Stai leggendo: Paola Turci risponde ai gossip sula sua omosessualità e racconta un drammatico episodio

Letto: {{progress}}

Paola Turci risponde ai gossip sula sua omosessualità e racconta un drammatico episodio

Paola Turci ha smentito i rumor: non è lesbica, le piacciono gli uomini. E ha rivelato un abuso sessuale subìto in passato.

4 condivisioni 0 commenti

Paola Turci è stata un fiume in piena nell’intervista televisiva rilasciata a Belve, su Nove.

La cantante, annoverata anche quest’anno tra i Big del Festival di Sanremo, ha smentito alcuni gossip sul suo conto e, di contro, ha raccontato un abuso sessuale subìto quando aveva solo 13 anni.

Per prima cosa la Turci ha negato di essere lesbica.

Paola Turci non è omosessuale

La cantante ha voluto specificare di non riscontrare alcun fastidio nell’essere definita dalla stampa “lesbica”o “icona lesbo” ma di non amare il modo in cui i media etichettano a priori l’orientamento sessuale di una persona.

Dicono di me che sono lesbica e non è vero, ma non mi dispiace.

A suo parere, troppo spesso le questioni sessuali vengono strumentalizzate per vendere.

Sarebbe anche il momento che i giornalisti, i media la smettessero di affibbiare la definizione 'gay', 'lesbica' a qualcuno per poi farci i titoli di copertina dei giornali.

Paola Turci si esibisce con la chitarraHDGetty Images
Paola Turci parteciperà anche al Festival di Sanremo 2018

La Turci ha commentato l’episodio analogo accaduto a Emma Marrone

Lei non ne ha sofferto [per essere stata definita lesbica], ma si sarà indignata per l'aspetto sociale che questa cosa rappresenta. Uno pensa che se ti dicono: 'Lesbica' ti offendono, e questo mi dà fastidio, tantissimo.

La cantautrice romana non ha avuto problemi ad aggiungere che se fosse lesbica vivrebbe serenamente il suo amore. Ma non è questo il caso.

Se io mi fidanzassi con una donna, andrei in giro per strada, non mi nasconderei in casa, questo è un po' il concetto, ma purtroppo mi piacciono gli uomini.

La violenza sessuale

Nel corso della stessa intervista, Paola Turci ha anche fatto riferimento a un terribile episodio accadutole quando aveva solo 13 anni, un abuso sessuale di cui ha parlato in Fiori di giardino, una canzone del 2005 in cui si fa riferimento a un “fiore” colto in modo brutale. Interpellata dalla conduttrice, Francesca Fagnani, la cantante ha raccontato la sua drammatica fonte di ispirazione.

Ho tirato fuori quello che avevo sepolto negli anni, insomma. E quella storia mi riguarda. Avevo 13 anni. Se io tornassi indietro e sapessi di poter andare in un centro antiviolenza, in un posto dove mi ascoltano, mi proteggono e mi difendono, ci andrei subito.

La Turci ha aggiunto di aver rivisto più volte, dopo l’episodio, la persona che le aveva inflitto quell’abuso (ora deceduta), ma che entrambi si sono sempre comportati normalmente.

Anche da parte di chi commette la molestia, c'è la rimozione.

L'intervista sarà in onda il 28 dicembre alle 22.45.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.