Moschino celebra Fellini a Roma con la collezione A/I 2019/20

Tre modelli che indossano la collezione Moschino autunno inverno 2019 2020 ispirata a Fellini

Jeremy Scott porta a Roma l'omaggio a Fellini in un surreale viaggio tra due epoche.

Moschino sfila per la prima volta a Roma interpretando in chiave pop l'universo onirico del cinema di Federico Fellini. I personaggi del celebre regista tornano a rivivere sulla passerella dello studio 10 di Cinecittà, trasformata per una sera nel set surreale del fashion show per l'autunno/inverno 2019/20.

Il rimando al cinema felliniano è onnipresente, dalle scritte al neon distribuite per la sala ai riferimenti espliciti alle sue pellicole più celebri, come le colonne romane. Dopo la precedente collezione di schizzi colorati o quella sui Looney Tunes ci sorprende il riferimento a una sfera più impegnativa. Ma è questo il bello di Moschino.

gettyModello che indossa la Collezione Moschino uomo autunno inverno 2019 2020
gettyModella che indossa la Pre Collezione Moschino donna autunno inverno 2019 2020

Una sala da ballo in decadenza fra rovine romane e colori pop

Un’eccentrica parata di creature mitologiche, cortigiane, dive e centurioni in armatura ha sfilato a Cinecittà, capeggiata da Teddy Quinlivan, Jon Kortajarena e Nadja Auermann.

Jeremy Scott ha fatto propri i personaggi del cinema felliniano e li ha immaginati ai giorni nostri. Si vede Casanova in uno smoking dai colori vibranti, stretto in vita da grandi cinture di seta con fiocchi sulla schiena; Gelsomina e Giulietta degli Spiriti in rosso fuoco; persino una Anita Ekberg contemporanea, il cui celebre abito in velluto nero viene reinventato in un long dress con scollo a cuore. Ma compaiono anche incipriate dame dalle enormi parrucche e dive anni '20 ricoperte di paillette. 

"Ho deciso di presentare la collezione uomo e la pre-collezione donna A/I 2019 negli storici studi di Cinecittà a Roma, poiché lo show sarà un omaggio al grande Federico Fellini che ha girato proprio lì alcuni suoi capolavori cinematografici. Ho preso ispirazione dal suo lavoro e dai magnifici personaggi protagonisti di film quali Roma, La Dolce Vita, Satyricon, 8 1/2 e Casanova, solo per citarne alcuni" – Jeremy Scott

Le armature romane vengono indossate sopra eleganti abiti da sera e i bustier abbinati a pantaloni in pelle. L'uomo indossa tutù e anfibi e porta elmi e corone. I cappotti sono in tweed, ricamati con lettere latine e rimandano alle antiche tavolette cesellate attraverso fasce di raso rosso e oro. Non manca il military chic, che viene impreziosito con maxi lustrini.

Le acconciature formato XXL

Dai singoli capi passiamo all'hair style, firmato Jimmy Paul, che delle chiome big ha fatto il suo marchio di fabbrica. Per la realizzazione delle parrucche si è lasciato ispirare anche lui dalla cinematografia del maestro Fellini e, in particolare, da film come Satyricon, 8 ½, Casanova, Roma e La Dolce Vita. Le parrucche variano da colori più vivaci a più naturali e giocano con il volume e i contrasti di onde e chignon.

Jeremy Scott ha studiato tutto nel dettaglio: ogni look racconta una storia, niente è lasciato al caso. In un mix perfetto di decadenza e glamour, regala ancora una volta una sfilata che lascia senza fiato.

Leggi anche

      Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.