Stai leggendo: Milo Ventimiglia: 'Dopo Heroes non riuscivo a trovare lavoro'

Letto: {{progress}}

Milo Ventimiglia: 'Dopo Heroes non riuscivo a trovare lavoro'

Terminata la serie Heroes, dove figurava tra i protagonisti, per Milo Ventimiglia è iniziato un periodo molto difficile dove ha anche pensato di mollare tutto e trasferirsi all'estero.

1 condivisione 0 commenti

Oggi Milo  Ventimiglia è una star, grazie al successo di Una mamma per amica e This Is Us. In passato, però, c'è stato un periodo nero in cui l'attore ha pensato di mollare tutto e trasferirsi in Italia.

Ma perché?

View this post on Instagram

Hey, girl... #ThisIsUs

A post shared by This Is Us (@nbcthisisus) on

Terminata la serie Heroes, che è andata in onda dal 2006 al 2010, Milo ha avuto grande difficoltà a trovare un nuovo impiego nel mondo dello spettacolo. All'epoca aveva già superato i trent'anni, ed è stato frustrante non riuscire a sfondare in nessun modo, come ha confidato a People:

Nel periodo dopo Heroes non ho lavorato per un anno intero. Non riuscivo a trovare lavoro.

A quel punto, l'attore ha anche pensato di cambiare aspirazioni e ripensare alla strada che aveva intrapreso. Perciò Milo aveva un piano B: passare dalla scintillante Hollywood alla tranquilla Europea, la star ha svelato che gli è sempre piaciuto dedicarsi all'agricoltura:

Stavo per trasferirmi in Italia con il mio passaporto europeo, trovare una fattoria, farmi crescere la barba e guidare una motocicletta. Insomma volevo passare una vita tranquilla.

View this post on Instagram

Studio H. Vancouver, BC. MV

A post shared by Milo Anthony Ventimiglia (@miloanthonyventimiglia) on

Un giorno, Milo era vicinissimo a prendere quel volo in aeroporto, ma in quelle settimane ricevette finalmente una chiamata di lavoro: qualcuno lo voleva in un film chiamato Static di Todd Levin. Successivamente è riuscito ad ottenere nuovi ruoli stimolanti in diversi film, e poi è approdato a This Is Us.

In un'altra intervista, l'attore aveva confidato il suo sogno di diventare meccanico perché convinto che fosse un lavoro richiesto.

Gli anni successivi alla fine di Heroes sono stati particolarmente difficili per l'attore, aggravati dal fatto che molte persone lo identificavano solamente con il personaggio da lui interpretato, Peter Petrelli. L'esperienza nella serie lo aveva demoralizzato, al punto da chiedersi che senso avesse continuare a recitare per qualcosa in cui non credeva:

Voglio davvero fare questo? Continuare a recitare? Perché potrebbe essere una delusione dopo l'altra.

Per fortuna, Milo ha trovato la forza per andare avanti grazie a un mantra che è diventato la sua filosofia di vita:

Penso di essere uno squalo che deve nuotare altrimenti muore.

Adesso Milo Ventimiglia può godersi la ritrovata popolarità grazie a Jack Pearson di This Is Us, che lo sta facendo riscoprire al pubblico. Speriamo non ci ripensi: come faremo senza di lui?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE