Stai leggendo: Décolleté I love Vivier: l'ultima mania per la Primavera 2019

Letto: {{progress}}

Décolleté I love Vivier: l'ultima mania per la Primavera 2019

Si chiama "I love Vivier" la nuova décolleté che ha già conquistato tutte. Un inno all'amore e alla bellezza, giusto in tempo per San Valentino.

Le décolleté I love Vivier per San Valentino Roger Vivier

0 condivisioni 1 commento

Gherardo Felloni crea "I love Vivier", la nuova décolleté con un cuore rosso all'interno della scarpa. E diventa subito una mania. Non a caso vuole celebrare San Valentino e l'amore per la bellezza.

L'amore come ispirazione

Femminile e sensuale, presenta un design affusolato e un chiaro richiamo agli anni '60. Ma il dettaglio più interessante rimane sicuramente il sottopiede bicolore che crea un cuore all'interno della calzatura. Impossibile non adorarlo. Senza contare che è estremamente versatile. È perfetta per la sera, con un tubino, o per il giorno, con un paio di jeans o un midi dress. E il tacco non è nemmeno troppo alto: 85mm e 100 mm sono le altezze proposte.

Le “I Love Vivier” sono appena uscite nei negozi e sullo store online di Rogervivier.com (in Italia non sono ancora presenti negozi fisici). Presto saranno disponibili sul sito anche in altri colori: rosso, fucsia, argento, nero, e panna. Anche i materiali varieranno: dalla pelle scamosciata alla vernice e al raso.

Le dècolettè di Roger Vivier è la scarpa per San Valentino 2019Roger Vivier
Le dècollete I love Vivier 2019 mania San Valentino 2019Roger Vivier
Le Dècollete I love Vivier 2019 viste dal retro su sfondo rosaRoger Vivier

Le dècolletè Roger Vivier su Yoox

Tutta l'eleganza immutabile e stravagante di Roger Vivier su Yoox, in un'ampia scelta fra modelli iconici "Virgule", eleganti con tacco scultura, rivisitazioni animalier e dècolletè gioiello impreziosite con strass:

Chi era Roger Vivier

Roger Vivier (1907-1998) è stato definito il "Il Fabergé della Scarpa" per le sue scarpe stravaganti e decorate, che descrisse come fossero vere e proprie opere d'arte. A lui viene attribuito il design del primo tacco a spillo nel 1954. Le dècolletè come le intendiamo oggi, con il tacco molto sottile, sono nate certamente alla fine del 19° secolo, ma Vivier è noto per essere un precursore: ha infatti rilanciato e sviluppato questo stile utilizzando una sottile asta di acciaio.

Ava Gardner, Gloria Guinness, i Beatles erano tutti clienti di Vivier. Creò un paio di scarpe persino per la regina Elisabetta II.

Nel 1924 inizia a studiare scultura all'Ecole des Beaux Arts di Parigi, ma abbandona la carriera di studi due anni dopo per iniziare a lavorare come apprendista calzolaio. Nel 1937 apre la sua prima boutique in rue Royale, a Parigi. Il tacco è il suo elemento distintivo, che innova sperimentando forme diverse, dallo stiletto "Aiguille", che lancia per primo nel 1954, al sinuoso "Virgule", divenuto poi elemento iconico della Maison dal 1963. Le sue decorazioni sono uniche, grazie all'utilizzo originale di seta, perle, perline, pizzi, applicazioni e gioielli. Dal 1953 al 1963 Vivier disegna scarpe anche per Dior. Famose le sue pumps Pilgrim con fibbie d'argento, indossate poi da Catherine Deneuve nel film "Belle de Jour", sono state a lungo imitate.

Ho sempre avuto una passione per il design. Rivedo i miei disegni in continuazione per assicurarmi che l'idea che ho in mente rispetti la struttura del piede.

Le scarpe di Vivier sono esposte al Costume Institute del Metropolitan Museum of Art di New York, al Victoria and Albert Museum di Londra, al Bata Shoe Museum di Toronto e al Musée de la mode et du textile al Louvre .

chi era roger vivierHDGetty

Il brand simbolo di un'eleganza parigina senza tempo

Roger Vivier muore nel 1998. La rinascita del marchio si ha nel 2006, con l'acquisizione di Diego Della Valle, Tod's. A novembre 2015, Tod's detiene il 60,7% del marchio di scarpe. 

Nel 2018 Gherardo Felloni viene nominato Direttore Creativo della Maison. Dalle borse alle scarpe, Felloni è stato incaricato di aggiornare l'immagine del marchio francese Roger Vivier:

Quando hanno proposto l'idea, ero davvero felice. Era il mio sogno. Ero davvero al settimo cielo quando mi hanno chiamato e mi hanno detto: 'Ah, Vivier ti sta cercando!'

Il flagship store di Roger Vivier si trova oggi in Rue Faubourg Saint-Honoré Parigi, il cui design è famoso per essere stato ispirato dall'appartamento di Vivier.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.