Stai leggendo: Roccocò napoletani: i dolci tradizionali da preparare all'Epifania

Letto: {{progress}}

Roccocò napoletani: i dolci tradizionali da preparare all'Epifania

I roccocò napoletani ricordano nella durezza il classico carbone dolce della Befana: scopri come preparare sia la versione tradizionale che quella morbida.

Roccocò napoletani iStock Photo

0 condivisioni 0 commenti Il voto di 1 utente

I roccocò napoletani si mangiano durante tutte le festività natalizie e alla Befana in particolare. Si tratta di una sorta di taralli dolci dalla forma simile a quella di una conchiglia. Il nome stesso deriva dal francese rocaille, denominazione con cui si indicano le decorazioni rustiche dei giardini costituite da conchiglie, rocce e grotte artificiali. In realtà, il roccocò ha molto a che vedere con rocce e conchiglie perché ha una consistenza simile a quella di una pietra.

La caratteristica principale di questo dolce è proprio la sua durezza. Tradizione vuole che sia un dolce croccante e compatto. In realtà, la consistenza dei roccocò napoletani è una questione di preferenze perché è possibile preparare anche una versione più morbida.

Roccocò napoletani: la ricetta originale

La ricetta dei roccocò prevede farina, miele, zucchero, mandorle e un misto di spezie che i napoletani chiamano pisto. Per ottenere il vero profumo e il vero sapore di questi taralli dolci devi mescolare insieme cannella, noce moscata e chiodi di garofano.

La preparazione non è complessa, ma per evitare di ottenere un impasto troppo duro e gommoso devi lavorare gli ingredienti con delicatezza, incorporando l’acqua un poco alla volta. Allora, rimboccati le maniche e prepara la ricetta dei roccocò napoletani per l’Epifania.

Informazioni

Ingredienti

Per l'impasto

  • Farina 00 250 gr
  • Amido di mais 25 gr
  • Zucchero 100 gr
  • Miele 60 gr
  • Cannella 10 gr
  • Noce moscata 10 gr
  • Chiodi di garofano 10 gr
  • Limone 1
  • Mandorle 80 gr
  • Acqua 100 ml
  • Uova 1
  • Sale 1 pizzico

Per la decorazione

  • Mandorle 30 gr

Preparazione

  1. Tosta i 110 grammi di mandorle in una padella a fuoco medio. Tieni da parte i 30 grammi necessari per la decorazione e trita i restanti 80 grammi.

  2. Setaccia la farina e versala in una ciotola. Fai un buco al centro e aggiungi lo zucchero, il miele, le spezie, la granella di mandorle, l’amido di mais, il sale e la scorza grattugiata del limone.

  3. Lavora l’impasto mescolando con delicatezza e aggiungendo l’acqua un poco alla volta. Aggiungi l’acqua solo dopo che il liquido versato in precedenza è stato assorbito dall’impasto.

  4. Smetti di lavorare l’impasto quando avrai un composto liscio e compatto.

  5. Taglia l’impasto a tocchetti e allungali per ottenere dei taralli del diametro di circa 10 centimetri.

  6. Sistema su ogni roccocò delle mandorle decorative e posizionali in una teglia ricoperta da carta da forno.

  7. Dividi il tuorlo dall’albume e sbatti il tuorlo con una forchetta. Dopodiché spennella i roccocò e inforna in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 25 minuti.

  8. Lasciali raffreddare per qualche minuti e servi.

Ricetta roccocò morbidi

Non tutti amano i roccocò napoletani duri, sostituiti spesso dai mostaccioli. Se anche tu preferisci dolci più morbidi, puoi preparare la variante con l’ammoniaca o il bicarbonato.

Gli ingredienti restano gli stessi vale a dire farina (400 gr), zucchero (100 gr), miele (150 gr), mandorle (200gr) e spezie (15 gr). Con questi dosaggi è possibile usare 7/8 grammi di ammoniaca per dolci. L’ammoniaca è un vero e proprio sostituto del lievito, che dà ai biscotti compattezza, leggerezza e friabilità. I roccocò morbidi cioè sono compatti e non si sbriciolano, ma sono meno duri di quelli tradizionali. Ovviamente, per realizzare la variante più friabile dovrai seguire tutti i passaggi della ricetta qui sopra. 

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE