Stai leggendo: Beyoncé è la misteriosa Queen Carter degli album apparsi improvvisamente online?

Letto: {{progress}}

Beyoncé è la misteriosa Queen Carter degli album apparsi improvvisamente online?

Per qualche ora il mondo ha creduto che Beyoncé avesse pubblicato senza preavviso (come ha fatto già in passato) due nuovi album sotto lo pseudonimo di Queen Carter, ma la rete si è dovuta ricredere presto

Beyonce ai 59th Grammy Awards, 2017 Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Durante la sera di giovedì 20 dicembre due nuovi album di una misteriosa “Queen Carter” sono apparsi online, e subito il fandom di Beyoncè è andato in visibilio, pensando che fosse un regalo della cantante per Natale.

Gli album sono spuntati su Spotify, e indubbiamente la voce che si poteva ascoltare (sono stati già eliminati dai risultati di ricerca) era quella di Queen Bey: i titolo dei due dischi erano Have Your Way e Back Up, Rewind. Oltre a quelli, era emerso un singolo, Control.

Con dieci tracce ciascuno, nella frenesia del momento, i fan si sono lasciati andare alla gioia: Beyoncé ormai ha fatto di questi “stunt” promozionali un suo marchio di fabbrica, e già la scorsa estate la cantante e il marito Jay-Z hanno pubblicato un album (Everything is Love) non con i loro nomi personali ma con un nuovo appellativo, ovvero The Carters, il cognome di famiglia. Considerando che la star è spesso chiamata Queen Bey e che è orgogliosa di esibire il cognome del marito, si può comprendere come i suoi ammiratori abbiano creduto che si trattasse proprio di lei.

Quando però sono passate le ore e questa presunta trovata promozionale non è stata accompagnata da alcuna comunicazione dai canali ufficiali social di Beyoncé, le eccezioni di chi riteneva la misteriosa Queen Carter un fake si sono fatte strada.

Sono stati pochi quelli che hanno capito in fretta che si trattasse di vecchi lati B mischiati a canzoni già registrate in passato, e ancora meno quelli che non si sono insospettiti di fronte al fatto che questa musica è apparsa su Apple e Spotify e non sul servizio streaming del marito di Beyoncé, Tidal.

Inoltre, poche ore prima anche un altro artista era stato vittima di un “fake album leak” (la diffusione di un falso album nuovo), ovvero la cantautrice americana SZA, ma in quel caso è intervento subito su Twitter il presidente della Top Dawg Entertainment Punch a chiarire le cose, annunciando che sarebbero andati a fondo della questione.

Chissà cosa pensa di tutto questo Queen Bey!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE