostarvi a Bratislava, che dista solo 70 km dalla capitale austriaca. Se siete appassionate di vacanze in macchina, la principale città slovacca è una destinazione finale o una tappa adatta anche per i viaggi on the road. Partendo, ad esempio, da Roma o da Milano, potreste fermarvi a Venezia, Graz o Vienna, e, una volta visitata Bratislava, proseguire per Budapest.

Dove e cosa mangiare

La cucina slovacca è squisita e molto, molto sostanziosa, piena di formaggi, carne e affettati. Oltre al piatto tipico più amato, gli gnocchi di patate (leggermente più piccoli rispetto ai nostri) preparati con salsa alla ricotta e pancetta croccante, assicuratevi di assaggiare anche il gulash, il celebre spezzatino di manzo di origine turca, i tanti tipi di salsicce, spesso speziate, le profumatissime zuppe (quelle ai funghi e al cavolo sono davvero ottime) e le frittelle di patate.

Street food a BratislavaHDiStock

Tra i dolci, non lasciatevi scappare le frittelle dolci (simili alle crepes francesi), la bábovka (una sorta di ciambellone) e l'intramontabile strudel. A Bratislava la qualità dei ristoranti è generalmente molto alta e i prezzi, anche in comparazione con l'Italia, sono convenienti. Il Prašná Bašta è uno dei locali più famosi e frequentati della città, come la fila al suo ingresso vi farà intuire subito. Il suo gulash e i suoi gnocchi sono eccezionali, ma, spesso, la vera sorpresa è nel menù quotidiano dei piatti speciali, dove potrete trovare, ad esempio, un succulento arrosto di cinghiale al vino rosso.

Casual, allegro e imperdibile è, poi, lo Slovak Pub, uno dei bar più grandi della città. Frequentato principalmente da giovani e studenti, è diviso in undici sale, ognuna con riferimenti ad un periodo diverso della storia della nazione. Il cibo è ottimo ed economico, così come la birra di produzione propria, la cui ricetta è segreta! Se desiderate passare una serata romantica, invece, vi suggeriamo il suggestivo Modrá Hviezda, dall'atmosfera rustica, illuminata dalla luce di tante candele. Perfetto per un celebrare un anniversario o un momento speciale! 

Dove dormire

Bratislava è costellata di splendidi hotel stellati dai servizi eccellenti e dai prezzi bassi, che vanno da 50 a 150 euro. Il centralissimo e moderno LOFT Hotel (****), ad esempio, costa intorno ai 70 euro, mentre il superbo Marrol's Boutique Hotel (*****) ha camere doppie a 120 euro, con colazione inclusa.

Il romantico e sognante Arcadia Hotel (*****), che ha trasformato un edificio antico in una struttura accogliente e lussuosa, offre, oltre a camere a 90 euro, anche un bel centro benessere, dove lasciarsi coccolare da massaggi, saune e vasche idromassaggio, e un ottimo ristorante. Molto raccomandati sono anche l'elegante Radisson Blu Carlton, l'innovativo EA Art William e l'impeccabile Crowne Plaza

Documenti e moneta

La moneta ufficiale della Slovacchia è l'euro. Per visitare il paese non è necessario avere il passaporto, basta la carta d'identità valida per l'espatrio. 

Bratislava è una città che vi farà innamorare con i suoi scorci, i suoi monumenti e le sue tradizioni. Scoprirete una realtà sospesa, divisa tra tanti passati diversi e contrastanti che sono riusciti a fondersi architettonicamente e umanamente in maniera sublime ed emozionante. Quali delle sue attrazioni credete vi intrigherebbe di più?

Vota anche tu!

Cosa vi ispira di più di Bratislava?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.