Stai leggendo: Friends: il cast continua a guadagnare milioni per le repliche in TV

Letto: {{progress}}

Friends: il cast continua a guadagnare milioni per le repliche in TV

Grazie ad una clausola stipulata nei loro contratti durante la seconda stagione della serie, i protagonisti di Friends guadagnano ancora milioni di dollari ogni anno, ecco come.

Friends Getty Images

5 condivisioni 0 commenti

A circa 15 anni dall'episodio finale, Friends continua ad essere una delle sitcom di maggior successo di tutti i tempi, talmente tanto che i suoi interpreti ancora percepiscono proventi da favola dalle repliche trasmesse in continuazione.

Solo qualche settimana fa, infatti, era stata diffusa la notizia che la serie ha ottenuto il primo posto nella classifica degli show oggetto di binge-watching grazie a Netflix, che ha pagato un’enorme quantità di denaro per mantenere i diritti di diffusione delle dieci stagioni del telefilm: ben cento milioni di dollari.

Grazie a questa serie TV i nomi e i volti di David Schwimmer, Jennifer Aniston, Courtney Cox, Lisa Kudrow, Matt LeBlanc e Matthew Perry sono diventati famosi in tutto il mondo già mentre la produzione proseguiva il suo viaggio nel mondo della TV, e con l’aumentare della fama dello show, anche i compensi dei suoi protagonisti salivano costantemente. Con il contratto originale per la prima stagione ciascuno dei sei attori principali infatti percepì $22.500 (19.750 euro) a puntata, ma nelle due ultime stagioni il cachet era arrivato a un milione di dollari a puntata (€ 877.000).

Ora ciascuno di loro continua a trarre profitto dal frutto del proprio lavoro, grazie alla percentuale del 2% delle entrate derivate dalla vendita dei diritti di trasmissione della serie cui hanno diritto. Considerando che Friends ancora racimola un miliardo di dollari con Warner Bros., ciascuno dei membri cast ad oggi ha diritto a 20 milioni di dollari ogni anno, cioè più di quanto hanno guadagnato rispettivamente per l’ultima stagione (che constava di 18 episodi).

La clausola del 2% è stata voluta dagli attori durante una serie di negoziazioni cui presero parte durante la seconda stagione dello show, quando pretesero compensi uguali per tutti loro, in un caso di equality davvero raro nel mondo dello spettacolo soprattutto all’epoca.

Un lavoro davvero da sogno!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO