Stai leggendo: I consigli di viaggio per Novi Sad, perla della Serbia, e come organizzare il viaggio

Letto: {{progress}}

I consigli di viaggio per Novi Sad, perla della Serbia, e come organizzare il viaggio

Novi Sad è una città romantica, incantevole ed economica, in grado di armonizzare tradizioni e stili occidentali ed orientali. Segnata dal passato e dalla guerra, adesso guarda al futuro, all'arte e alla cultura. Da non perdere!

Il fascino di Novi Sad iStock

1 condivisione 0 commenti

La Serbia, un paese meraviglioso con un passato doloroso e un presente in piena evoluzione, è entrata nell'importante classifica Best in Travel: la meravigliosa Novi Sad è stata eletta al terzo posto delle città da vedere assolutamente nel 2019. Inoltre, questa romantica e vivace meta è stata scelta anche per essere, insieme a Timișoara (Romania) e a Eleusi (Grecia), Capitale Europea della Cultura nel 2021. 

Partiamo insieme per scoprire come organizzare un viaggio in Serbia, le cose da fare e vedere a Novi Sad e le attrazioni più belle di una perla, poco conosciuta, dei Balcani, da visitare al più presto!

  1. Visitare la città vecchia di Novi Sad
  2. Vedere la Fortezza di Petrovaradin
  3. Scoprire la Novi Sad moderna
  4. Vacanze invernali a Novi Sad
  5. Come organizzare un viaggio in Serbia

1 - Innamorarsi del cuore antico di Novi Sad

Novi Sad ha origini antichissime. Sembra addirittura che i suoi primi insediamenti risalgano all'età della pietra. Dominata, nel corso dei secoli, da Celti, Romani, Unni, Bizantini e diverse altre popolazioni, durante il Medioevo appartenne al Regno d'Ungheria. Dal XVI al XVII secolo fu possedimento dell'Impero Ottomano, dopodiché passò all'Impero Asburgico

Trg Slobode di Novi SadHDiStock
La bella e storica Piazza della Libertà di Novi Sad

La sua storia travagliata e il suo mai sopito orgoglio nazionale si riflettono nelle sue architetture e nei suoi scorci. Il centro della città vecchia di Novi Sad è la bellissima Piazza della Libertà (Trg. Slobode), area privilegiata per mercati ed eventi culturali e politici, abbracciata da incantevoli palazzi. I due edifici più importanti e ammirati sono il neorinascimentale Municipio e la neogotica cattedrale cattolica, realizzata nel 1895 e celebre anche per la sua suggestiva ed alta torre dell'orologio.

Soffermatevi, inoltre, sulla cosiddetta "Statua di Ferro", una scultura che immortala un importante uomo politico serbo, Svetozar Miletic, il quale fu anche sindaco della città dal 1861 al 1867.

Piazza della Libertà di Novi SadHDiStock
Vista notturna di Piazza della Libertà, con la "Statua di Ferro" e la Cattedrale

Molto raffinati sono, poi, il Palazzo della Banca della Vojvodina, sempre su Piazza della Libertà, e alcuni vicini luoghi di culto risalenti al XVIII secolo, tra cui due edifici ortodossi: la Chiesa di San Nicola (1730), la cui cupola dorata è incredibilmente incantevole, e l'Almaška (1797), la quale, anche grazie alle sue morbide linee classiche, è stata inserita nell'elenco dei "Monumenti culturali d'importanza eccezionale della Serbia".

Il serbo-bizantino Palazzo dei VescoviHDiStock
Il serbo-bizantino Palazzo dei Vescovi di Novi Sad

Splendido è, infine, il Palazzo dei Vescovi, in stile serbo-bizantino, progettato dall'architetto Vladimir Nikolić nel 1901. Esso si trova nei pressi della strada più animata di Novi Sad, la Zmaj Jovina Ulica, famosa per i suoi locali affollati e i suoi negozi alla moda. Altro centro nevralgico per lo shopping e il sightseeing è la pedonale e pittoresca Dunavska Ulica

Zmaj Jovina, una delle strade più cool di Novi SadHDiStock
Sorcio di Zmaj Jovina, una delle strade più cool di Novi Sad

2 - Ammirare la Fortezza di Petrovaradin

Simbolo della città e suo monumento più amato e visitato, la possente Fortezza di Petrovaradin vi aspetta da una perfetta posizione dominante, che si affaccia sul Danubio e lascia correre lo sguardo per km e km, tra natura e architettura. Essa deve il suo nome al francese Pietro l'Eremita, il quale, secondo la tradizione, avrebbe promosso la prima crociata e radunato proprio qui i suoi soldati.

Notte sulla Fortezza di PetrovaradinHDiStock

La fondazione primigenia della fortezza fu una cittadella romana, eretta intorno al I secolo. Parzialmente devastata dagli Unni e persa dai Romani in favore dell'Impero orientale, la fortificazione subì significative opere di ristrutturazione ed ingrandimento da parte dei bizantini. Nel 1235, mentre la zona era in mano agli ungheresi, Re Bela IV ne promosse la trasformazione in monastero da destinare ai cistercensi. Durante il controllo turco, fu abitata da numerose famiglie musulmane e ospitò anche tre moschee.

Salita alla fortezza di PetrovaradinHDiStock
Salita alla fortezza di Petrovaradin, con la torre dell'orologio sullo sfondo

Tornata nelle mani dell'Austria, divenne una postazione strategica anti-ottomana e fu ulteriormente fortificata. Tra le più grandi fortezze del continente, con oltre 16 km di impressionanti tunnel e una bellissima torre dell'orologio, ospita anche uno dei festival più interessanti del panorama musicale europeo: l'EXIT, l'anno prossimo previsto dal 4 al 7 luglio, con ospiti internazionali come The Cure e Greta Van Fleet! 

3 - Scoprire la Novi Sad moderna, dalle architetture ai musei

Dopo anni di atroce guerra, Novi Sad, insieme alla sua nazione, sta lentamente superando il suo dramma storico e umano, anche attraverso l'arte e la cultura. In questa città soprannominata "l'Atene serba", troverete tanti e interessantissimi musei. Uno dei più importanti è il Museo di Vojvodina, dove potrete ammirare la storia dell'area attraverso una composita collezione che va dall'archeologia alla fotografia contemporanea, passando per la numismatica, la pittura e l'etnologia (davvero istruttiva è la sezione dedicata alla moda nei secoli).

View this post on Instagram

Poslednje stručno vođenje kroz novosadski segment izložbe “Akcione forme” Ilije Šoškića Muzej savremene umetnosti Vojvodine, četvrtak, 13.decembar u17h Kroz izložbu vode: Nebojša Milenković i dr Zoran Erić Izložba Akcione forme je prva retrospektiva Ilije Šoškića - takođe to je i prva izložba koju Muzej savremene umetnosti i Muzej savremene umetnosti Vojovodine organizuju zajednički, i istovremeno se održava u Beogradu i Novom Sadu. Koncepcija izložbe kustosa dr Zorana Erića i Nebojše Milenkovića osmišljena je i prilagođena izlagačkim prostorima oba muzeja. U segmentu izložbe u Novom Sadu fokus je na radovima sa telom, performansima, umetničkim akcijama te Šoškićevom ideološki osvešćenom delovanju u javnoj sferi. U beogradskom delu postavke akcenat ja na Šoškićevim instalacijama i konceptualnim celinama SATOR, Trap / Traphos, Paralele, kao i pojedinačnim radovima svedenih ali i kompleksnih geometrijskih formi. Izložba „Akcione forme” traje do 16. decembra u MSUV- Muzej savremene umetnosti Vojvodine i do 24. decembra u Muzeju savremene umetnosti u Beogradu. Foto: Ilija Šoškić, Mano d'Artista, 2009. #msuv #prostorotvorenihmogucnosti #msub #ilijasoskic #akcioneforme #13decembar

A post shared by MSUV Novi Sad (@msuv_novisad) on

Meritano una visita anche il Museo di Arte Contemporanea, che espone quadri, sculture, manifesti ed altre intriganti opere di artisti locali, esaltando le capacità innovative e visionarie della società serba, e il Teatro Nazionale, il più antico del paese, fondato nel 1861. L'aspetto attuale, lineare, semplice e possente, risale, però, ad una ristrutturazione del 1981.

Le architetture razionali del Teatro Nazionale SerboHDiStock
Il Teatro Nazionale Serbo di Novi Sad, uno dei più importanti del paese

Per quanto riguarda le architetture moderne, degno di nota è anche il Ponte della Libertà, che, con i suoi maestosi e, allo stesso tempo, leggiadri cavi di sospensione, è stato realizzato tra il 2003 e il 2005 su progetto dell'ing. Nikola Hajdin, in sostituzione di una precedente struttura distrutta dai bombardamenti nel 1999. Novi Sad insegna anche questo. A ricostruire dopo le macerie, ed è piacevolmente simbolico che l'opera in questione sia un ponte, da sempre un sistema di unione.

Ponte sul Danubio a Novi SadHDiStock
Novi Sad conta 10 ponti (4 sul Danubio o 6 sul canale Danubio-Tibisco-Danubio), tra cui quello della Libertà

Visitare Novi Sad in inverno: il Natale

Il Natale a Novi Sad è pura magia, anche perché è doppio! Si festeggiano, infatti, "due Natali", uno secondo il calendario giuliano e uno secondo quello gregoriano! Dal 1° dicembre a circa metà gennaio, si susseguono decine e decine di eventi imperdibili! Il punto di interesse più allegro e invitante della città è il ricco e colorato mercato natalizio, con i tanti stand di artigianato e prodotti enograstronomici locali. Si tiene nella pittoresca Piazza della Libertà e vi assicuriamo che perdervi tra le sue bancarelle sarà un'esperienza meravigliosa!

Mercato di Natale nella città vecchia di Novi SadHDiStock
Un'addobbata Piazza della Libertà a Novi Sad, con il celebre mercato di Natale

Shopping e degustazione di cibo a parte, gli appuntamenti del "Novi Sad Winter Fest" includono concerti di musica classica e moderna, spettacoli teatrali e per bambini, piste di pattinaggio decorate con lanterne e installate anche nel parco Dunavski, per massimizzare l'effetto fiabesco, e tante altre sorprese! Presso lo Shopping Center Mercator, inoltre, potrete osservare abbagliate una "sfilata" di alberi di Natale, decorati dai migliori designer serbi e da esperti ospiti internazionali. 

