Stai leggendo: In memoriam, gli addii del 2018: tutti i vip che ci hanno lasciato

Letto: {{progress}}

In memoriam, gli addii del 2018: tutti i vip che ci hanno lasciato

Tanti i personaggi che ci hanno lasciato nel corso del 2018, da Fabrizio Frizzi a Aretha Franklin, da Dolores O’Riordan all'ex Presidente George H. W. Bush.

Stan Lee, Dolores O’Riordan e Fabrizio Frizzi Getty Images

6 condivisioni 0 commenti

Nel 2018 il mondo ha pianto la morte di tanti importanti personalità. Ultimi in ordine di tempo l’ex Presidente degli Stati Uniti George W Bush e l’attore Ennio Fantastichini. Il primo segue di pochi mesi la morte della sua compagna di una vita. Barbara Bush, infatti, è morta a 92 anni il 17 aprile del 2018.

È il cinema, però, a registrare il maggior numero di addii. Ad aprile muoiono i registi Vittorio Taviani e Milos Forman, a maggio ci ha lasciato Emanno Olmi, a luglio Carlo Vanzina e a novembre Bernardo Bertolucci. Il mondo della musica, invece, ha pianto la scomparsa di due mostri sacri come Aretha Franklin e lo chansonnier francese Charles Aznavour, morto a ottobre all’età di 94.

Ma sono state le morti tragiche e improvvise a segnare il 2018, come quella di Dolores O’Riordan e del 32enne Rick Genest, conosciuto come Zombie Boy. Rick è morto il 1 agosto del 2018 a seguito della caduta da un balcone della sua abitazione di Montreal. Le voci iniziali di suicidio sono state smentite ed è stata accredita la versione secondo cui la morte del povero Zombie Boy è stata accidentale.

L’Italia poi ha pianto in particolare la morte di Fabrizio Frizzi, avvenuta il 26 marzo 2018. Il presentatore ci ha lasciato a 60 anni a causa di una emorragia cerebrale. Fabrizio era già stato colpito da una ischemia nell’ottobre del 2017, dalla quale si era temporaneamente ripreso. Tante le dimostrazioni di affetto per Frizzi, considerato da sempre il volto garbato della televisione italiana.

Qui di seguito, l'elenco di vip, persone famose e artisti che ci hanno lasciato durante l'anno e il nostro ricordo delle personalità venute a mancare nel 2018.

L'elenco di tutte le personalità che ci hanno lasciato nel 2018

Gennaio

  • Azeglio Vicini (20 marzo 1933 - 31 gennaio 2018) - ex allenatore di calcio
  • Dolores O’Riordan (6 settembre 1971 - 15 gennaio 2018) - cantante
  • Marina Ripa di Meana (21 ottobre 1941 - 4 gennaio 2018) - personaggio pubblico
  • Ingvar Kamprad (30 marzo 1926 - 27 gennaio 2018) - fondatore Ikea
  • Mark Salling (17 agosto 1982 - 30 gennaio 2018) - attore Glee

Febbraio

  • Gian Marco Moratti (29 novembre 1936 - 26 febbraio 2018) - imprenditore
  • Folco Quilici (9 aprile 1930 - 24 febbraio 2018) - documentarista e scrittore

Marzo

  • Davide Astori (7 gennaio 1987 - 4 marzo 2018) - calciatore
  • Hubert de Givenchy (21 febbraio 1927 - 10 marzo 2018) - stilista
  • Gillo Dorfles (12 aprile 1910 - 2 marzo 2018) - critico d’arte
  • Stephen Hawking (8 gennaio 1942 - 14 marzo 2018) - astrofisico
  • Fabrizio Frizzi (5 febbraio 1958 - 26 marzo 2018) - conduttore
  • Luigi De Filippo (10 agosto 1930 - 31 marzo 2018) - attore teatrale

Aprile

  • Milos Forman (18 febbraio 1932 - 13 aprile 2018) - regista
  • Vittorio Taviani (20 settembre 1929 - 15 aprile 2018) - regista
  • Barbara Bush (8 giugno 1925 - 17 aprile 2018)
  • Nabi Tajima (4 agosto 1900 - 21 aprile 2018) - la donna più anziana del mondo

Maggio

  • Emanno Olmi (24 luglio 1931 - 5 maggio 2018) - regista
  • Philip Roth (19 marzo 1933 - 22 maggio 2018) - scrittore
  • Paolo Ferrari (26 febbraio 1929 - 6 maggio 2018) - attore

Giugno

  • Alessandra Appiano (30 maggio 1959 - 3 giugno 2018) - scrittrice e giornalista
  • Anthony Bourdain (25 giugno 1956 - 8 giugno 2018) - chef
Sergio Marchionne al F1 Grand Prix AmericaHDGetty Images
Sergio Marchionne al F1 Grand Prix America (2017)

Luglio

  • Sergio Marchionne (17 giugno 1952 - 25 luglio 2018) - dirigente d’azienda
  • Carlo Vanzina (13 marzo 1951 - 8 luglio 2018) - regista e sceneggiatore
  • Oksana Shachko (31 gennaio 1987 - 23 luglio 2018) - co-fondatrice del movimento Femen

Agosto

  • Neil Simon (4 luglio 1927 - 26 agosto 2018) - drammaturgo e sceneggiatore
  • John McCain (29 agosto 1936 - 25 agosto 2018) - politico americano
  • Kofi Annan (8 aprile 1938 - 18 agosto 2018) - ex Segretario Onu
  • Aretha Franklin (25 marzo 1942 - 16 agosto 2018) - cantante
  • Rick Genest (7 agosto 1985 - 1 agosto 2018) - Zombie Boy
  • Rita Borsellino (17 agosto 1932 - 11 agosto 2018) - sorella di Paolo Borsellino

Settembre

  • Inge Schönthal Feltrinelli (24 novembre 1930 - 20 settembre 2018) - editrice
  • Burt Reynolds (11 febbraio 1936 - 6 settembre 2018) - attore

Ottobre

  • Paul Allen (21 gennaio 1953 - 15 ottobre 2018) - co-fondatore Microsoft
  • Charles Aznavour (22 maggio 1924 - 1 ottobre 2018) - cantautore
  • Montserrat Caballé (12 aprile 1933 - 6 ottobre 2018) - soprano

Novembre

  • Stan Lee (28 dicembre 1922 - 12 novembre 2018) - fumettista
  • Bernardo Bertolucci (16 marzo 1941 - 26 novembre 2018) - regista
  • Sandro Mayer (21 dicembre 1940 - 30 novembre 2018) - giornalista
  • George H. W. Bush (12 giugno 1 924 - 30 novembre 2018) - politico americano

Dicembre

  • Ennio Fantastichini (20 febbraio 1955 - 1 dicembre 2018) - attore

Le biografie dei vip che hanno detto addio nel 2018

Sono tante le figure del mondo dello spettacolo, della scienza e della politica a cui abbiamo voluto dire addio, ecco le biografie di alcuni di loro che ci mancheranno e rimpiangeremo per molto tempo.

Dolores O’Riordan

Dolores O’Riordan - in un'esibizione canoraHDGetty Images

La cantante irlandese aveva solo 46 anni quando è stata trovata senza vita nella stanza dell’Hilton Park Lane a Londra. Il coroner incaricato di effettuare l’autopsia ha stabilito che Dolores, soggetta a depressione, è annegata nella vasca da bagno della sua stanza a seguito di un’intossicazione alcolica.

Di lei rimane il ricordo di quella voce indimenticabile che ha permesso ai Cranberries di conquistare il successo internazionale con brani come Zombie, Ode to my family, Linger e No need to argue.

Ennio Fantastichini

Ennio Fantastichini ai David di DonatelloHDGetty Images
Ennio Fantastichini ai David di Donatello 2007

Ennio Fantastichini è morto a Napoli per le complicazione di una leucemia. Aveva 63 anni, la maggior parte dei quali passati sui set cinematografici. Nato a Fiuggi il 20 febbraio del 1955, manifesta sin da subito la sua passione per la recitazione.

Ad appena 20 anni, si iscrive all’Accademia di Arte Drammatica di Roma e inizia la sua carriera. Ha recitato in oltre 50 film, tra cui Ferie d’agosto di Paolo Virzì, Fuori dal giorno di Paolo Bologna, I ragazzi di via Panisperna e Porte aperte di Gianni Amelio, Saturno contro e Mine vaganti di Ferzan Özpetek. La partecipazione a Mine vaganti gli è valsa il David di Donatelllo come migliore attore non protagonista.

Mark Salling

Mark Salling al NYLON Young Hollywood PartyHDGetty Images
Mark Salling al NYLON Young Hollywood Party - 2015

Mark Salling se ne è andato tragicamente il 30 gennaio 2018 a soli 35 anni. L’attore, noto soprattutto per il ruolo di Noah Puckerman nella serie TV Glee, si sarebbe tolto la vita.

Purtroppo, Mark era finito al centro di una indagine giudiziaria per possesso di materiale pedopornografico. L’attore era in attesa della sentenza che sarebbe stata emessa a marzo del 2018. Rischiava una bella condanna, anche perché aveva ammesso il possesso del materiale incriminato. Da giorni, la famiglia aveva perso le sue tracce e aveva dato l’allarme consentendo così alla polizia di fare il macabro ritrovamento.

