Stai leggendo: Januhairy: le donne scelgono di non depilarsi per 30 giorni

Letto: {{progress}}

Januhairy: le donne scelgono di non depilarsi per 30 giorni

Parte dall’Inghilterra la nuova iniziativa social al femminile che sprona le donne a non radersi per tutto il mese di gennaio.

Rasoio Pixabay

26 condivisioni 0 commenti

Negli ultimi mesi molte star di fama mondiale - come Bella Thorne, Dakota Johnson e Rihanna - hanno sfoggiato orgogliosamente, tra social, red carpet e servizi di moda, i propri peli incolti, mietendo parecchie critiche e diventando a volte anche vittime di violenti body shaming.

In virtù del fatto che le donne che scelgono di non radersi non vengono viste di buon occhio, una studentessa inglese dell’Exeter University, Laura Jackson, ha deciso di dare il via a un’iniziativa “social mediatica” perché ciò cambi.

View this post on Instagram

HAPPY JANUHAIRY Januhairy is a project for women to challenge social norms and grow out their body hair for the month of January, all to raise money for Body Gossips education program. Women have signed up from around the world including Spain, Germany, Russia, USA, Canada and lots of women dotted around England, ready to kick-start the new year with a new challenge. Today is day one of Januhairy! Let’s do this, girls… Attached in the bio is the sponsorship form. All money raised will go towards Body Gossips Education program- aiming to change young minds and their views on their bodies! Please donate for as much as you can as even the smallest amount of money you can spare will make an enormous difference for this fantastic charity! There will also be a prize for the largest sponsor! Let's start 2019 the right way! 🌵💃✨

A post shared by Januhairy (@janu_hairy) on

Laura, 21 anni, ha infatti lanciato la campagna Januhairy - dalla crasi delle parole inglesi january (gennaio) e hairy (peli) - proponendo a tutte di rinunciare a ceretta e lamette per il mese di gennaio.

“La società sembra comportarsi come se i ‘capelli naturali’ che crescono sui nostri corpi siano sgradevoli e disgustosi” ha scritto la Jackson sulla pagina Facebook di Januhairy. 

Siamo così abituate a rimuoverli che siamo come delle sconosciute verso noi stesse. Januhairy è un esperimento dedicato alle donne che lottano insieme e che si incoraggiano a vicenda.

Inoltre Januhairy è un’iniziativa atta anche a raccogliere fondi per Body Gossip, programma che unisce arte e istruzione al fine di spronare le persone ad essere sempre se stesse, esattamente come la campagna fortemente voluta da Laura Jackson:

È palese che l’immagine del corpo ha un forte impatto su di noi, soprattutto nell’ambiente scolastico. A scuola ci insegnano tante cose utili per il futuro (ma) siamo motivate a lavorare per ciò che diventeremo anziché accettare ciò che siamo adesso, a partire dal corpo.

Che ne pensate della campagna Januhairy? 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.