Stai leggendo: Smartphone, ecco le batterie del futuro: durano anche sette giorni!

Letto: {{progress}}

Smartphone, ecco le batterie del futuro: durano anche sette giorni!

La notizia giunge direttamente dal Jet Propulsion Laboratory (JPL), un laboratorio di ricerca gestito dall’Istituto di Tecnologia della California (Caltech) per conto della Nasa.

Smartphone in carica. Pixabay.

2 condivisioni 0 commenti

Il futuro è già iniziato. Soprattutto in California, dove si sta mettendo a punto la soluzione per un problema quotidiano a tutti: la batteria subito scarica dello smartphone. Nei prossimi anni, assicurano gli esperti, nessuno dovrà portarsi sempre con sé il caricabatterie. Considerato che la durata dei dispositivi arriverà a toccare anche sette giorni.

Le batterie composte da ioni di litio sembrano appartenere ormai al passato. Merito di quelle di nuova generazione, caratterizzate dal fluoruro, anione del fluoro con carica negativa. Sarà proprio questa sostanza a permettere al telefonino di rimanere acceso più a lungo, ben otto volte tanto rispetto a quanto faccia attualmente.

La notizia - riportata sulla rivista Science - giunge direttamente dal Jet Propulsion Laboratory (JPL), un laboratorio di ricerca gestito dall’Istituto di Tecnologia della California (Caltech) per conto della Nasa.

Cellulare e caricabatterie.HDPixabay.

I lavori procedono bene, seppur con tutte le cautele del caso. Negli ultimi giorni ha preso vita la prima batteria di fluoruro funzionante, che rappresenta un passo in avanti importantissimo e che fa notevolmente ben sperare. Come assicurano le parole di Robert Grubbs, vincitore del Nobel per la Chimica nel 2005 e tra gli autori dello studio:

Siamo ancora ai primi stadi di sviluppo, ma questa è la prima batteria al fluoruro ricaricabile che funziona a temperatura ambiente.

La nuova tecnologia si basa sullo spostamento degli atomi di fluoruro (carichi negativamente) al posto di quelli di ioni di litio (carichi positivamente). Con una difficoltà non da poco: il problema numero uno con cui gli esperti devono fare i conti è la sostanza del fluoro, molto corrosivo e reattivo.

Per il momento, però, le sensazioni che arrivano dalla California sono positive. Prudenza sì, ma soprattutto fiducia. Il risultato promette bene, nei prossimi anni le batterie dei nostri smartphone potrebbero durare davvero una settimana, senza dover essere attaccate alla corrente ogni ventiquattro ore.

Noi già non vediamo l'ora. E voi?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT AUTUNNO/INVERNO