Stai leggendo: I film più belli del 2018

Letto: {{progress}}

I film più belli del 2018

Dal documentario agli action, una lista ragionata di titoli di film usciti nel 2018 più belli e indimenticabili.

Da The disaster artist a Il filo nascosto, ecco i film più belli del 2018 Uffici Stampa

13 condivisioni 0 commenti

Il 2018 è stato un anno decisamente prolifico per la settima arte: nelle sale italiane sono usciti oltre 2600 film, alcuni davvero imperdibili, altri decisamente dimenticabili. Se è impossibile non citare il trionfo di Bohemian Rhapsody, il biopic campione di incassi di tutti i tempi, i supereroi a fumetti come gli ipnotici Black Panther e Avengers: Infinity War e la poetica in bianco e nero di Roma, di Alfonso Cuarón, non possiamo esimerci dal ricordare i vincitori degli Academy Awards - forse i più meritevoli degli ultimi anni - come la Forma dell’acqua, Chiamami col tuo nome, Tre manifesti a Ebbing, Missouri e L’ora più buia o gli outsider Lady Bird e Get Out – Scappa.

L’Italia, oltre a Luca Guadagnino, ha difeso bene il suo esiguo spazio sul grande schermo con pochi ma eccellenti nomi come Paolo Sorrentino e Matteo Garrone: il primo, con il suo dittico Loro 1 e 2, ha ritratto in chiaroscuro uno dei leader della politica italiana più controverso mentre il secondo, con Dogman, dolorosamente fuori dalla selezioni per il miglior film straniero agli Oscar 2019, ha scelto un fatto di cronaca suscitando grandi emozioni grazie al suo bravissimo protagonista, Marcello Fonte.

Ma quali sono stati i film migliori del 2018? Ecco la classifica delle pellicole imperdibili che contempla tutti i generi, titoli da vedere e rivedere prima che, inesorabile, arrivi il nuovo anno.

  1. Favola
  2. Hereditary – Le radici del male
  3. The Disaster Artist
  4. David Hockney dalla Royal Academy of Arts
  5. Visages, Villages
  6. Mission Impossible - Fallout
  7. Gli Incredibili 2
  8. A Quiet Place – Un posto tranquillo
  9. La truffa dei Logan
  10. Don’t Worry
  11. Widows – Eredità criminale
  12. Ex Libris – New York Public Library
  13. Ready Player One
  14. Il prigioniero coreano
  15. I, Tonya
  16. Il filo nascosto

Siete pronti a una lunga maratona di cinema?

1 - Favola


Favola di Sebastiano Mauri è una colorata fiaba Queer sull’identità di genere e il caleidoscopico universo femminile in cui primeggia un’affiatata coppia di attori, Filippo Timi e Lucia Mascino. Timi, nei panni di una bellissima casalinga di una lucente America degli anni ’50, è una moglie perfetta e infelice.

Per chi vuole scoprire un film italiano felicemente atipico che omaggia in modo originale registi culto come Douglas Sirk e Todd Haynes.

2 - Hereditary – le radici del male

Definito dagli appassionati del genere come il miglior Horror degli ultimi anni, Hereditary – le radici del male dell’esordiente Ari Aster, sceglie un cast di attori perfetto a cominciare dalla bravissima Toni Collette e un sempre fulgido Gabriel Byrne, mettendo in scena uno spaventoso ritratto di famiglia in un interno, tra inquietanti sospetti e un finale a dir poco sorprendente.

Per chi cerca nuove paurose emozioni e odia passare le feste con i parenti.

3 - The Disaster Artist

Un geniale racconto di cinema per il cinema in cui la realtà è davvero più assurda della finzione. James Franco non solo dirige ma veste i panni di Tommy Wiseau, regista senza talento noto per aver diretto il film più brutto del mondo, The Room, così brutto da essere diventato, con gli anni, un cult per un numero crescente di appassionati. The Disaster Artist racconta la genesi dell’opera e la vera amicizia tra Wiseau e il protagonista della sua strampalata pellicola.

Per chi ama James Franco e apprezza la sua visione estetica e poetica dell’arte cinematografica.

4 - David Hockney dalla Royal Academy of Arts

Un viaggio nell’arte e nel cuore di uno dei più grandi artisti viventi dei due secoli, David Hockney. Un docufilm che racconta il progetto di due mostre londinesi, la loro genesi e il processo artistico del grande pittore che racconta di sé, tra ritratti magnifici di personaggi affascinanti e l’esplorazione della natura attraverso l’uso delle nuove tecnologie.

Per chi ama, all’unisono, arte e cinema.

5 - Visages, Villages

Un road movie che è una gioia per gli occhi, un documentario dell’artista JR e la regista della Nouvelle Vague Agnès Varda, due generazioni assai differenti che hanno in comune l’andare sempre controcorrente e una incrollabile fede e curiosità per il genere umano. Un viaggio attraverso la Francia e una galleria di incontri con persone, volti e storie da raccontare.

Per chi vuole recuperare fiducia nelle persone, anche al cinema.

6 - Mission Impossible - Fallout

Tom Cruise torna nel ruolo dell’agente segreto Ethan Hunt, quello a lui più congeniale, nel miglior Mission Impossible dell’intera saga, diretto da Christopher McQuarrie. Tra le strade di Parigi e le impervie distese del Kashmir, in Mission Impossible - Fallout succede di tutto ma, grazie al suo affiatato team e le donne che più ha amato, riuscirà a sconfiggere i cattivi anzi, il cattivo, un diabolico e sexy Henry Cavill.

Per chi cerca un eccellente Action Movie. E adora Mister Cruise dai tempi di Top Gun.

7 - Gli Incredibili 2

L’ atteso sequel del film Pixar 2004 ritorna sul grande schermo e, se è possibile, è ancora più divertente e appassionante. Il regista Brad Bird per Gli incredibili 2 mette in primo piano non più Mr Incredibile ma la sua degna consorte Elastigirl, vera protagonista di questo riuscito sequel. I cattivi metteranno la famiglia dei supereroi in difficoltà ma, come sempre, l’unione fa la forza.

Per chi vuole scoprire un film d’animazione dal profondo spirito femminista.

8 - A Quiet Place – Un posto tranquillo

L'attore John Krasinki recita e dirige sé stesso e la deliziosa moglie Emily Blunt, ora al cinema con il remake di Mary Poppins, nel bellissimo dramma dai tocchi Horror A Quiet Place - Un posto tranquillo. Una famiglia che vive ai confini di un’orribile realtà, un mondo desolato popolato da mostruose creature con uno sbalorditivo senso dell’udito. Ottimo il cast, il regista e l’originale storia che, visto il successo ottenuto, avrà a breve un sequel.

Per chi pensa, a ragione, che il silenzio è d’oro (e ti salva la vita).

9 - La truffa dei Logan

Steven Soderbergh torna alla regia e sceglie un racconto a incastro che, ricorda alcuni meccanismi della fortunata saga di Ocean’s Eleven e seguenti ma si fa amare per la perfetta combinazione di humor e colpi di scena, di cui il regista è un vero maestro. Il cast di La truffa dei Logan è fantastico: Adam Driver con un braccio finto a Channing Tatum ex atleta zoppicante, fratelli di sangue e rapinatori per necessità sono perfetti ma li supera in bravura Daniel Craig, un irresistibile e scontroso galeotto con l’hobby pericoloso delle bombe casalinghe.

Per chi cerca un Heist Movie di livello stellare.

10 - Don’t Worry

Il titolo completo è Don't Worry, He Won't Get Far on Foot e lo dirige Gus Van Sant. Tratto da una storia vera, quella di John Callahan, irriverente fumettista americano è il racconto, tra umorismo e disperazione, nell’abisso e nella rinascita di un uomo attraverso i 12 passi degli alcolisti anonimi, per guarire dalla dipendenza e far pace con sé stesso. A impersonare John è il bravissimo Joaquin Phoenix, ben supportato dall’ancora più bravo Jonah Hill, suo mentore e guida spirituale.

Per chi ama i racconti di caduta e redenzione, e adora i fumetti politicamente scorretti.

11 - Widows – Eredità criminale

Un cast tutto al femminile per il nuovo film di Steve McQueen, in cui spicca Viola Davis, mai così intensa. Widows – Eredità criminale mette al centro della scena un gruppo di donne che, dopo la morte dei loro mariti, membri di una banda di criminali, devono rapinare un ricco politico per risolvere così i loro problemi economici. Ma le cose non sono mai come appaiono. Un caper movie che sfiora tematiche assai profonde, dalla corruzione di anime e persone alla vendetta, fino alla più grande forma di tradimento.

Per chi pensa che le donne siano sempre migliori degli uomini. E hanno ragione.

12. Ex Libris: New York Public Library

Un poderoso racconto (197 minuti) di Frederick Wiseman, padre del cinema documentario contemporaneo, un’esplorazione antropologica tra le bellissime mura della New York Public Library, la celebre biblioteca di Manhattan e le sue succursali di quartiere, per rintracciare il tessuto umano che lega il rapporto culturale e sociale della città con i suoi abitanti. Istruzione e crescita personale, certo, ma soprattutto la relazione prolifica che mette al centro la cooperazione tra persone, vera linfa vitale di una società che ama definirsi civile.

Per chi cerca la bellezza nei libri. E negli esseri umani.

13. Ready Player One

Steven Spielberg gioca con lo spettatore tra un incredibile universo virtuale, nostalgia del mondo reale e mille citazioni cinematografiche: come si fa a resistere? Uno dei registi più amati di sempre con Ready Player One crea visioni spettacolari dai profondi significati, mettendo nel gioco e in gioco due giovani che vogliono cambiare le loro vite cercando di entrare a un livello superiore, una sfida che appare impossibile e per questo più attraente.

Per chi ha nostalgia degli anni ’80 e, da piccolo, aveva in camera il poster di E.T. l’extraterrestre.

14. Il prigioniero coreano

Un altro capolavoro di Kim Ki-Duk, una storia esemplare che mostra le follie di ogni regime politico, dal più autoritario a quello falsamente democratico. Un pescatore della Corea del Nord finisce, per una casualità, in un meccanismo più grande di lui, dilaniato tra le tentazioni del progresso e i valori solidi e tradizionali, tutti racchiusi in un medesimo paese estraneo a sé stesso. Intenso e commovente.

Per chi ama il vero cinema impegnato, privo di banali intellettualismi.

15. I, Tonya

La bellissima Margot Robbie indossa i pattini e una grinta fuori dal comune in un biopic esemplare, la roboante epopea americana di Tonya Harding, pattinatrice olimpica che, a metà anni ’90, diventa tristemente famosa per aver architettato l’aggressione alla sua collega e rivale Nancy Kerrigan. I, Tonya, diretto da Craig Gillespie, colpisce per il montaggio serrato e per una coppia di attrici incredibilmente affiatate, la stessa Robbie e la vincitrice dell’Oscar come miglior attrice non protagonista, Allison Janney.

Per chi ama i racconti atipici in cui le donne non sono sempre casalinghe sorridenti.

16. Il filo nascosto

Il filo nascosto di Paul Thomas Anderson contiene tutti gli elementi per essere descritto come un capolavoro. Il rigore e l’eleganza formale, la narrazione ipnotica di una storia d’amore noir che appare semplice ma non lo è affatto e un incredibile protagonista, Daniel Day-Lewis, nella sua ultima performance prima del suo sofferto addio al cinema.

Per chi vuole essere sorpreso dalla bellezza dirompente del grande cinema.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.