Stai leggendo: Franca Leosini: ‘Non amo il Natale, e neanche Capodanno'

Letto: {{progress}}

Franca Leosini: ‘Non amo il Natale, e neanche Capodanno'

Non vedrete mai Franca Leosini alle prese con cappelli di Babbo Natale o cotillon della notte di San Silvestro. L'iconica giornalista di Storie Maledette ha rivelato di non amare le festività.

3 condivisioni 0 commenti

Per l’arguta giornalista napoletana di Storie Maledette, che ha infiammato un pubblico trasversale grazie al suo taglio originale e alla sua proliferante proprietà di linguaggio, amare il Natale sarebbe stato forse scontato.

Franca Leosini ha confessato al programma radiofonico I Lunatici, di Radio 2, di non essere particolarmente affezionata alle festività di fine dicembre, per un motivo ben preciso. La conduttrice è convinta che la malinconia non faccia altro che accentuarsi in questi giorni di raduni e ritrovi familiari. È un momento doloroso per chi è solo, per chi ha gravi problemi e per chi ha subìto dei lutti, che nei giorni festosi “pesano” come macigni.

Ecco le parole di Franca Leosini alla radio.

Non amo in particolare le feste natalizie, sono giorni in cui si avverte con maggiore intensità il vuoto di certe assenze. In questi giorni questo vuoto si avverte di più, questo è il lato meno luminoso delle feste, che comunque sono meravigliose, soprattutto per i bambini. 

La conduttrice ha esortato tutti a pensare anche al prossimo, a chi non ha la fortuna di trascorrere un Natale e un Capodanno sereni.

Penso a quelli che lavorano o magari hanno un momento di difficoltà. Penso alle persone un po' più sole.

Franca Leosini in primo pianoGetty Images
Franca Leosini ha festeggiato un Natale low profile in famiglia

La Leosini ha rivelato di aver trascorso un Natale tranquillo in famiglia, a Napoli. E, per quanto riguarda Capodanno, di non sentire alcun entusiasmo per i brindisi, i fuochi d’artificio e il benvenuto al nuovo anno.

Tutti noi abbiamo fatto baldoria qualche volta il 31, ma questi sono giorni di passaggio, non li amo particolarmente. In questi giorni necessariamente, quando hai un briciolo di sensibilità, non può non accompagnarti un filo di nostalgia, di malinconia.

Ma nonostante questo ha voluto fare e farsi un augurio per il prossimo anno.

ll 2018 è stato un anno positivo, fortunato. Per il 2019 speriamo bene, bisogna essere ottimisti, sono una persona positiva, spero che il nostro destino sia positivo, che il Governo gestisca al meglio i nostri destini.

Che ne pensate? Siete d’accordo con lei?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE