Stai leggendo: Come organizzare un viaggio a Courmayeur, la città della neve ai piedi del Monte Bianco

Letto: {{progress}}

Come organizzare un viaggio a Courmayeur, la città della neve ai piedi del Monte Bianco

Se amate le vacanze invernali, Courmayeur è la meta che fa per voi! In questo magico scorcio della Valle D'Aosta, vi aspettano candida neve, baite romantiche, piste da sci, boschi favolosi, il Monte Bianco e panorami talmente belli da togliere il fiato.

Sport invernali e panorami mozzafiato a Courmayeur iStock

1 condivisione 0 commenti

Adagiata sulle pendici del Monte Bianco, Courmayeur è una delle mete più amate dagli amanti dello sci e rinomate al mondo per le vacanze invernali. Questa piccola e graziosa cittadina della Valle d'Aosta, situata al confine con la Francia, conta meno di 3000 abitanti e si trova nella spettacolare Valdigne, a 1224 m sul livello del mare. Qui vi aspettano non solo eccellenti strutture per gli sport invernali, ma anche splendide spa, negozi di lusso, squisita enogastronomia, divertimento, cultura, arte e natura.

Ecco tutti i consigli per un soggiorno indimenticabile a Courmayeur!

Avventura e sport invernali

L'attrazione principale della zona sono sicuramente i suoi 100 chilometri di piste e fuori piste da sci e i tantissimi impianti sportivi magistralmente organizzati per farvi godere al meglio le vostra vacanze sulla neve!

Magica vista di CourmayeurHDCourmayeur Mont Blanc
Magica vista di Courmayeur

Sci, snowboard, trekking, alpinismo, escursioni, snowbike, passegiate con le ciaspole: a Courmayeur non ci si annoia mai! Che siate esperti o dilettanti, troverete l'attività perfetta per voi e ad aspettarvi ci sarà sempre e comunque il Monte Bianco, con i suoi stratosferici 4808 m.

Il comprensorio sciistico di Courmayeur-Mont Blanc è una delle strutture migliori d'Europa, offre 33 piste (11 blu, 17 rosse, 5 nere), che si estendono su due versanti (Val Veny e Plan Chécrouit) e raggiungono i 2750 m di altezza, ed è servito da numerose funivie, telecabine e seggiovie. L'attuale stagione sciistica, inoltre, si è aperta con l'inaugurazione di altre 2 piste che partono dall'Arp.

Vista delle AlpiHDiStock
Paesaggi mozzafiato, a passeggio sulla neve

La suggestiva Val Ferret ha 35 km di piste per lo sci di fondo e, con i suoi panorami mozzafiato, è un luogo incantato per chi ama passeggiare nella natura e fare escursioni e/o alpinismo. Se siete avventurose e capaci di praticare senza rischi lo sci fuori pista, divertitevi con le discese del Ghiacciaio del Toula e quelle del Mer de Glace (tra Courmayeur e Chamonix).

Non perdetevi, poi, le fermate dello spettacolare Skyway, che, con le sue funivie tra i ghiacciai, va da Courmayeur a Punta Helbronner, passando per la stazione di Pavillon du Mont Fréty, ossia da 1300 m a 3466 m, passando per 2.220 m! In più, ad attendervi in alta quota, ci sono cantine, bar e ristoranti dove unirete ottimo cibo e vini pregiati con un panorama indescrivibilmente bello!

Paesaggio innevato con Skyway in primo pianoHDiStock
Lo spettacolare Skyway del Monte Bianco

Benessere e relax

Non amate gli sport invernali? Tranquille: una vacanza a Courmayeur vuol dire anche relax! La città pullula di spa, resort, centri benessere e terme dove fermarsi per rilassarsi e rigenerarsi. Le fonti termali sono tre (Vittoria, Margherita e Regina) e, come vi abbiamo anticipato, è grazie a loro che l'area divenne inizialmente famosa, secoli fa.

