Stai leggendo: Recensione di City of Lies: Johnny Depp e la verità sulla morte di Notorious B.I.G.

Letto: {{progress}}

Recensione di City of Lies: Johnny Depp e la verità sulla morte di Notorious B.I.G.

City of Lies - L'ora della verità, il film con Johnny Depp nell'insolito ruolo di un detective sulle tracce dell'assassino di Notorious B.I.G.

Forest Whitaker e Johnny Depp alla scoperta deldi Notorious B.I.G. Notorious Pictures Ufficio Stampa

4 condivisioni 0 commenti

Nel 1997 Christopher George Latore Wallace III, il rapper americano noto come The Notorious B.I.G., viene ucciso a Los Angeles. La notizia fa il giro del mondo e colpisce al cuore l’agitato universo musicale della West e East Coast, funestato dalla morte violenta di Tupac Shakur avvenuta un anno prima e da lotte intestine tra gli entourage di artisti Hip Hop e Rap, travolti dal successo economico e da una filosofia di vita ambigua e molto simile a quella dei gangster degli anni ’30.

L’operato della polizia Di Los Angeles, già al centro dell’attenzione pubblica per oscuri episodi di razzismo nei confronti degli Afro-Americani, appare fin da subito riluttante nel trovare il vero colpevole, fino a insabbiare le indagini.

Dopo il drammatico racconto di violenza e corruzione in Rampart di Oren Moverman (2011), City of Lies – L’ora della verità di Brad Furman (The Infiltrator, 2016) trae ispirazione dal libro LAbyrinth di Randall Sullivan, giornalista della rivista Rolling Stone che ha portato alla luce i fatti permettendo di mettere il punto sull’inchiesta e ne scandaglia, passo per passo, nel più classico spirito dei film inchiesta, i lati oscuri e ingarbugliati di un omicidio che, ad oggi, ha ancora contorni piuttosto sfocati.

Nel piatto, l’enigma della morte di The Notorious B.I.G. si incrocia con il destino di Russell Poole, investigatore che, per tutta la vita, si è impegnato a cercare la verità fino a scoprire un legame tra l’assassino e la stessa polizia di Los Angeles.

Johnny Depp è il detective Poole in City of Lies e indaga sulla morte di Notorious B.I.G.HDNotorious Pictures

Il regista alterna il ritmo serrato dei migliori thriller cinematografici a momenti quieti e intimistici, riflessi di un uomo in dissolvenza che osserva, impotente, tra flashback e consapevolezza, la perdita della carriera e gli affetti più cari solo per aver fatto il proprio dovere. La fotografia incandescente e allo stesso tempo livida ben sottolinea una stagione feroce e crudele dentro un sistema corrotto dove i buoni si mescolano con i cattivi senza soluzione di continuità.

Johnny Depp interpreta il detective Poole, personaggio realmente esistito, facendone un eroe intimista e dolente, testardo fino all'autolesionismo per la sua implacabile sete di verità: nonostante le pessime critiche che lo accusano di aver costruito un carattere statico, di maniera, poco incisivo, la performance dell’attore risulta in realtà efficace e volutamente sottotono per lasciare spazio alla desolazione di un Don Chisciotte che letteralmente si consuma, fino al suo ultimo respiro, per restituire dignità a sé stesso e a un uomo ferocemente ucciso.

L'attore Forest Whitaker in City of Lies è un giornalista in cerca di riscatto HDNotorious Pictures

Forest Whitaker, nei panni fittizi di Jack Jackson, giornalista in disgrazia a causa di un documentario in cui ha sostenuto, erroneamente, una delle tante teorie dell’omicidio, è il suo Sancho Panza in cerca di riscatto. Qualche retorica di troppo e l’incongruo e sdolcinato indugio intorno alla questione privata tra Poole e il figlio perduto e ritrovato non intaccano il valido lavoro sia dei protagonisti sia della regia: pur auspicando un percorso più netto e approfondito nelle intricate rivalità musicali della scena anni ’90, City of Lies regala agli spettatori una sensazione di onestà e bontà di intenti, che culmina nel commovente incontro tra Poole, Jackson e Voletta Wallace, la madre di The Notorious B.I.G.

City of Lies – L’ora della verità arriva nelle sale italiane dal 10 gennaio 2019.

Voto7/10

Johnny Depp e Forest Whitaker regalano una performance eccellente nel film sull'assassino del rapper The Notorious B.I.G., tra momenti epici e qualche perplessità.

Silvia Levanti

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE