Stai leggendo: L'Indovina Chi' al femminile con donne straordinarie

Letto: {{progress}}

L'Indovina Chi' al femminile con donne straordinarie

"È un Premio Nobel?", "È una scienziata?'": in 'Who's She?' non importa se il personaggio da indovinare indossi gli occhiali o il cappello. L'importante è che abbia cambiato il mondo

Who's She Who's She

92 condivisioni 0 commenti

"È una scienziata?", "è un'attivista per i diritti umani?": scordatevi le tipiche domande da Indovina Chi. In 'Who's she?' non servirà chiedere se il personaggio misterioso porti gli occhiali oppure no. La nuova versione di uno dei giochi da tavola più amati è tutta al femminile, e raccoglie solo protagoniste straordinarie.

L'idea è venuta a Zuzia Kozerska-Girard, una designer polacca che ha deciso di reinventare il popolarissimo gioco messo in vendita per la prima volta nel 1979. Lo scopo perseguito dai giocatori resta invariato: indovinare l'identità del personaggio misterioso. Per farlo, però, non sarà sufficiente chiedere se indossi il cappello o quale sia il colore degli occhi. Gli sfidanti dovranno conoscere la biografia dei personaggi e, per esempio, chiedere all'avversario: "È un Premio Nobel?".

Who's she: l'Indovina Chi con donne straordinarie

Dite addio agli incorporei Maria, Susan, Anita, Alfred e Sam. Nelle caselline di Who's She sono rappresentate Frida Kahlo, Malala Yousafzai, Valentina Tereshkova, Wangari Maathai, Cleopatra, Harriet Tubman, Agnodice, Hatshepsut e Amelia Earhart. Donne straordinarie che hanno cambiato il mondo: un gioco in cui, per indovinare, non è importante il modo in cui appare il personaggio, se abbia i capelli biondi, gli occhiali o gli occhi celesti, ma ciò che di grande ha fatto nella sua vita. 

View this post on Instagram

SHE SAID : “If one man can destroy everything, why can't one girl change it?” Did she...win a NOBEL PRICE ? 🥇🏆✅ Is She...a WOMEN’S RIGHT advocate ? 🚺🗣✅ Has She ...fought for WOMEN EDUCATION ? 👩‍🎓💪✅ —> Meet MALALA YOUSAFZAI ! She is a Pakistani activist for female education and the youngest Nobel Prize laureate! She survived a murder attempt and, following her recovery, became a prominent activist for the right to education. She also founded the @malalafund , a non-profit organisation and in co-authored “I am Malala”, an international best seller! She is the strong & mighty @malala 💪 #nobelprize #education #womenempowerment #bestseller #rebelgirls #quotestoliveby

A post shared by Zuzia (@playeress) on

Il gioco è stato creato da Zuzia Kozerska-Girard, una designer polacca che lo ha lanciato attraverso una piattaforma di crowfunding online, Kickstarter, per cercare di raccogliere i fondi per realizzare la sua creazione. L'idea ha generato grande entusiasmo, con oltre 6mila sostenitori e più di 500mila euro raccolti finora, tra piccole donazioni e acquisti del prodotto.

Realizzato in legno di betulla, con i disegni a mano dell'artista Daria Gołąb, il prodotto nasce in un laboratorio di Varsavia con un'attenzione particolare anche per l'ecosostenibilità: "Abbiamo cercato il materiale locale per mantenere il nostro progetto il più sostenibile possibile", è quanto si legge sul sito su cui acquistare il gioco da tavola. 

A questo punto, qualcuno potrebbe chiedersi perché, all'interno di questa particolare versione di Indovina Chi, siano incluse solo donne con il coraggio di essere diverse e rischiare. La risposta è facile: "Per dimostrare che le ragazze possano fare qualsiasi cosa, anche se qualcuno dice: È una cosa da ragazzo!".

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO