Stai leggendo: La chirurgia bariatrica dimezza il rischio di malattie per gli obesi: lo dice uno studio italiano

Letto: {{progress}}

La chirurgia bariatrica dimezza il rischio di malattie per gli obesi: lo dice uno studio italiano

Uno studio italiano ha dimostrato come la chirurgia bariatrica possa ridurre nei pazienti obesi l’incidenza di diverse malattie, come tumori e diabete.

Dottore in ospedale Unsplash

15 condivisioni 0 commenti

Il sito di Unimi, l'Università degli Studi di Milano, ha riportato i dati di ricerca dello studio italiano, successivamente pubblicati anche su due importanti riviste scientifiche, Obesity Surgery e International Journal of Obesity.

Questa ricerca ha dimostrato come la chirurgia bariatrica sia in grado di diminuire in modo significativo l’insorgere di alcune malattie, come diabete, tumori e disturbi cardiovascolari, su pazienti con problemi di obesità.

La ricerca è stata condotta da cinque strutture ospedaliere importanti nel panorama della chirurgia bariatrica, ossia IRCCS MultiMedica di Milano, ASST Santi Paolo e Carlo di Milano, Ospedale Civile di Magenta ASST Ovest Milanese, Istituto Clinico Sant'Ambrogio di Milano e Istituto Humanitas Gavazzeni di Bergamo, in concomitanza con il dipartimento di Scienze della Salute dell'Università Statale.

Lo studio ha analizzato la storia clinica di circa 2000 pazienti obesi e ha confrontato quelli che si sono sottoposti a interventi di chirurgia bariatrica con pazienti che si sono sottoposti ad altre tipologie di trattamento medico.

Dottori in ospedaleHDUnsplash

Il confronto ha riguardato pazienti simili per sesso, età e BMI, ossia l’indice di massa corporea.

Cosa è scaturito da questa analisi? I risultati ottenuti da questo studio hanno rilevato che nei pazienti obesi sottoposti a interventi chirugici, come diversione biliopancreatica e il bypass biliointestinale, dopo alcuni anni dall'intervento si è ridotta del 90% l’incidenza di diabete, dell’80% l’incidenza dei tumori, del 70% l’incidenza di ipertensione arteriosa e del 36% l'insorgere di malattie cardiache.

Dunque, uno studio unico nel suo genere come ha dichiarato Antonio Pontiroli, docente di Medicina e colui che ha dato vita a questo importante studio, e una bella notizia per molte persone che soffrono di problemi di peso gravi.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.