Stai leggendo: Gatti contro alberi di Natale: storie di irresistibili tentazioni ed equilibri precari

Letto: {{progress}}

Gatti contro alberi di Natale: storie di irresistibili tentazioni ed equilibri precari

In queste settimane i gatti di tutto il mondo stanno vivendo la loro complicata e soprattutto instabile storia di attrazione e rovina con gli alberi di Natale. Ecco una panoramica delle situazioni più comuni e divertenti.

10 condivisioni 0 commenti

Gatti e alberi di Natale: la tormentata storia d’amore abusiva che si ripete ogni anno. Con le sue decorazioni, l’albero natalizio è un irresistibile seduttore che chiama a sé il felino, il quale immancabilmente cede alla tentazione, spesso con conseguenze disastrose.

Non importa, infatti, quante volte nella nostra vita il micio di casa abbia assalito l’albero montato/piantato/trasportato in salotto con tanta cura, distruggendo decorazioni e perché no, anche facendo schiantare a terra tutto il frutto di ore di lavoro: ogni anno con rinnovato ottimismo torniamo a sfidare i nostri amici pelosi, e ogni anno quelli ci ricordano che sono loro a comandare. Se hanno voglia di fare dell’albero il parco giochi, lo fanno e quello deve subire. Se l’albero o una delle sue lucine arroganti li hanno offesi, pagheranno con la vita.

Unica gioia: i gatti che fanno cose terribili alle decorazioni natalizie piacciono tantissimo ai surfisti della rete e in particolare di social come Instagram, per cui ecco la nostra compilation di immagini e meme di gatti vs alberi di Natale.

In rete sono tanti gli esempi delle gesta più incredibili dei gatti di tutto il mondo condivise da utenti dei social in angolo del pianeta. Eccone un assaggio.

Gatti e albero di Natale: situazioni esilaranti

Si parla spesso di guerra tra gatti e alberi di Natale, ma spesso invece è solo grande amore, tanto che i nostri animali domestici decidono di esplorare per ore la terra delle meraviglie che si cela tra i rami sintetici pieni di fili di luci e alcuni scelgono anche di rimanerci a dormire.

View this post on Instagram

Such lifelike Christmas Tree decorations!

A post shared by Princess Irina & Prof Newton (@theprincessandtheprof) on

Questo gatto è rimasto incastrato nell’albero, ma per niente al mondo darebbe a vedere che la cosa lo turba: eccolo che si guarda interessato attorno, in questo mondo di luci colorate così affascinante… “Chissà se riesco a catturarne una”.

Il micio può ostentare tutta disinvoltura del mondo, ma non è impossibile che poi da dietro la scena che si presenta sia questa.

L’utente che ha condiviso questa foto dice che il gatto sta esplorando, ma siamo sicuri che l’albero sia rimasto in piedi dopo una tale intrusione?

Qui invece abbiamo un classico caso di Attila dopo la barbarie: il Flagello di Dio ha abbattuto un imponente nemico, e ora giace soddisfatto vicino alle spoglia, sfidando l’umano a dire qualcosa.

A volte, si sa, l'unione fa la forza. Gli umani preparano un albero irresistibile di grandi dimensioni? Allora è necessario pianificare il colpo in gruppo: ecco Ocean’s Eleven in versione felina.

La rassegnazione di questo utente: “Con quattro gatti in casa, suppongo fosse inevitabile… Ninja pelosi 1 - albero di Natale 0:( “

Come salvare l'albero di Natale dal gatto 

Che siano inguaribili ottimisti, padroni di gatti alle prime armi o veterani dell'affascinante convivenza umano-felina, ci sono persone che le provano tutte per ottenere l'impossibile: un albero di Natale che sopravviva fino alla fine delle feste e un gatto che possa dirsi sconfitto dal fronduto invasore. Qualcuno ha pensato di riunire in un post su Twitter alcuni tentativi più o meno brillanti (ma certamente comici) di fare scacco matto al gatto di casa.

Ad esempio c’è chi ha sistemato l’albero nella plafoniera che pende dal soffitto. Ma se il gatto è motivato, nemmeno questo è salvo. Anzi, magari gli date la possibilità di accoccolarsi lassù, un moderno Satine di Moulin Rouge, o al massimo il bimbo che pesca dalla luna del logo Dreamworks. C’è anche chi ha avuto l’idea di avvolgere il tutto nella pellicola trasparente:il vantaggio, immaginiamo, è che se poi rovina a terra, almeno i danni sono contenuti nell’involucro.

E perché non recintare con una rete metallica o un cancelletto? Perché il gatto li userebbe come trampolino, e se il cane ha deciso che è tempo di giocare, li trascina con sé - addosso all’albero. Infine, l’idea francamente geniale e anche molto attenta ai trend dell’home decor, per cui una grande lampada per candele (di quelle che trovate anche all’IKEA) diventa una teca per un mini albero di Natale: certo, le dimensioni sono sacrificate, ma l’effetto natalizio è assicurato ed è anche abbastanza stylish da essere ammirevole.

La versione shabby ma non chic della lampada/teca è la gabbietta di ferro: sarà efficace, ma è triste.

Altra opzione, molto minimal, è una versione estrema dell’albero di Natale venduto in Inghilterra proprio per resistere ai gatti: se quello aveva rami solo dalla metà del tronco in su, questo va oltre, è un tronco completamente spoglio - fatta eccezione per una pallina decorativa - e anche sottile, così da non far venire fantasie al felino che voglia usarlo come tira graffi.

Questa persona pensa che mettere un piccolo albero in un vaso molto più grande gli conferisca la stabilità necessari per resistere all’assalto del gatto: forse ha ragione, o forse il gatto sta sogghignando da qualche parte in casa, pronto a sferrare l’attacco finale.

Forse queste famiglie hanno trovato la soluzione. Un po’ estrema ma apparentemente imbattibile.

E voi, che storie avete da raccontare di gatti vs alberi di Natale?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.