Oggi, l'opzione più lussuosa e invitante sono le Terme di Pré Saint Didier, poco distanti da Courmayeur: avvolte da un'atmosfera d'altri tempi, potrete lasciarvi coccolare da massaggi (quelli di coppia sono molto piacevoli e sensuali), saune, bagni di vapore, stanze del sale, bagni con musicoterapia, trattamenti antiossidanti e rassodanti con fanghi, scrub e naturalmente vasche con acque ricche di ferro, che vi doneranno pelle morbida e che miglioreranno la vostra salute muscolare e la vostra circolazione. In più, tutti i venerdì, c'è un appuntamento assolutamente consigliato: l'Aperiterme, un'aperitivo di benessere con prodotti valdostani e un calice di vino.

Eccellente anche il Centro Benessere dello splendido Hotel Mont Blanc, che offre un meraviglioso percorso chiamato Salus Per Aquam: "piscine calde, area fitness, sauna tradizionale, bagno turco, sauna ad infrarossi per detossicarsi, rilassarsi, alleviare i dolori muscolare, perdere peso, purificare la pelle e migliorare la circolazione sanguigna". E cosa dire della spa dell'Hotel Le Massif, a un soffio dalla funivia, dalle boutique della moda. Le Massif, parte delle strutture termali del gruppo Italian Hospitality Collection, è un innovativo progetto per chi ama l’hotellerie di charme. Questa incantevole struttura offre Forest Bathing (un originale e terapeutico percorso naturale), massaggi, area fitness, bagni di vapore, trattamenti viso e corpo e tante altre esperienze indimenticabili, siano esse revitalizzanti o calmanti. Assolutamente da provare e raccontare in giro! 

Attrazioni e monumenti da non perdere

Courmayeur è una cittadina pittoresca e romantica, piena di scorci paradisiaci. La natura che la circonda è selvaggia e incontaminata, mentre passeggiando nel suo centro storico si respira un'atmosfera sospesa nel tempo.

Courmayeur HDCourmayeur Mont Blanc
Spettacolare vista di Courmayeur

Tra i suoi edifici religiosi più importanti ci sono la semplice ed elegante Chiesa di San Pantaleone, consacrata nel 1742 dal vescovo Pierre-François de Sales, e il raccolto e famoso santuario di Notre-Dame de Guérison, consacrato nel 1868. Questo piccolo edificio, dagli esterni lineari e candidi e dagli interni barocchi e pieni di ex voto donati da alpinisti, si trova sulla strada per la Val Veny, in una zona nota per i suoi "miracoli" fin dal Seicento, ed è magicamente dominata dal ghiacciaio della Brenva.

Tra le architetture civili, si distinguono l'antica Torre Malluquin e la Casaforte Passerin d'Entrèves, un bell'edificio medievale che prende il nome dalla nobile famiglia che lo abita ancora. Costruita intorno al 1351, fu usata anche dagli emissari dei reali Savoia per le udienze generali. Molto interessante è anche la sede delle Guide Alpine (società nata nel 1850), dalla tipica architettura montana.

Qui, inoltre, è allestito il Museo Alpino Duca degli Abruzzi, creato per volere di Luigi Amedeo di Savoia e dedicato all'alpinismo. Se cercate shopping e divertimento, invece, Corso Roma è la strada che fa per voi, il cuore pulsante di Courmayeur: lungo di essa si trovano negozi di abbigliamento e di attrezzature sportive, delicatessen, caffè e ristoranti. Da non perdere!

Il centro di CourmayeurHDiStock
La Società delle Guide di Courmayeur, struttura che ospita il Museo Alpino

La storia di Courmayeur

Descritta dal poeta Giosuè Carducci come una "conca in vivo smeraldo tra foschi passaggi dischiusa", Courmayeur era una destinazione turistica famosa già nel XVII secolo, principalmente grazie alle sue fonti termali. A partire del 1700, iniziò ad essere un punto di interesse anche per gli amanti dell'alpinismo e per i ricercatori specializzati in esplorazioni scientifiche. Il naturalista Horace-Bénédict de Saussure (1740-1799), da molti considerato proprio "il padre dell'alpinismo", si dedicò, ad esempio, a numerosi studi riguardanti il Monte Bianco, tra cui quello sulla sua altitudine.

Alpinisti sul Monte BiancoHDiStock
L'antica e suggestiva foto di un gruppo di alpinisti sul Monte Bianco

Per stabilirla con esattezza, l'uomo offrì addirittura una ricompensa a colui che per primo avesse scoperto la via per raggiungere la cima della montagna più alta d'Europa (escludendo il Caucaso). Nell'agosto del 1786, due alpinisti francesi, Jacques Balmat e Michel Gabriel Paccard, riuscirono a individuare il percorso per arrivare più o meno agevolmente sulla vetta e, l'anno dopo, lo stesso de Saussure partecipò a una spedizione per approfondire le sue ricerche. Con l'affermarsi di discipline e sport invernali, Coumayeur divenne, poco a poco, un'elegante meta molto frequentata soprattutto dall'élite europea, tra cui anche numerose teste coronate. I Savoia e in particolare la regina Margherita amarono molto questa splendida cittadina e vi si recarono in villeggiatura molto spesso, facendone aumentare la fama, che oggi è indiscussa in tutto il mondo. 

Informazioni utili

Come arrivare a Courmayeur e quando andare

Courmayeur si trova a soli 27 km da Aosta ed è facilmente raggiungibile in macchina. GoEuro, che ha stilato la lista delle destinazioni sciistiche raggiungibili comodamente in bus, e tra queste figura anche Courmayeur: da Torino bastano 2h15 spendendo 18€, fa Milano 2h55 con 28€, da Genova: 4h55 con 28€!

Molto piacevole d'estate, è una meta perfetta per l'inverno e la sua offerta di eventi sportivi, mondani e foodie è travolgente! Dal 31 gennaio al 3 febbraio, ad esempio, c'è il City Ski Championship & Financial Times Alpine Forum, mentre, dal 14 al 17 marzo 2019, si terrà il Mountain Gourmet Ski Experience, una kermesse gastronomica stellata ed esclusiva, con il blasonato chef inglese Heston Blumenthal.

Tante anche le attività e le occasioni per Carnevale e San Valentino, festività per cui l'intera cittadina, addobbata con cuori e festoni, è percorsa da sfilate colorate e folkloriche, rallegrata da balli e musiche tradizionali e addolcita da tanto cioccolato! Imperdibile anche la “Foire de la Paquerette”, una famosa e affollata fiera dell'artigianato che si tiene a Pasquetta e riempie le strade del centro con oltre 300 bancarelle. 

Dove e cosa mangiare

La cucina della Valdigne, area nord-occidentale della Valle d'Aosta, è squisita e l'aspetto enogastronomico della vacanza non è assolutamente da sottovalutare! A Courmayuer vi aspettano tanti prodotti di qualità e pietanze succulente! Formaggi, insaccati, affettati e carni sono le maggiori attrattive culinarie. Tra i prodotti caseari, lasciatevi tentare da fontina, fromadzo, réblec de crama, salignon, séràs e toma di Gressoney. Non perdetevi, poi, il boudeun (insaccato con patate, lardo, barbabietole rosse, sangue di maiale o di bovino, vino e spezie), la motsetta (carne essiccata e insaporita da erbe di montagna) e il prosciutto alla brace di Saint-Oyen.

Un tipico piatto della Valle d'Aosta: la tartifletteHDiStock
Un tipico piatto della Valle d'Aosta di origine francese: la tartiflette

Tra i piatti tipici più saporiti, poi, si distinguono la polenta, la famosissima e francese tartiflette, sformato originario della vicina Savoia che si prepara con formaggio reblochon, patate, cipolle e pancetta, i chnolle, gnocchi di farina di mais, spesso serviti in brodo di carne, le tantissime zuppe (buonissima quella di porri), e la carbonada, con carne di manzo stufata con cipolle e vino. 

Gnocchi di farina di maisHDiStock
I chnolle, gnocchetti di farina di mais, tipici dell'Alto Adige

Tra i migliori ristoranti di Courmayeur, vi segnaliamo l'accogliente trattoria Le Cadran Solaire (noi adoriamo la sua insalata tiepida di patate e motsetta e il risotto con zafferano e carciofi), il panoramico Skibox (street food gourmet e tradizionale), il rinomato ed elegante Petit Royal, all’interno del Grand Hotel Royal e Golf, e il conviviale e "audace" Dandelion, dove assaggiare piatti speciali, con chef attenti e in grado di fondere innovazione culinaria, prodotti tipici e attenzione per il cibo biologico e salutare.

La Chaumière è un raffinato rifugio ad alta quota che, oltre a eccezionali piatti, regala anche una vista mozzafiato. Tra le sue specialità, le nostre preferite sono il tortino di patate e porcini su spuma di fontina DOP, gli gnocchi di castagne, spuma di Fontina DOP e il filetto di manzo alla crema di topinambur e burro del Cantabrico. Per quanto riguarda i dessert, invece, non riusciamo a decidere: tortino pere e cioccolato con salsa ai frutti di bosco oppure tortino di mele e caramello con salsa alla cannella? Per spuntini, dolci, cocktail e aperitivi, invece, la scelta più caratteristica e coinvolgente è sicuramente il suggestivo Caffè della Posta!

Dove dormire

Courmayeur è una meta leggermente costosa, ma imperdibile per gli amanti della neve e delle vacanze in montagna. La cittadina offre eccellenti strutture dove soggiornare, dai B&B di charme agli hotel 5 stelle. Molte fiabesche strutture sono già state citate per le loro sognanti spa o i loro ottimi ristoranti, tra cui il Grand Hotel Royal e Golf, l'Hotel Mont Blanc e l'Hotel Le Massif, ma ve le raccomandiamo nuovamente e caldamente anche per l'alloggio.

L'offerta hospitality di Courmayeur si amplia grazie all’inaugurazione del progetto Le Massif che interessa tutto il territorio e che comprenderà un complesso residenziale denominato Le Petit Massif, con 22 unità abitative di alto pregio, un hotel a cinque stelle, Le Massif, con 87 camere, 2 ristoranti, 2 bar, area fitness e spa, e la Baita Checrouit, situata all'arrivo della telecabina di Dolonne con un bar ristorante, una ski room e un mini-club.

View this post on Instagram

Junior Suite Approximately 35 m². Spacious and comfortable room equipped with views and luxury furniture. It consists of a double bed or two twin beds and a living area equipped with a “French style” one and a half size sofa bed. Availability of a cot in the room upon request. Bathroom with bath tub or shower, hairdryer, bathrobe, slippers and exclusive toiletries. Guests can use the 42-inch LCD TV with satellite channels and Sky and Premium package, free Wi-Fi internet connection, safety deposit box, telephone, mini bar and telephone wake-up call. The rates include use of the sauna, Turkish bath, gym, outdoor heated swimming pool and private car park. Express laundry service available, room service from 8:00am to 11:00pm and garage. #royalegolfstyle #courmayeurmontblanc #grandhotelroyalegolf

A post shared by Grand Hotel Royal e Golf (@grandhotelroyalegolf) on

I prezzi per una camera doppia in queste proposte sono abbastanza alti e vanno da 200 a 390 euro, ma, se preferite il low budget, non scoraggiatevi! Ci sono molte soluzioni adatte anche a chi viaggia in maniera economica. La romantica Locanda Belvedere, ad esempio, costa intorno 100 euro a notte, così come il tradizionale Meuble Laurent e l'allegro Shatush, che, al suo interno, dispone anche di discoteca e lounge bar, "fulcro accogliente e caldo della movida" di Courmayeur! 

Noi vorremmo già essere a Courmayeur, a godere di neve e relax, di tramonti sul Monte Bianco e passeggiate tra i boschi. E voi? Quale sarebbe la vostra ragione principale per visitare Courmayeur e il Monte Bianco?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.