Ermanno Olmi

Ermanno Olmi al Festival di VeneziaHDGetty Images
Ermanno Olmi al 69esimo Festival di Venezia

Ermanno Olmi è morto all’età di 86 anni circondato dall’affetto della sua famiglia e dei suoi colleghi del mondo del cinema. Nato a Bergamo nel 1931, debutta con il suo primo lungometraggio nel lontano 1959. Ma il vero successo internazionale arriva parecchi anni dopo.

Siamo nel 1978 e Ermanno Olmi firma la regia de L’albero degli zoccoli, che gli consente di aggiudicarsi la Palma d’Oro al Festival di Cannes. Tanti i film di successo che hanno costellato la sua carriera, da Il mestiere delle armi a Cantando dietro i paraventi, da La leggenda del santo bevitore a Centochiodi. La sua ultima fatica cinematografica, Torneranno i pirati, risale al 2014.

Bernardo Bertolucci

Il regista Bernardo BertolucciHDGetty Images
Bernardo Bertolucci sulla Hollywood Walk of Fame

È morto a 77 anni il regista considerato uno degli ultimi maestri del cinema italiano. Era malato da tempo e se ne è andato a causa di una crisi respiratoria. Suo padre era il poeta Attilio Bertolucci e Bernardo ha respirato arte e letteratura fin dalla prima infanzia. Si iscrive infatti alla facoltà di lettere, ma abbandona presto folgorato dalla passione per il cinema.

Tra i suoi grandi successi cinematografici non si possono non citare film come Il conformista, Novecento, Ultimo tango a Parigi, Il tè nel deserto e L’ultimo imperatore. Proprio con quest’ultimo film, Bertolucci si è aggiudicato l’Oscar per la migliore regia e per la migliore sceneggiatura non originale. Il suo ultimo film (Io e te) risale al 2012.

Anthony Bourdain

Anthony Bourdain e la compagna Asia ArgentoHDGetty Images
Anthony Bourdain in compagnia di Asia Argento

Anthony Bourdain ha deciso di andarsene all’età di 61 anni. Lo chef scrittore si è tolto la vita nella sua casa di Strasburgo. A fare la triste scoperta è stato lo chef e amico Eric Ripert.

In Italia, è diventato famoso soprattutto per la storia d’amore con Asia Argento. In realtà, Anthony Bourdain si è conquistato la fama prima con il suo lavoro di chef e poi con quello di scrittore e viaggiatore alla ricerca di nuovi piatti in tutto il mondo.

La sua trasmissione Anthony Bourdain: Viaggio di un cuoco è stata trasmessa anche in Italia da RaiSat Gambero Rosso.

Stan Lee

Stan Lee  in una delle sue apparizioni pubblicheHDGetty Images
Stan Lee

San Lee ci ha lasciato a 95 anni. A lui si devono tantissimi personaggi che hanno fatto la storia dei fumetti, da Hulk a Thor, da Iron Man a Doctor Strange, da Daredevil a L’Uomo ragno, dai Fantastici Quattro agli X-Men

Inizia con impieghi piuttosto umili come temperare le matite ai disegnatori, portare il pranzo e assicurarsi che le boccette di inchiostro siano piene. Ma da quando prende per la prima volta in mano la penna nel 1941, la sua carriera diventa inarrestabile. Divertente, simpatico e privo di umiltà. Si racconta che ai dipendenti Marvel abbia detto più volte: io sono Dio!

Stephen Hawking 

Il professor Stephen Hawking HDGetty Images

Stephen Hawking se ne è andato il 14 marzo 2018. Soffriva da 50 anni di SLA. La malattia gli era stata diagnosticata quando aveva solo 21 anni. Contrariamente alle convinzione mediche, è riuscito a vivere e a dedicarsi ai suoi studi.

A lui si devono importanti scoperte scientifiche, come la teoria dei buchi neri. Grazie alla sua forza e alla sua genialità, è diventato una vera e propria icona. La sua appassionante storia è stata raccontata nel film La teoria del tutto (2014).

Aretha Franklin

Aretha Franklin - Fondazione Elton JohnHDGetty Images
Aretha Franklin - Fondazione Elton John 2018

La Regina del Soul si è spenta a 76 anni a causa delle complicazioni di un tumore al pancreas. La sua voce eccezionale ci ha accompagnato dal 1957, anno in cui incide il suo primo brano. Da quella prima canzone ha inanellato una serie di indimenticabili successi, tra cui Natural Woman, I Say a Little Prayer, I Never Loved a Man (The Way I Love You)? e Chain of Fools.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.