Informazioni utili per una vacanza in Serbia a Novi Sad

Come e quando andare

Il clima di Novi Sad non è molto diverso da quello italiano, quindi, saprete cosa aspettarvi in ogni stagione! Chiaramente, se preferite viaggiare quando le temperature sono miti o calde, sceglierete il periodo primaverile ed estivo, mentre, se il freddo non vi infastidisce, sono perfette anche autunno e inverno. Purtroppo, raggiungere Novi Sad non è propriamente facile.

A meno di andare in macchina, dovrete necessariamente fare scalo in uno dei paesi vicini oppure a Belgrado, capitale serba servita dai maggiori aeroporti italiani, con voli Alitalia e AirSerbia. I costi per i biglietti sono medio-alti e possono andare da 100 a 400 euro a/r. Le spese che vi aspettano a Novi Sad, però, sono eccezionalmente basse, mentre la qualità dei servizi è eccellente, quindi, non lasciatevi spaventare! Se state ancora scegliendo una meta natalizia, il capoluogo della provincia della Voivodina è perfetta per le vostre prossime vacanze, come vi abbiamo già anticipato nel paragrafo precedente! 

Dove dormire

Dati i costi molto bassi delle strutture, dormire a Novi Sad potrebbe essere una vacanza nella vacanza! Lasciatevi coccolare dai servizi di hotel di lusso, in aree centrali o ben servite dai mezzi, per prezzi davvero esigui! Partiamo dai 4 stelle. Il coloratissimo Planeta Inn e il raffinato Garson Lux costano intorno ai 35-50 € a notte per camera, con colazione inclusa. Leggermente più "dispendioso", circa 55 € a notte senza colazione, è il sofisticato Sheraton Novi Sad.

Per quanto riguarda i 5 stelle, con costi che vanno da 70 a 100 €, le migliori soluzioni sono l'impeccabile Best Western Prezident (in alcune camere c'è anche la jacuzzi) e il romantico Leopold I, situato nella storica Fortezza Petrovaradin. Se preferite una vacanza low cost, per un posto letto in camerata il prezzo è di 8-10 €, mentre in camere private di 18-30 €. 

Dove e cosa mangiare

La cucina di Novi Sad, come quella serba, è squisitamente influenzata da tradizioni diverse, da quella greca a quella turca, da quella bulgara a quella ungherese-austriaca. Questo è dovuto anche grazie al suo passato: lo stato, infatti, è stato dominato sia dall'Impero austro-ungarico, sia da quello ottomano. I sapori sono abbastanza forti e speziati e si privilegiano carni, formaggi e salse.

Tra i piatti tipici, ci sono burek (pasta sfoglia ripiena di formaggi o carni, molto amata a colazione), karađorđeva šnicla (una sorta di cordon bleu), sarma (foglie di verza arrotolate ripiene di carne, riso e spezie), cevapčići (polpette allungate), palačinke (crepes ripiene di mille leccornie, come cioccolato, marmellata o noci) e, ancora, zuppe, insalate di cavolo, carni grigliate, brodo di pesce di fiume, etc. Ad accompagnare la fine dei pasti, c'è solitamente la rakija, un distillato di frutta molto alcoolico, ma davvero buono! 

I ristoranti di Novi Sad dove assaggiare queste e altre prelibatezze sono tantissimi. Tra i più eleganti e ricercati, spiccano il Project 72 e il Petrus Caffé Gallery Bar, che ospita al suo interno anche una galleria d'arte, mentre il Restoran Terasa è uno dei più romantici.

Affacciato sull'immortale Danubio, si trova nei pressi della splendida Fortezza Petrovaradin e, insieme ad essa, domina poeticamente il paesaggio, tanto con la sua bellezza architettonica quanto con i succulenti profumi che si espandono dalla sua cucina. Tra i piatti forti, ci sono l'oca con cavolo rosso, mele e salsa alle prugne e arance. Caratteristici sono, poi, il conviviale e rustico Astal šaren (un tempio per gli amanti della carne) e il suggestivo Zak

Moneta e documenti

La valuta ufficiale della Serbia è il dinaro serbo, che oggi vale 0.0084€. Conviene cambiare almeno un parte dei soldi a disposizione per il viaggio in Italia e assicuratevi che le vostre siano carte di credito abilitate per l'estero. I documenti necessari per la Serbia sono una carta d'identità oppure un passaporto con almeno 6 mesi di validità. Non c'è bisogno del visto, ma, se soggiornate in casa di amici o parenti e non in hotel, dovete registrare il vostro arrivo e la vostra partenza nel più vicino ufficio di Polizia. 

Vi siete innamorate di Novi Sad quanto noi? Quale attrazione vi intriga di più?

Vota anche tu!

Cosa vi piace di più di Novi Sad?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.

SCOPRI GLI OUTFIT DELL'ESTATE